mercoledì - 30 Settembre - 2020

Canone Rai, chi ha più di 75 anni non deve pagarlo: ecco chi ne ha diritto e come richiedere l’esenzione

 

Non sempre il canone Rai va pagato: una vecchia riforma avviata dal Ministro Gentiloni, dà la possibilità agli anziani over 75 di non pagarlo e di ricevere pertanto esenzione. Cerchiamo di capire cosa fare per averne diritto.

Saranno 350mila gli italiani con più di 75 anni a non dover pagare il canone Rai.

L’esenzione dal pagamento è rivolta a coloro che hanno già festeggiato il loro 75° compleanno e hanno un reddito inferiore agli 8mila. I nuovi nuclei familiari interessati a questa misura saranno 232.571 e si aggiungeranno ai 115.500 già coinvolti.

Come funziona l’esenzione per gli over 75

Finora i cittadini di almeno 75 anni con un reddito annuo familiare non superiore a 6.713 euro erano esentati dal pagamento del canone Rai, come spiegato sul sito dell’Agenzia delle Entrate ma oggi la soglia cresce e si dà possibilità di esenzione fino ad un reddito di 8000 euro. Per avere accesso all’esenzione è necessario presentare la dichiarazione sostitutiva presso gli uffici dell’Agenzia oppure spedirla con raccomandata all’indirizzo ‘Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22, 10121 – Torino’.  I criteri pubblicati sul sito dell’Agenzia sono validi per la precedente esenzione e non sono ancora aggiornati al nuovo decreto.

La richiesta di esenzione deve essere accompagnata da un documento di identità valido. Negli anni successivi alla richiesta, se le condizioni di esenzione rimangono valide, non è necessario presentare altre dichiarazioni.

Nel caso in cui si perdano i requisiti, invece, è necessario versare il canone. Chi attiva durante l’anno un abbonamento al servizio radiotelevisivo per la prima volta deve inviare la richiesta di esenzione entro 60 giorni dalla data in cui sorge l’obbligo di pagare il canone. Chi aveva i requisiti per l’esenzione ma ha comunque pagato il canone negli anni 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 e 2015 può chiedere il rimborso tramite il modello disponibile negli uffici dell’Agenzia. L’Agenzia delle Entrate fornisce sul suo sito la dichiarazione sostitutiva per chiedere l’esenzione dal canone e il modello per la richiesta di rimborso.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti