mercoledì - 6 Ottobre - 2021

Ansia notturna: quali sono le sue cause e come può essere superata

L’ansia notturna rappresenta un problema per chiunque, quindi è bene conoscerne le cause e come può essere superata.

Quando il sole tramonta e non vi è più luce solare, il nostro cervello inizia a percepire che è arrivato il momento del riposo. Solo quando l’ansia è eccessiva, ciò non succed.. E tant’è che influenza notevolmente le attività che vengono svolte quotidianamente. I picchi elevati di livelli di stress che una persona soffre durante il giorno diventano la ragione principale dell’ansia notturna . Se questo stress è dovuto alla famiglia, al lavoro o anche senza una ragione apparente. Da qui l’importanza di sapere quali sono le sue cause e come viene superata.

La caratteristica principale di questo tipo di ansia sono le continue preoccupazioni, oltre al nervosismo, che impediscono alle persone di avere il loro momento di riposo notturno. Un fattore importante da tenere a mente è che ogni persona sperimenta l’ansia in modo diverso e per vari motivi. C’è chi prova più ansia al mattino, durante il giorno e in alcuni casi si manifesta di notte.

ANSIA NOTTURNA: IN COSA CONSISTE?

L’ansia notturna è nota come una condizione in cui le persone sperimentano irrequietezza, preoccupazione, shock o nervosismo costante. Per questo motivo viene inteso come un tipo di ansia che compare, o addirittura peggiora attimi prima del sonno, disabilitando chi soffre di questo problema, a rilassarsi e riposarsi. Che è necessario per recuperare l’energia spesa durante la giornata.

La sofferenza da ansia notturna è tra le manifestazioni più comuni, in coloro che soffrono di qualche tipo di disturbo correlato al sonno. La paura costante si impadronisce della persona colpita e diventa un incubo riuscire a superare la nottata. Questo processo viene ripetuto costantemente, rendendo molto difficile per il sonno raggiungere la sua fase più profonda.

In generale, coloro che soffrono di questo disagio notturno, di solito diventano persone troppo distratte e con gravi problemi di concentrazione durante la giornata. Questo perché gli attacchi di ansia notturna non consentono un buon riposo, compromettendo gravemente la routine quotidiana di chi soffre di questo disagio.

Per quanto riguarda il sonno , la qualità sarà sempre migliore della quantità. Concentrandosi sul pensiero di non riuscire a dormire, invece di rilassarsi, sarà difficile addormentarsi. Quindi è importante aspettare finché non ti senti assonnato, comprendendo che raggiungerà naturalmente la mente.

CAUSE DI ANSIA NOTTURNA

Non esiste un programma per il manifestarsi dell’ansia , ed è allora che l’ansia notturna fa la sua comparsa. Nonostante il fatto che teoricamente queste siano le ore in cui il corpo e la mente tendono ad essere più rilassati, i disturbi d’ansia hanno diverse forme di manifestarsi, rendendo molto difficile fare una classificazione, che consente di identificare quali sono le loro cause . Alcune persone sono in costante agitazione e altre possono persino rimanere paralizzate dall’ansia.

In accordo con ciò, le accuse che consentono di formulare una diagnosi di ansia notturna sono piuttosto ampie e variano a seconda della persona. Tuttavia, ci sono alcuni problemi che potrebbero essere considerati i motivi per cui appare questo problema. Nella stragrande maggioranza dei casi, le cause di questo tipo di ansia sono:

EPISODI DI STRESS

Durante le attività diurne, un gran numero di persone soffre di ansia, a causa di diversi eventi che si verificano durante il giorno, in una qualsiasi delle aree, che si tratti di famiglia, lavoro, tra gli altri. Se questi eventi si verificano troppo frequentemente, o sono eccessivamente intensi, sorgono pensieri ripetitivi delle situazioni; vale a dire, questi problemi saranno costantemente presi in considerazione, indipendentemente dal fatto che siano cessati.

MENO DISTRAZIONI DI NOTTE CHE DI GIORNO

Quando la mente lavora costantemente su tutti i compiti, non c’è tempo per pensare a qualcosa di negativo. E le cose negative sono quelle che generano le preoccupazioni, e quindi anche l’ansia. Quando arriva il momento di andare a dormire, queste distrazioni non sono presenti. Momento in cui potrebbe comparire l’ ansia notturna .

PREOCCUPAZIONI ANTICIPATE O IMMAGINARIE

In alcuni casi, le persone pensano a probabili conseguenze o eventi che potrebbero essere vissuti in futuro. Anche se non hanno nulla a che fare con la situazione attuale. Portando la mente a pensare senza sosta, e di conseguenza si genera ansia.

RISPOSTE FISICHE

Di notte c’è chi soffre di forti disagi, oltre a dolori in qualche parte del corpo, che uniti all’assenza di distrazioni (che normalmente distraggono la mente), provocano più ansia e addirittura insonnia.

SINTOMI CHE SI VERIFICANO NELL’ANSIA NOTTURNA

Tra i sintomi più comuni che si verificano in una persona che soffre di ansia notturna ci sono:

– Tachicardia, talvolta accompagnata anche da aritmie.

– Tremori, che in alcuni casi si manifestano insieme a tremori.

– Stanchezza.

– Sensazione eccessiva di freddo o di calore nel corpo.

– Intorpidimento di alcune parti del corpo.

– Nausea.

– Dolore ai muscoli.

– Vertigini, che possono essere accompagnate da capogiri.

– Disagio, sensazione di pressione o persino dolore al petto. In alcuni casi si avverte una sensazione di distress respiratorio.

– Sudorazione eccessiva.

COME SI SUPERA L’ANSIA NOTTURNA?


È abbastanza comune in coloro che soffrono di questo tipo di alterazioni, assumere farmaci o sostanze, calmanti.

ESERCIZIO

Avere una buona routine di attività fisica è importante quando c’è un problema di ansia. L’esercizio non offre solo benefici fisici, ma anche a livello psicologico. La scienza è stata in grado di dimostrare che praticare sport migliora notevolmente l’umore. Ma non solo, aiuta anche a rilasciare endorfine e serotonina, che sono sostanze neurochimiche di benessere.

Allo stesso modo, un’attività fisica regolare riduce lo stress, poiché i livelli di cortisolo nel corpo sono ridotti. E quando si sente stanco, la persona può addormentarsi più facilmente.

EVITA SFORZI ECCESSIVI

Mentre l’allenamento aiuta a ridurre l’ansia notturna , ricorda di non allenarti di notte. Questo perché il sistema nervoso sarà molto attivo e gli effetti sarebbero totalmente opposti.

Allo stesso modo, sarà necessario evitare il sovraffaticamento, noto anche come stantio, che è molto diverso dal sovraffaticamento fisico. Quando la persona si allena eccessivamente,  non ha un buon riposo. Generando una grave instabilità nella salute mentale.

MANGIA CORRETTAMENTE

Una dieta corretta è anche di grande importanza quando si tratta di superare l’ansia notturna. Non c’è dubbio che vivere una vita abbastanza sana aiuta ad avere ottime abitudini di sonno. Svolgere un ruolo indispensabile quando si tratta di prevenire l’insonnia.

È importante essere attenti al mangiare notturno. Poiché pasti molto pesanti causano problemi di sonno e ciò porta alla comparsa di ansia notturna .

ATTENZIONE AGLI STIMOLANTI

Non tutti sono influenzati allo stesso modo dall’uso di stimolanti, come nel caso del caffè o della teobromina. È meglio evitare il consumo di prodotti che contengono questa classe di sostanze, soprattutto dopo le 6 del pomeriggio.

DISCONNETTERSI

9 cose che non dovresti mai fare prima di andare a letto che non conosci
La cosa comune è che negli orari delle persone c’è l’uso costante di attrezzature tecnologiche. Chi guarda un film di notte probabilmente andrà a letto all’alba. Situazioni come queste non sono benefiche per il sonno e ovviamente causano ansia notturna.

Studi scientifici hanno confermato che l’uso di apparecchiature elettroniche prima di andare a dormire provoca problemi nell’addormentarsi. Sono effetti che si verificano, poiché l’illuminazione di tutte queste apparecchiature tiene occupata la mente.

PRATICA RESPIRI PROFONDI

Questo è un esercizio che aiuta a focalizzare l’attenzione specificamente sulla respirazione. Evitando poi che compaiano, tutti quei pensieri che generano nervosismo. E quindi provocano ansia notturna .

Per eseguire una corretta respirazione profonda come esercizio, la prima cosa da fare è prendere fiato riempiendo il diaframma. L’attenzione dovrebbe essere focalizzata sul movimento dell’aria, sia in entrata che in uscita.

L’aria viene rilasciata lentamente attraverso la bocca.

IN CONCLUSIONE

Soffrire di ansia notturna è qualcosa di abbastanza fastidioso e dannoso. Inoltre, tutte quelle persone che attraversano questo disagio di solito sperimentano una sofferenza terribile e costante. Riposarsi correttamente è lo strumento migliore per evitare di commettere più errori durante la giornata. I problemi si riducono, così come le preoccupazioni, riposando così meglio la notte.

Condividi se ti è piaciuto