mercoledì - 21 Ottobre - 2020

2 Ottobre: Festa Dei Nonni. Perchè viene festeggiata in questa data? Tante curiosità che vi piaceranno

Il giorno 2 Ottobre, in onore della festività che celebra i Santi Angeli Custodi, è stata istituita la la festa dei nonni: è una ricorrenza civile diffusa in alcune aree del mondo, celebrata in onore della figura dei nonni e della loro influenza sociale. Tale ricorrenza non è festeggiata in tutto il mondo nello stesso giorno. In gran parte dei paesi l’evento è festeggiato nel mese di settembre o di ottobre.

Nella tradizione cattolica, i patroni dei nonni sono i santi Gioacchino e Anna, genitori di Maria e nonni di Gesù, che vengono celebrati il 26 luglio e il 16 agosto (il solo San Gioacchino).

La festa dei nonni è stata creata negli Stati Uniti nel 1978 durante la presidenza di Jimmy Carter su proposta di Marian McQuade, una casalinga della Virginia Occidentale, madre di quindici figli e nonna di quaranta nipoti. La McQuade incominciò a promuovere l’idea di una giornata nazionale dedicata ai nonni nel 1970, lavorando con gli anziani già dal 1956. Riteneva, infatti, come obiettivo fondamentale per l’educazione delle giovani generazioni, la relazione con i loro nonni.

Negli Stati Uniti la festa nazionale dei nonni (in inglese, National Grandparents Day) viene celebrata ogni anno la prima domenica di settembre dopo il Labor Day.

Nel Regno Unito, introdotta nel 1990, dal 2008 viene celebrata la prima domenica di ottobre.



In Canada viene celebrata dal 1995 il 25 ottobre.

In Francia, i nonni e le nonne sono festeggiati ogni anno separatamente. La festa della nonna, già dal 1987, la prima domenica di marzo. Dal 2008 è stata introdotta la festa del nonno la prima domenica di ottobre.

In Italia la festa dei nonni è stata istituita come ricorrenza civile per il giorno 2 ottobre di ogni anno con la legge n. 159 del 31 luglio 2005, quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale. La legge istituisce anche il «Premio nazionale del nonno e della nonna d’Italia», che il presidente della Repubblica assegna annualmente a dieci nonni, in base a una graduatoria compilata dall’apposita commissione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca. Il compito di promuovere iniziative di valorizzazione del ruolo dei nonni, in occasione di tale data, spetta per legge a regioni, province e comuni. La data del 2 ottobre coincide con il ricordo liturgico degli angeli custodi nel calendario dei Santi cattolico.

Il fiore più bello da donare ai nonni

Il fiore ufficiale della festa dei nonni è il nontiscordardimé. Il suo nome scientifico è myosotis, una parola greca che significa “orecchie di topo”, dalla forma della foglia. In Italia è presente in tutte le regioni con un numero variabile di specie.

Il ruolo dei nonni nella società

Ma anche se le coccole dei nonni per i nipoti non hanno prezzo, è proprio la società che li deve ringraziare: il loro aiuto, infatti, innesca sempre una spirale economica positiva. Non solo dà la possibilità ai genitori di lavorare senza pagare costi accessori per la baby sitter (e, secondo uno studio, i nonni che si prendono cura di loro vivono più a lungo) o di scuole o asili privati a cui affidare i bambini. Anche in Italia: si calcola che ogni anno i nonni facciano risparmiare tra 496 milioni e 1,3 miliardi di euro.

La Festa dei Nonni è sicuramente una buona opportunità per ringraziare chi ci è stato vicino nella vita in un momento così fondamentale come l’infanzia e allo stesso modo ci ha aiutato a crescere i nostri figli, seguendoli con amore e dedizione come angeli custodi; i nostri nonni rimarranno per sempre nei nostri cuori, non ci abbandoneranno mai, ovunque essi siano, sulla terra o nell’aldilà.
Approfittiamone allora per goderci dei momenti speciali insieme!

Come dicono diverse ricerche scientifiche, i nonni, più dei genitori, vengono visti dai bambini come i pilastri su cui poggia la famiglia, pertanto ogni nipote prenderà loro come esempio, e rimarrà traccia di loro per sempre nella loro vita.

Curiosità




Nonne nonne udite! c’è una meravigliosa notizia per voi! Siete così importanti nella vita dei vostri nipoti che lascerete l’impronta del vostro DNA dentro di loro.

Numerose le ricerche scientifiche effettuate sul DNA umano che porta a delle scoperte sensazionali: ha rivelato che la nonna materna detiene un ruolo importantissimo non solo a livello affettivo e psicologico, ma anche genetico.

Gli studi parlano chiaramente: il DNA dei nipoti, il loro comportamento, le loro caratteristiche fisiche e il loro temperamento, sono parzialmente influenzati dai geni della nonna materna e questo avviene attraverso la trasmissione e l’ereditarietà. Questa vera e propria condivisione di questi geni con le nostre nonne crea un legame indissolubile che difficilmente potrà estinguersi nel corso del tempo e che lega nonna e nipote in modo prolungato.

Si è dimostrato che i nipoti siano delle gocce d’acqua delle proprie nonne.


Immagine: elderkate / reddit

Potrete leggere questo interessantissimo articolo completo cliccando sul link: I nipoti ereditano gran parte dei geni dalla nonna materna: uno studio lo conferma e rende orgogliose tutte le nonne.

Le torte dedicate ai nonni, dolci e speciali come loro

Potrete così cogliere l’occasione della festività dedicata alle persone più anziane della famiglia per rivivere anche ai vostri figli quei caldi momenti in cui la vostra nonna sfornava il vostro dolce preferito o per omaggiare lei stessa della ricetta che vi ha insegnato e tramandato. Non vi resta che sfogliare la vostra ricetta preferita e mettervi all’opera: buona preparazione e buona festa dei nonni!

Tra le torte scelte in occasione per la festa dei nonni, la tradizione prevede la Torta della Nonna: la base croccante di pasta frolla racchiude un cuore morbido di ricotta e mele, un sapore delicato e unico ravvivato dal gusto intenso della cannella.



Buonissima anche la Torta del nonno, in versione cioccolato: Una base fragrante e friabile di pasta frolla è sormontata da una ganache di cioccolato fondente e resa deliziosa da grosse nocciole croccanti tostate.

Regali per i nonni

Il più bel regalo per la loro festa è sicuramente l’abbraccio dei propri nipoti che lascerà il loro profumo sulla loro pelle. Ma se volete stupirli, potrete regalare il fiore nontiscordardime, oppure stupirli con regali personalizzati. Ce ne sono tanti e per tutte le tasche: partendo dai cuscini personalizzati fino ad arrivare a  calendari personalizzati con le foto dei nipotini,o piuttosto pensando a creme per la nonna o piuttosto ad un accessorio per il nonno, come un bellissimo cappello.

Ti potrebbe anche interessare:

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Perugia, dopo 20 anni scopre che i figli non sono suoi: l’ex moglie dovrà risarcirlo con 150 mila euro

Dramma per un imprenditore umbro che, dopo 20 anni ha scoperto di aver mantenuto, cresciuto ed amato dei figli che in realtà non erano...

Con questi 5 trucchi puoi dimagrire mentre dormi: non è uno scherzo, la scienza lo dimostra

Vorresti perdere qualche chilo senza tanta fatica? Se segui questi 5 suggerimenti basati su studi scientifici recenti, puoi ottenere risultati senza andare in palestra. Sappiamo...

La Svizzera approva salario minimo di 3.500 euro: “Non si può vivere con meno”

Lavorare 8 ore circa e guadagnare 1200-1600 euro: questo lo stipendio italiano di un lavoratore con contratto determinato o indeterminato, che percepisce lavorando in...

Il Papa ha ricevuto un regalo speciale: una Toyota Mirai ad idrogeno per i suoi spostamenti. Valore: 78.000 mila euro

Papa Francesco ha ricevuto in dono dalla Conferenza Episcopale Giapponese una Toyota Mirai alimentata ad idrogeno realizzata per le sue esigenze di mobilità. La...

Ciclisti in gruppo o in fila indiana? Ecco cosa dice il codice della strada

Il decreto legislativo n.285 parla chiaro e coloro che si mettono su strada devono leggerlo attentamente A tutti sarà capitato sicuramente di incontrare per...

“Prima di sparlare degli altri, prendi uno specchio e guardati, ti vergognerai”: le dure parole del Papa sul chiacchiericcio che genera odio

Risuonano forti le parole di Papa Bergoglio che, durante l’omelia, mette in evidenza quanto sia squallido parlare male degli altri, un atteggiamento anticristiano, che...