Hai la pressione alta e vene varicose? Allora devi fare queste 5 cose


La pressione alta e le vene varicose sono un problema di molti e talvolta, cattive abitudini non fanno altro che peggiorare la situazione. Vi diamo 5 consigli da eseguire che risulteranno benefiche e allevieranno sia il fastidio sia delle vene varicose e sia dell’ipertensione.

Quando avvertiamo piedi freddi o intorpidimento delle dita dei piedi, il nostro corpo ci sta avvertendo che c’è un problema di tipo circolatorio. Se ciò accade ogni giorno, hai bisogno di un controllo medico poichè potrebbe trattarsi di un problema da non sottovalutare. E’opportuno in primis controllare che la circolazione del sangue poichè, se troppo alta o troppo bassa, potrebbe causare problemi ai reni, problemi alle vene varicose e altre malattie.

Vene varicose, un problema da non sottovalutare

Osservando le proprie gambe può capitare di notare delle vene bluastre e sporgenti su gambe, caviglie, piedi che si diramano dal basso verso l’alto e talvolta possono sembrare eccessivamente prominenti. A volte è opportuno non sottovalutare il problema che oltre ad essere estetico, può essere anche di salute perciò va chiesta una consulenza medica. Esporre le proprie gambe senza alcun problema o alcun imbarazzo è un diritto di tutti ma è opportuno seguire dei ben precisi accorgimenti per salvaguardare la loro salute.

Le cause che generano le vene varicose sono molteplici, tra cui:




-L’insufficienza venosa. Essa è una condizione patologica dovuta ad un difficoltoso ritorno del sangue al cuore e si può riconoscere poiché si generano dei gonfiori, degli edemi sulle gambe.

-Cause ormonali. L’eccessivo stimolo ormonale in gravidanza o in condizioni di squilibrio di progesterone ed estrogeni, può generare la nascita di vene sporgenti e dolorose.

-Sedentarietà. La prolungata posizione eretta o seduta non permette un corretto ritorno venoso e predispone a sviluppare vene bluastre.

Spesso anche la pressione alta è correlata a vene varicose e insufficienza venosa.

Pressione alta

Si parla di pressione bassa quando essa scende sotto i 90 mmHg di massima e 60 mmHg di minina ed è proprio in questo caso che si avvertono: nausea, capogiri, visione offuscata, sensazione di testa leggera, svenimenti.

Si parla anche di pressione arteriosa alta quando la massima si aggira su 140/160mmHg di massima e 90/100 mmHg di minima.




Abbiamo preparato per voi questa lista di cose da fare per alleviare e risolvere due problemi diversi (pressione alta e vene varicose) accomunate dalla stessa soluzione.

Ecco i consigli per e che soffri di pressione alta e vene varicose

1. Sostituire il vino alla birra

Studi condotti rivelano che il vino, in presenza di pressione arteriosa alta e vene varicose deve sostituire qualsiasi altra bevanda alcolica poichè solo esso può apportare benefici cardiovascolari. Rispetto ad altri tipi di alcol, il vino offre maggiori benefici perché contiene antiossidanti e altri composti vegetali . Ma berlo con moderazione è la chiave: un bicchiere per le donne e non più di 2 al giorno per gli uomini.

2. Introdurre nelle pietanze peperoncino e pepe cayenna

Secondo gli esperti, quel peperoncino che fa parte della cucina di molti paesi del mondo, contiene la componente capsaicina, che a dosi terapeutiche produce un effetto positivo sull’organismo umano.

Il peperoncino e il pepe di cayenna espandono i vasi sanguigni e aumentano il flusso sanguigno . Aiutano il sistema cardiovascolare a funzionare meglio e mantenere la pressione sanguigna normale, scaldando le mani e i piedi (quando hai mani o piedi freddi significa flusso di sangue povero). Il peperoncino di Cayenna è ricco di vitamina A; contiene inoltre le vitamine B6, E e C (sebbene quest’ultima sia presente in quantità minime); la riboflavina, potassio e manganese.[5] Tra gli alcaloidi contenuti nel peperoncino di Cayenna vi è la capsaicina, che stimola i recettori del calore e del dolore dell’epidermide, causando quindi un afflusso di sangue più intenso e una migliore ossigenazione dello stesso.

3.Indossate abiti larghi






Indossare abiti stretti fa male alla nostra salute poichè possono possono accentuare la formazione di vene varicose. Per questo motivo è opportuno indossare abiti o pantaloni morbidi.

4. Aggiungete cibi ricchi di acido folico.

L’acido folico è importantissimo poichè previene la formazione di coaguli di sangue e delle vene varicose, regola la pressione sanguigna e aiuta a equilibrare l’omocisteina, che rappresenta un valore ematico fondamentale, indica un fattore di rischio pericolosissimo perché genera trombosi, infarti, embolie, Alzheimer ed è causa di morte improvvisa per circa 400.000 casi solo in Italia. L’acido folico e le vitamine B12 e B6, sono coinvolti nelle vie metaboliche dell’omocisteina e sono in grado di incrementarne la trasformazione e l’escrezione, riducendone così i livelli plasmatici.

Fonti di acido folico:

Verdure a foglia scura (spinaci, cime di rapa, lattuga)
Broccoli e avocado
Agrumi (arance, pompelmi), papaia, banane, fragole
Fagioli, piselli e lenticchie
Semi e noci (semi di girasole, mandorle, noci)
Cavolfiore, barbabietole, mais e carote

5. Sollevare i piedi.

Metti i piedi su un cuscino, all’altezza del cuore poichè migliora la circolazione in una volta sola, eliminando le vene nelle gambe . Vi aiuta anche a rilassarvi. Alzare le gambe riduce lo stress e la pressione sui vasi sanguigni e sulle vene.

Suggerimento: muovendo in modo circolare le dita dei piedi, avrete la possibilità di migliorare la circolazione sanguigna.

5. Fate un massaggio.

Un massaggio fatto bene aumenta la circolazione locale in quanto stimola il flusso sanguigno nei tessuti molli. Diversi studi hanno dimostrato che il massaggio influisce positivamente sulla funzione vascolare periferica . I movimenti fermi ma delicati dovrebbero essere diretti verso il cuore per promuovere la linfa e il flusso di sangue venoso.