Ti sei accorta di avere dei lividi ma non sai come te li sei fatti? Ti spieghiamo la motivazione della loro comparsa


Ti è capitato sicuramente di osservare il tuo corpo e di aver notato dei lividi che fino al giorno prima non c’erano e ti sarai chiesta in che modo te li sei fatta. Da dove saranno spuntati fuori? Non sei caduta, niente urti, spinte, non hai fatto a botte con nessuno, niente calci…ma i lividi sono comunque lì sulla tua pelle.

In realtà i lividi possono comparire per diverse ragioni che ora vi spiegheremo.

Lividi che compaiono dal nulla

I lividi si formano quando i tessuti molli del corpo vengono urtati. Quando ciò accade, le piccole vene e i capillari (i più piccoli vasi sanguigni) sotto la pelle a volte si rompono. I globuli rossi fuoriescono da questi vasi sanguigni. Questi globuli rossi che si accumulano sotto la pelle causano quel segno bluastro, violaceo, rossastro o nerastro. Ecco dove i segni neri e blu prendono il loro nome – dal loro colore sotto la pelle.

Generalmente quindi, i lividi si formano per diversi motivi, anche se la maggior parte dei casi si formano a causa di urti, accidentali o meno.

Quelle a soffrirne maggiormente sono le donne poiché la loro pelle è costituita da una più alta percentuale di grasso, estrogeni e meno collagene. Di conseguenza i capillari sono più fragili e dilatati rispetto a quelli degli uomini.

Le parole dell’esperto

A far chiarezza su questo argomento vi è Dawn Davis, dermatologo presso la Mayo Clinic, che spiega: “Esiste un fenomeno denominato effetto Tindell per cui i colori dei lividi cambiano a seconda dello strato di pelle in cui si verificano. Più sono profondi più sono scuri.”

Il dermatologo Jeffrey Benabio, invece spiega: “Il denso strato di collagene è più spesso, negli uomini, per cui i vasi sanguigni sono più protetti. Allo stesso modo, le differenze strutturali tra la pelle maschile e quella femminile si vedono da cose come la cellulite”.

La nostra pelle è costituita inoltre da collagene, responsabile dell’elasticità cutanea e protegge i vasi sanguigni dagli urti. Le donne in particolare, hanno meno collagene rispetto agli uomini, e tende a diminuire nel tempo. Il grasso sottocutaneo, invece, non offre la stessa protezione.
Inoltre la facile formazione dei lividi nelle donne potrebbe essere dovuta anche alla presenza di estrogeni.

Lividi ed estrogeni

Le donne, rispetto agli uomini, hanno alti livelli di estrogeni e, se si assume la pillola, il dosaggio degli estrogeni è ancora di più. Gli estrogeni purtroppo indeboliscono i vasi sanguigni. Gli scienziati non sanno ancora spiegare con esatta precisione perché questo accada, ma gli estrogeni, i principali ormoni sessuali femminili, impediscono il rafforzamento dei vasi sanguigni. Inoltre questi ormoni hanno anche un’azione vasodilatatrice, ovvero fanno in modo di tenere aperti i vasi sanguigni e di conseguenza aumenta il rischio della formazione di lividi.

Questo potrebbe giustificare il fatto che, quando vi è un calo di questo ormone, la donna inizia a soffrire di vene varicose, associate alla menopausa.