Omocisteina: l’esame che i medici non prescrivono mai ma che può salvare la vita. Indovinate perché?


Durante gli esami di routine siamo abituati a controllare valori quali: colesterolo, emoglobina, glicemia, ferritina, sideremia, colesterolo, ma perché mai nessun medico prescrive il conteggio dell’omocisteina?

Prescritto solo in gravidanza per valutare la possibilità di danni da spina bifida, dovrebbe essere controllato a tutti, costa solo 12 euro per chi non è esente da ticket eppure nonostante ciò, nessuno ne è a conoscenza di quanto questo esame sia importante. Controllare l’omocisteina significa potersi salvare la vita in tempo, infatti, rappresenta un campanello d’allarme che potrebbe metterci in guardia per tante patologie, aiutando ogni paziente a capire i veri fattori che lo influenzano.

Ma perche i cari medici non lo prescrivono se è un parametro cosi importante ed un vero salvavita? Cosa c’è sotto? Semplice distrazione o forse si coprono sporchi interessi di parte? Forse una prevenzione così facile porterebbe ad un tracollo economico sul campo delle medicine e visite?

Ebbene cari lettori, la risposta è molto semplice: noi poveri pazienti non dovremmo sapere che l’omocisteina è un vero killer per la salute, è un amminoacido che smaschera il business ed è per questo che non è prescritto, per sporchi interessi economici da chi ci guadagna ma che in realtà, allo stesso tempo, ci inganna a fare “falsa”prevenzione facendoci fare dei check-up non propriamente sufficienti.

Cerchiamo di capirne di più: fattori di rischio

L’Omocisteina è un amminoacido presente nelle proteine, presente in latticini e uova e quando è in eccesso causa danni superiori al colesterolo.

Rappresenta un valore ematico fondamentale, indica un fattore di rischio pericolosissimo perché genera trombosi, infarti, embolie, Alzheimer ed è causa di morte improvvisa per circa 400.000 casi solo in Italia.

E’un vero è proprio killer silente!

Alcuni danni causati da un aumento di omocisteina, iperomocisteinemia
  1. cancro
  2. alzheimer
  3. spina bifida
  4. ictus / trombosi
  5. malattie vascolari
  6. malattie cardiache
  7. depressione
Alcune cause che concorrono all’aumento di omocisteina
  1. Sedentarietà e lo stile di vita
  2. Caffeina
  3. Polveri sottili e l’inquinamento 
  4. Farmaci
  5. Carenza vitamine B2, B6, B12 ed acido folico  
  6. Vitamina D
  7. Difetto genetico
  8. Ipotiroidismo
  9. Psoriasi,
  10. Lupus eritematoso sistemico
  11. Artrite reumatoide
  12. Sindrome metabolica
  13. Sclerosi multipla
  14. SLA
  15. Alcolismo
  16. Tabagismo
Cari lettori, uomini e donne avvisati, mezzi salvati!

© Riproduzione riservata