venerdì - 23 Aprile - 2021

Coronavirus: 10 modi per difendersi dall’epidemia

Durante il periodo di un’epidemia, come quella che è piombata prepotentemente nel nostro paese, le persone possono facilmente avere paura e pensare che ammalarsi sia inevitabile o prendere qualsiasi misura drastica per salvarsi. L’importante è seguire attentamente i consigli degli esperti e trovare le diverse soluzioni per tenerti al sicuro.

Noi che teniamo molto a cuore questa emergenza sanitaria, vogliamo aiutarti a capire in che modo puoi difenderti e rimanere in salute durante i periodi di epidemia, quindi condividiamo con voi i più importanti consigli degli esperti. Ricordiamo che i consigli elencati sono generici e devono essere usati per qualsiasi epidemia o influenza.

1. Tenere i familiari malati a casa.

Uno dei motivi per cui le persone tendono ad ammalarsi durante i mesi invernali è probabilmente perché il freddo spesso costringe le persone a restare a casa o in loghi caldi e chiusi, facilitando la diffusione delle malattie. Per questo motivo, se tu o una persona cara hai segni di malattia, evita di uscire in pubblico. Nei casi più gravi, i malati potrebbero essere messi in quarantena o in isolamento .

2. Prevenire prima che si manifestino i sintomi.

Per le persone che già assumono farmaci per l’asma o le allergie, potrebbe essere una buona idea parlare con il proprio medico di un piano di pre-trattamento , in cui trattano i sintomi prima che si verifichino, per aiutare a prevenire il rischio di malattie.

3. Disinfettare gli oggetti che vengono regolarmente utilizzati.

Proprio come le persone dovrebbero evitare di uscire in pubblico quando si ammalano, può essere altrettanto importante per le persone che sono attualmente in buona salute evitare uno stretto contatto con le persone che mostrano sintomi visibili. Allo stesso modo, è necessario disinfettare regolarmente gli oggetti toccati di frequente in casa o nel proprio posto di lavoro, in questo modo è possibile evitare il contatto indiretto con una persona malata.



4. Cuocere correttamente carne e uova.

Il cibo può contenere batteri velenosi e può far ammalare le persone mangiando quel cibo o semplicemente toccandolo. La maggior parte degli alimenti, in particolare carne, pollame, pesce e uova, deve essere cotta correttamente per uccidere questo batterio. Normalmente, gli alimenti devono essere cotti a circa 75 ° C (167 ° F) o più caldi e quando consumati devono essere almeno a 60 ° C (140 ° F).

5. Evitare il contatto con animali selvatici o da allevamento.

Vari animali possono trasportare germi dannosi che possono causare una varietà di malattie nelle persone. Conosciute come malattie zoonotiche , possono essere diffuse al tatto, al morso o persino abitando la stessa area di un animale. Gli animali da allevamento, così come gli animali selvatici, possono essere pericolosi per l’uomo, specialmente durante un’epidemia. Quando possibile, evita di stare troppo vicino a questi animali. Se entrare in contatto con loro è inevitabile, è meglio lavarsi e disinfettare le mani dopo aver avuto a che fare con loro, i loro rifornimenti o le aree in cui vivono.

6.Lavare spesso gli asciugamani.

Le persone possono avere l’abitudine di riutilizzare lo stesso asciugamano o canovaccio per tagliare più giorni, ma non è sempre sicuro questo modo di fare. Gli asciugamani possono essere un terreno fertile per i germi, specialmente quando i malati o coloro che sono infetti li usano. È importante per le persone pulire e sostituire gli asciugamani nei loro spazi abitativi condivisi, come nelle cucine o nei bagni.



7. Resta idratato.

Quando non ti senti bene, il tuo corpo inizia a usare più liquidi del solito , quindi puoi disidratarti senza nemmeno accorgertene. Bevi circa 8 bicchieri di liquidi al giorno , come acqua, brodo, succo di frutta, latte o caffè decaffeinato. Aggiunto a questo, puoi anche succhiare cubetti di ghiaccio, ghiaccioli  o usare un umidificatore. Evita le bevande zuccherate o contenenti caffeina.

8. Fare scorta di forniture.

Se nella tua zona si verifica un focolaio, potresti non riuscire a uscire di casa. Per prepararsi a questo, potrebbe essere una buona idea fare scorta di cibo e acqua, per un valore di circa 2 settimane alla volta . Prova a trovare alimenti non deperibili , come articoli in scatola e cibi in scatola, che possono essere facilmente conservati. Assicurati anche di fare scorta di carta igienica, prodotti per la pulizia, fazzoletti, alimenti per animali domestici, articoli sanitari e tutte le forniture mediche di cui potresti aver bisogno, come i farmaci.

9. Indossare guanti in pubblico.

Come accennato, i germi sono spesso diffusi tra le mani. Indossare guanti e maschere chirurgiche può essere d’aiuto, ma è necessario utilizzarli correttamente. Per i guanti, è importante ricordare che è possibile avere i germi sulle mani quando si tolgono i guanti, quindi assicurarsi di lavarsi regolarmente le mani dopo averli tolti, proprio come gli operatori sanitari. In effetti, è spesso una buona idea lavarsi le mani prima e dopo aver indossato i guanti. Inoltre, compra solo guanti resistenti che proteggono i germi. Marchi più economici potrebbero consentire ai batteri di penetrare nel materiale.

10. Indossare correttamente le mascherine.

In genere, le mascherine sono utili, ma è diventato molto comune per le persone utilizzarle in modo improprio. Per cominciare, dovrebbero davvero essere indossati da persone che hanno già segni di malattia , non persone sane, per evitare di diffondere possibili malattie. Sono particolarmente importanti per gli operatori sanitari e le persone che si prendono cura degli altri in spazi ristretti. Quando una maschera facciale viene fornita con un lato colorato, essa deve essere rivolta verso l’ esterno ed è importante indossarlo correttamente per utilizzare il filtro . È anche importante sostituire regolarmente le maschere dopo ogni utilizzo, oltre a pulire viso e mani prima e dopo ogni utilizzo.

Tieniti aggiornato sulle informazioni.

Ci sono tante informazioni che girano in rete. Assicurati di leggere quelle da fonti sicure. Chiedi sempre al tuo medico se hai dei dubbi e ricordati di non “affollare” il pronto soccorso se pensi di essere infetto: chiama il numero 1500.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti