Sintomi che rivelano problemi al fegato e se il fegato è ingrossato


Il fegato è un organo indispensabile e tanto prezioso: è il laboratorio chimico del nostro organismo. E’ l’organo che interviene nel metabolismo dei grassi e delle proteine e filtra ogni sostanza che arriva nel nostro corpo. Per questo motivo è necessario che sia in buona salute e che ognuno di noi possa riconoscere tutti i sintomi che ne indicano un cattivo funzionamento.

Pensi che il tuo fegato possa avere qualche problema poichè hai percepito degli strani sintomi? Non farti prendere dal panico e seguici in questa breve guida che potrà chiarirti un pò le idee sulla funzione del fegato e quali sono i reali campanelli d’allarme che indicano problemi di salute.

Il fegato: funzione di un organo eccezionale

Il fegato è certamente l’organo che possiede tra le più complesse, ed in parte misteriose funzioni del corpo umano. Esso riceve sangue sia arterioso, ricco in ossigeno, tramite l’arteria epatica, sia venoso. Strategicamente localizzato a livello della parte alta dell’addome destro, il fegato ha come compito fondamentale quello di drenare il sangue di provenienza intestinale, catturarne le sostanze nutritive in esso contenute derivanti dalla dieta, metabolizzarle e distribuirle agli altri organi.

Oltre alle sostanze buone, il nostro corpo introita quasi regolarmente sostanze dannose (farmaci, tossici ambientali e additivi alimentari). Tutta questa spazzatura viene eliminata massimamente dal fegato attraverso complesse reazioni chimiche che portano alla formazione di composti solubili in acqua che verranno successivamente eliminati per via renale e/o intestinale.

Se il fegato è in cattiva salute e non funziona come dovrebbe, l’organismo non è adeguatamente purificato dalle tossine, e possono verificarsi disturbi digestivi, ma anche problemi più gravi.

Il fegato però può ammalarsi per diversi fattori: i principali fattori lesivi per il fegato o epatolesivi, come si dice in termini tecnici sono:

  • Agenti infettivi (ad esempio: virus, batteri, parassiti), principalmente virus che sono di solito chiamati con le lettere dell’alfabeto (A, B, C, D, E, F, G);
  • Sostanze tossiche (ad esempio: farmaci, alcool, sostanze chimiche);
  • Patologie di altri organi (ad esempio: cardiopatie, malattie metaboliche, tumori).

Uno studio fatto dal Fondo per lo Studio delle Malattie del Fegato ha permesso di scoprire come circa il 20% della popolazione generale italiana ha sintomi e/o segni (le famose transaminasi alterate !) di un danno epatico, per fortuna modesto. Ciò è dovuto per fortuna solo in parte al virus C ed all’abuso alcolico, per gran parte invece alle cattive abitudini alimentari ed al consumo di cibi troppo grassi.

Questo articolo ha proprio l’intento di aiutarvi a identificare 7 sintomi che possono indicare che qualcosa non va nel vostro fegato.

Sintomi e campanelli d’allarme

Fate attenzione a questi sintomi e se persistono, rivolgetevi al vostro medico.

1.)Bocca amara e alito cattivo

Avere un alito poco piacevole può risultare del tutto normale se abbiamo ingerito dei cibi in particolare. Ma se l’alitosi persiste, potrebbe significare che il fegato ha uno scompenso chimico. Vi accorgerete che ci sono problemi al fegato se il vostro alito avrà un odore simile a quello dell’ammoniaca. Tuttavia, anche sentire in modo costante un sapore amaro in bocca può anche essere causato dal cattivo funzionamento del fegato.

2.) Angioma stellare

L’angioma stellare compare spesso sulla pelle di chi fa uso di molto alcol. Essa è una macchia a forma di ragnatela rossastra. Questo cambiamento cutaneo si verifica solitamente nella parte superiore del corpo, ad esempio sul viso, sul collo, sulle mani o sul petto. Se lo notate sul vostro corpo e non siete degli alcolisti, può significare che il vostro fegato è in cattiva salute e potreste soffrire di cirrosi epatica.

3.) Mal di pancia

Il dolore nella regione addominale superiore a destra è un chiaro segnale di problemi al fegato, poiché l’organo si trova esattamente in questo punto del corpo umano. Questo mal di pancia può anche indicare un’infezione in corso o livelli alti di colesterolo ed è più comune dopo aver bevuto troppo alcool o aver assunto troppi farmaci.

4.) Stanchezza cronica

La stanchezza è un sintomo che proviamo spesso anche a causa dello stress e non sempre è un fattore preoccupante. Tuttavia, se la condizione persiste per un periodo di tempo più lungo, può indicare che qualcosa non va, in particolare nel fegato. Nelle persone che si sentono stanche già dopo il risveglio, il fegato probabilmente non funziona correttamente e non è in grado di convertire correttamente il cibo in energia.

5.) Allergie e prurito in tutto il corpo

Il primo sintomo del fegato ingrossato è proprio un prurito diffuso. Se il fegato non è più in grado di filtrare tutte le sostanze nocive, il corpo umano può produrre anticorpi che causano prurito in tutto il corpo e la comparsa di macchie rosse. In questo stato il fegato non è in grado di espellere le sostanze nocive pertanto l’orticaria prende il sopravvento.

6.) Palmo della mano arrossato

Quando il palmo della mano è arrossato può indicare la presenza di problemi al fegato. Questa condizione è denominata “Eritema palmare”, segno di disfunzione al fegato, a cominciare dalla cirrosi.

A causa di uno disfunzione del fegato, si ha una ridotta funzionalità epatica, i vasi sanguigni delle mani si distendono e appaiono più rossi del normale. Questo sintomo si manifesta spesso nelle persone dai 50 anni in su. Quindi è meglio dare un’occhiata al palmo della mano ogni tanto.

7.) Urine scure

Il colore della nostra pipì può svelare se siamo in ottima salute. Si verifica spesso quando non si beve abbastanza acqua pertanto risulta particolarmente concentrata. Tuttavia, la presenza di urine scure per un lungo periodo di tempo e nonostante l’assunzione di liquidi a sufficienza, può indicare dei danni al fegato, ma anche l’ostruzione del flusso biliare, che incrementano la  concentrazione di bilirubina nelle urine, che le rende più scure.

8.) Transaminasi

Se avete di recente effettuato esami del sangue recenti, di routine, e il valore Transaminasi è elevato, vuol dire che c’è qualcosa che non va. Le transaminasi sono enzimi che si trovano nel fegato, tra cui alanina transaminasi (ALT), aspartato transaminasi (AST), fosfatasi alcalina (ALP) e gammaglutammiltransferasi (GGT).

L‘Alt in caso di lesioni viene riversata nel sangue aumentando quindi la concentrazione presente oltre i limiti normali.

L’Alp aumenta quando può indicare l’ostruzione dei dotti biliari (per esempio a causa di calcoli alla cistifellea).

Albumina e proteine totali aumentano se ci sono lesioni al fegato.

Cause che fanno ammalare il fegato

Le cause comuni di disfunzione epatica sono l’obesità grave, l’abuso di bevande e cocktail alcolici, l’uso di droghe e farmaci, o semplicemente cause genetiche. Per prevenire problemi al fegato, è necessario diminuire o eliminare dalla dieta cibi ricchi di grassi e zucchero e dare preferenza ai cibi ricchi di fibre: cereali integrali, frutta e verdura, acqua e limitare il consumo di alcol e bevande zuccherate. Fare attività fisica e tenere sempre sotto controllo il peso è fondamentale per il benessere del fegato.

Fonte consultata: fegato.it