giovedì - 21 Gennaio - 2021

La curcuma, un alleato contro l’Alzheimer e il Parkinson

 

La curcuma, presente nel Curry, al quale conferisce il suo aspetto giallo, contribuisce a proteggere il cervello dalle demenze come l’Alzheimer e il Parkinson, combattendo l’invecchiamento cerebrale precoce.

L’ Alzheimer il Parkinson sono due malattie neuro-degenerative, che colpiscono molte persone, in particolare anziani, compromettendo la qualità della loro vita.

Nel morbo di Alzheimer avviene una perdita di neuroni e sinapsi (giunzioni specializzate che consentono la comunicazione fra le cellule del sistema nervoso o con altre cellule) nella corteccia cerebrale e in alcune zone della sottocorteccia. Tale perdita provoca atrofia di alcune parti del cervello e la conseguente perdita di abilità nel soggetto che ne è affetto.

Le principali caratteristiche di questa malattia sono:
  • perdita di memoria
  • perdita della capacità di compiere atti volontari (es. allacciarsi le scarpe, aprire la porta ecc)
  • incapacità di parlare o comprendere il linguaggio
  • incapacità di riconoscere gli oggetti e il loro uso appropriato
  • cambiamenti di personalità

Il morbo di Parkinson è causato dalla degenerazione e dalla morte di cellule nervose situate in una zona del cervello chiamata Sostanza Nera; la lesione in questa parte del cervello arresta la produzione di dopamina, un neurotrasmettitore che controlla molte funzioni motorie.

I principali sintomi della malattia sono:
  • Tremore, presente nel 70% dei pazienti
  • Rigidità muscolare
  • Lentezza dei movimenti
  • Disturbi nel senso di equilibrio e nella camminata
  • Depressione
  • Difficoltà a dormire
  • Riduzione dell’olfatto e della voce

Importanti studi condotti alla Oregon State University, sostengono che la curcumina, contenuta appunto nella spezia curcuma, è una buona alleata nella prevenzione di malattie neuro-degenerative come il Parkinson e l’Alzheimer. I ricercatori della Michigan State University, hanno trovato che questo composto naturale è in grado di prevenire la formazione distruttiva dell’ alfa-sinucleina, proteina coinvolta in molti aspetti dello sviluppo, della funzione e della degenerazione del sistema nervoso, caratteristica appunto di malattie come il morbo di Parkinson e l’ Alzheimer.

La curcuma è inoltre componente importante nella preparazione del Curry, un composto di spezie, molto usato nella cucina indiana. I ricercatori consigliano l’assunzione di questo composto durante i pasti e suggeriscono dai 300 ai 500 mg il giorno per prevenire il declino neurodegenerativo. Basti pensare che in India, dove si fa uso quotidiano di curry, e quindi di curcumina, sia l’Alzheimer che il Parkinson hanno un’incidenza bassissima
rispetto ad altre parti del mondo.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Ecco il primo capoluogo d’Italia che pagherà chi va al lavoro in bici, fino a 25€ al mese

  Chi non vorrebbe essere pagato per andare in bici, a lavoro senza spendere denaro per il carburante e facendo una lunga passeggiata di salute?...

5 farmaci che invece di curarci ci distruggono la salute

Ogni anno in Italia ogni persona assume in media, ogni giorno, 1.7 dosi di farmaci al giorno, per un totale di 1.1 milioni di...

7 consigli scientifici su come rendere felice il tuo cervello

Essere veramente felici è un processo che funziona da dentro e fuori. Se vuoi ridurre i livelli di stress, smettere di pensare troppo e...

I 20 cibi più diuretici che sgonfiano l’addome e fanno dimagrire

Una cattiva alimentazione, l'eccessiva sedentarietà, il consumo di sale in eccesso, squilibri ormonali, ci portano ad accumulare un eccessiva quantità di liquidi senza avere...

Usa del nastro adesivo per rimuovere i calli

I calli sono strati ispessiti di pelle che si formano dall'attrito costante di quella zona con altre superfici. Quando appaiono sui piedi, può generarsi...

Rimedi casalinghi efficaci per curare le ustioni

Le ustioni sono ferite sulla pelle causate dal contatto diretto con il calore. Esistono 2 tipi di ustioni che possono essere considerate ustioni minori...