La curcuma, alleato della salute, previene l’ictus e non solo, scopriamolo insieme.


Utilizzarlo per insaporire i piatti, è un toccasana per la salute

La curcuma è una spezia molto diffusa ed aromatica utilizzata per insaporire i piatti ma non solo; appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae, ed è coltivata in India.  I benefici che apporta sulla nostra salute sono meravigliosi infatti è un antivirale, un antibatterico e un antitumorale.

Ha un colore giallo intenso, quasi arancione, molto simile nel gusto allo zenzero. Nei centri commerciali la troviamo sotto forma di tubero ma anche in polvere.

La curcuma è utilizzata molto in cucina ma molti sono ancora un po’ scettici. Perfetta per condire il curry, zuppe, verdure, il pesce, la carne sulla piastra, sulle patate, nelle tisane in particolare nel tè.

Sono stati circa 6000 gli studi che hanno confermato che attualmente questa spezia è la più utilizzata e coltivata nel mondo e i medici di tutto il continente sono concordi sul fatto che consumarne un cucchiaino al giorno sia un medicinale perfetto per curare il corpo e la mente poiché combatte molte patologie senza effetti collaterali.

Un accorgimento di notevole importanza per trarre i benefici da questa eccezionale spezia è quello di abbinarla ad un po’ di pepe nero, oppure insieme ad un grasso sano tipo olio di cocco, olio d’oliva  poiché ne facilitano l’assorbimento e rende la curcumina biodisponibile ed efficace.

Scopriamo insieme perché è cosi importante aggiungerla alle nostre pietanze, quali sono i suoi vantaggi sulla nostra salute e credo che dopo aver letto ciò, sarete intenzionati ad assumerla ogni giorno.

I benefici della curcuma

Antiossidante, antinfiammatorio e previene l’invecchiamento. Ecco i suoi mille benefici:

Azione anti infiammatoria ed antibiotica

Il principio attivo, chiamato curcumina, agisce come anti-infiammatorio naturale per alleviare artriti, pancreatite, dolori intestinali, infiammazioni ai denti e alle orecchie. Molto efficace, alla pari di un qualsiasi farmaco chimico.

Riesce anche avere azione anti batterica e antivirale, infatti, è perfetta durante la stagione fredda quando arriva l’influenza e altri mali stagionali.

Favorisce e migliora la digestione

E’in grado di accelerare i processi digestivi in particolare l’eliminazione dei gas intestinali, alleviare i sintomi dell’iper-acidità gastrica dovuta a reflusso gastroesofageo e stimolare la cistifellea ad accelerare la scissione dei grassi. E’per questo motivo che è controindicata per chi ha rimosso la cistifellea o ha problemi legati ad essa.

Aumenta il funzionamento cerebrale

E’proprio la curcuma ad avere un ruolo significante nella prevenzione di malattie molto gravi come Alzheimer e demenza, ictus, encefalopatie e ha un effetto positivo in generale sulla funzione cognitiva. La curcumina che è il principio attivo presente nella sua radice è in grado di attraversare la barriera emato-encefalica e di legarsi direttamente alla placca. Gli studi condotti su questo straordinario beneficio sono stati molteplici e tutti hanno confermato quanto detto.

Agisce sul sistema cardiovascolare prevenendo gli infarti

La curcumina che il nostro corpo riesce ad assimilare prima di essere espulsa con le feci e le urine è in grado di sciogliere le placche che si formano nelle arterie a causa degli alti livelli di colesterolo cattivo; questo comporta un aiuto efficace per l’intero sistema cardiovascolare in particolare riduce così la probabilità di avere infarti o problemi al cuore.

Previene l’invecchiamento

Riesce a combattere i radicali liberi efficacemente ed elimina le scorie e le tossine del corpo. Questo comporta un rallentamento del processo d’invecchiamento e ci aiuta a mantenerci più giovani nel tempo.

Proprietà anti-neoplastiche

Studi condotti dell’associazione di Umberto Veronesi e di molti altri centri oncologici di ricerca sono concordi nella reale efficacia della curcuma per l’azione anti cancro.

Utile per il trattamento del tumore al colon, al seno, alla prostata, al polmone e della pelle. Essa è in grado di inibire la proliferazione delle cellule tumorali e indurre la loro morte (apoptosi), soppressione infiammatoria e progressione delle metastasi.

Le sue virtù sono cosi straordinarie e importanti per la nostra salute. Perché rinunciarci? Se vogliamo bene a noi stessi, dobbiamo aver cura di scegliere anche cosa mangiare. Prevenire è sempre meglio che curare!

© Riproduzione riservata