martedì - 23 Novembre - 2021

Ecco come eliminare l’odore rilasciato dal cavolfiore durante la cottura che invade la casa

In generale, l’aroma che emanano i cibi cotti è gradevole; ma è anche vero che alcuni cibi producono l’effetto opposto, emettono un cattivo odore. E la cosa peggiore è che può rimanere per ore nella nostra cucina e quindi in tutta la casa. In questo articolo ti daremo alcuni accorgimenti per evitare, o in mancanza, al massimo per ridurre al minimo questi odori sgradevoli.

Ci sono verdure che perdono tutto ciò che è sano e nutriente con l’odore e che non stimola esattamente il nostro stomaco. Per poter mangiare cavolfiore o cavolo cappuccio senza rendersi conto dei cattivi odori, proponiamo un accorgimento molto semplice.

Un’altra soluzione può essere quella di mettere una fetta di pane direttamente dentro la pentola, avendo però prima cura di bagnarlo con dell’aceto bianco o del limone. Due aromi questi però un po’ troppo forti, che rischiano di compromettere il sapore del cavolfiore.

Cavoli: addio l’odore dalla tua cucina

Cavolfiori, cavoli, cavoletti di Bruxelles, ecc, queste verdure hanno un odore caratteristico piuttosto sgradevole quando sono cotte. Ci sono due modi per neutralizzarli o meglio attenuarli, perché l’aroma non va via così facilmente. Ecco come:

-Non tritare troppo le verdure.

-Aggiungere una spruzzata di aceto bianco o succo di limone all’acqua di cottura una volta che le verdure saranno bollite.

-Puoi anche aggiungere una spruzzata di latte nella stessa acqua.
Aggiungere all’acqua di cottura una foglia di alloro o dei semi di finocchio.

-Riduci il tempo di cottura.

-Per i cavoletti di Bruxelles è meglio mettere un po di pangrattato imbevuto di succo di limone o aceto sul coperchio della casseruola.

Tra i rimedi migliori per evitare che il cavolo inondi la casa di odore puzzolente, basterà aggiungere un cucchiaio di Bicarbonato di Sodio  all’acqua di cottura in modo che gli odori che emanano le verdure a cottura ultimata siano molto più discreti e si possa continuare a mangiare sano.

Mai rinunciare al cavolo solo per il suo odore

Un vegetale così ricco di proprietà benefiche, andrebbe mangiato con molta costanza, senza rinunciare solo per il suo odore pungiglioso.

I cavoli sono perfetti per affrontare il periodo invernale, quando le nostre difese immunitarie devono essere ben forti e pronti ad attaccare virus e batteri. I cavoli sono ricchi di:

  • Magnesio
  • Acido folico
  • Manganese
  • Fibre
  • Fosforo
  • Potassio
  • Vitamina B6
  • Vitamina K
  • Vitamina C

Addio all’odore con i rimedi della nonna

I rimedi della nonna sono sempre i migliori e tra i tanti consigli tramandati che funzionano, vi è quello di mettere una patata sbucciata insieme al cavolo, durante la cottura.

Volendo va bene anche utilizzare delle foglie d’alloro, ovvero buttarne qualcuna nell’acqua di cottura.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti