giovedì - 29 Febbraio - 2024

Donna spalma una crema anti-età sul viso e poi va in coma: “Mercurio nella crema, aggiunto da terzi”

La crema viso antirughe in questione è la Rejuveness del marchio Pond. La donna avrebbe utilizzato la crema e subito dopo è finita in coma. La crema conteneva “metilmercurio” e ora si indaga su chi abbia aggiunto questa sostanza letale nel preparato cosmetico.

Tragica vicenda che ha come vittima una donna americana che dopo aver spalmato una crema viso antirughe sul volto,  è andata in coma. Il preparato cosmetico è il responsabile della vicenda, infatti, apparentemente contaminata con un sostanza pericolosa. Secondo il Sacramento County Public Health, si sarebbe sentita male pochi minuti dopo a causa  del “metilmercurio”, una forma velenosa di mercurio che causa danni al cervello e al sistema nervoso.  I sintomi di intossicazione includono perdita di memoria, depressione, insonnia, mal di testa, ansia, perdita di peso, affaticamento e tremore.

- Advertisement -
Avvelenamento da metilmercurio: che cos’è?

Metilmercurio è un catione organometallico di formula [CH3Hg]+. È molto tossico e si accumula facilmente nell’ambiente. Si sono verificati vari episodi nei quali un gran numero di persone è stato avvelenato gravemente da cibo contaminato con elevate quantità di metilmercurio.

I funzionari hanno affermato che non ci sono stati casi simili di avvelenamento di questo tipo in precedenza e hanno esortato, tramite comunicato, l’uso di tutti i lotti di questa medesima marca per valutarne la tossicità. La donna, che secondo Fox40.com ha 47 anni, avrebbe presumibilmente acquistato la crema Rejuveness del marchio Pond da Jalisco, in Messico. L’articolo, che è disponibile per l’acquisto negli Stati Uniti, afferma di ridurre la comparsa di linee sottili e rughe entro due settimane. Il figlio della donna afferma che la madre era a conoscenza che in questa crema era stato aggiunto un ingrediente da terze parti per renderla più efficace, ma ignorava la sua tossicità.

La crema Rejuveness

Secondo numerose indagini svolte fin ora, il mercurio contenuto nella crema antirughe, “non è stato aggiunto dal produttore, ma da una terza parte dopo l’acquisto”, si chiarisce nel comunicato.  “La sanità pubblica di Sacramento esorta la comunità a interrompere l’uso di simili creme per la pelle importate dal Messico a causa del rischio di contaminazione con metilmercurio”, ha dichiarato Olivia Kasirye, funzionaria della sanità pubblica della Contea.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©