12 consigli per prevenire il cancro al seno e quali le indagini fare per scoprirlo

0
2048
In questo articolo ci occuperemo del male  che colpisce un numero significativo di donne in tutto il mondo: il tumore al seno. Scopriamo insieme come prevenire il cancro al seno e quali indagini fare se si sospetta la sua presenza.

Come prevenire il cancro al seno

Esistono molti fattori che possono causare il cancro al seno, tra cui quelli ereditari. Se hai una storia familiare di cancro al seno, dovresti consultare uno specialista che ti aiuterà a capire se anche tu ne sei predisposta.

Inoltre, ti consigliamo di rivedere e attuare le seguenti raccomandazioni per evitare il loro sviluppo, vale a dire:

1- Evitare cibi tossici: bevande alcoliche, tabacco e altri stimolanti come il caffè.

2- Mangia sano. Devi scegliere quegli alimenti biologici e naturali come frutta e verdura. Sopprimere, per quanto è possibile, carne e altri alimenti di origine animale come il latte di mucca e quelli trasformati (salsicce).

3 – Evita i veleni bianchi: chiamiamo “veleni bianchi” i prodotti raffinati come zucchero, farina e altri come dolcificanti che contengono conservanti o coloranti artificiali o chimici nella loro preparazione.

4- Evitare il sovrappeso. È fondamentale mantenere un peso basso e costante. Per fare questo, seguire una dieta sana e fai attività fisica.

5- Non fare automedicazione: non assumere farmaci senza prescrizione medica.

6- Evitare i trattamenti ormonali sostitutivi. Dopo la menopausa, molte donne di solito ricorrono alle terapie ormonali sostitutive. Tuttavia, è stato scientificamente dimostrato nel campo dell’epidemiologia che, questi trattamenti sono associati ad una maggiore probabilità di sviluppare questa malattia.

7- ridurre lo stress: cercare di condurre una vita più tranquilla. Lo stress è una delle cause scatenanti del cancro.

8- Evitare l’inquinamento. Ci sono alcuni inquinanti esterni che possono causare questa malattia come l’esposizione a fumi tossici, inquinamento ambientale e altri.

9- Dì SÌ all’allattamento . Se hai un bambino, allattalo al seno.

10- Fai attività fisica regolarmente: almeno 4 ore a settimana sono consigliate per eliminare il rischio del tumore al seno.

11- Limitare i contraccettivi orali. L’uso prolungato della pillola, può generare squilibri ormonali che possono intervenire nella produzione di carcinoma mammario.

12- Evitare determinati prodotti per l’igiene chimica o personale come i saponi a base di triclosan , un composto tossico.

I segni della presenza di carcinoma mammario possono variare da persona a persona. Scopri qui come scoprire un cancro al seno tramite i suoi sintomi.

In alcuni casi, il cancro al seno si sviluppa come un killer silenzioso senza mostrare segni o dolore di alcun tipo. Tuttavia, dato il minimo sospetto, si consiglia sempre di fare una mammografia in modo che lo specialista confermi la sua esistenza o possa negarlo.

Sintomi del carcinoma mammario

– Presenza di noduli al seno o alle ascelle
– Grave irritazione, gonfiore o prurito della ghiandola mammaria
– Affondamento nelle aree della pelle del seno
– Capezzolo invertito: il capezzolo non sporge sopra l’areola ma affonda verso l’interno del seno
– Dolore al seno
– Variazione delle dimensioni, della forma o del colore della ghiandola mammaria.
– Rossore o desquamazione nei capezzoli o nel seno.

Cosa fare in presenza di questi sintomi?

1- La prima cosa che consigliamo è di eseguire un’autoesplorazione del seno . Ciò comporta l’esplorazione manuale del seno per individuare eventuali noduli.

Per fare questo, esplora l’area delle ascelle e sotto l’areola. Trovi grumi? Fa male sentirli? Ti senti parte della pelle ruvida o granulosa? Se si, e se si verificano cambiamenti nel seno per più di 20 giorni, consultare il medico.

2- Prendi appuntamento con uno specialista . Vai dal medico e raccontagli nel modo più dettagliato possibile cosa hai scoperto o osservato.

3- Eseguire studi . Ciò che il medico prescriverà sicuramente sarà l’esecuzione di una mammografia. Attenzione: la diagnosi precoce del carcinoma mammario aumenta le possibilità di successo in termini di trattamento .

4- Sii paziente . Scoprire se i sintomi sono collegati o meno al cancro al seno non è un compito semplice. Questo di solito richiede diversi studi a volte e per determinare la sua evoluzione o involuzione. Lo specialista, in base alla tua situazione, svilupperà un trattamento su misura per il tuo caso particolare.

Trovare un nodulo è un segno di cancro?

Non necessariamente. Ci sono molte condizioni di salute che possono generare grumi a causa di ghiandole gonfie, a causa di qualche tipo di infezione o della presenza di cisti nel corpo.

In questo senso, molte donne di solito sviluppano la malattia fibrocistica del seno, che provoca cambiamenti al seno come noduli, dolore senza implicare necessariamente la presenza di cancro.