Se hai tatuaggi o trucco permanente, fai molta attenzione quando esegui una risonanza magnetica


 

Prima di eseguire una risonanza magnetica, dobbiamo eliminare tutto ciò che è un accessorio di metallo. Questo perché all’interno del dispositivo esiste un campo magnetico molto potente, come se fosse un grande magnete, in cui le molecole di idrogeno che compongono il nostro corpo sono allineate al campo magnetico. Ma non dovremmo preoccuparci solo degli accessori metallici. Secondo la rivista Jennifer J. Brown di Everyday Health, gli inchiostri utilizzati nella realizzazione di alcuni tatuaggi possono diventare un grosso problema quando si esegue una risonanza magnetica.

Tatuaggi? Occhio alla risonanza magnetica

I tatuaggi possono rendere difficile la risonanza magnetica, a seconda degli ingredienti utilizzati nell’inchiostro e delle dimensioni del tatuaggio. Gli esperti affermano che alcuni colori della vernice causano più reazioni di altri. Ad esempio, il colorante utilizzato nell’inchiostro per tatuaggi dei toni rossi contiene ossido di ferro, che è magnetico e molto sensibile ai campi magnetici utilizzati nelle macchine per risonanza.



Ma non solo, il ferro con vernice rossa può teoricamente creare una corrente elettrica che aumenta la temperatura della pelle, abbastanza da causare ustioni che possono raggiungere il secondo grado, secondo i rapporti.

Anche la forma conta…

I tatuaggi di forma circolare possono agire come una specie di antenna e anche molto più caldi a causa della maggiore cattura di energia dei magneti del dispositivo. La reazione può provocare infiammazione dell’area tatuata e delle aree circostanti, così come la pelle diventa calda e irritata. Nei casi più gravi possono comparire anche vesciche sulla pelle.

I tatuaggi vicino agli occhi sono di particolare interesse, poiché l’area è molto sensibile al calore in eccesso. E questo vale per i trucchi permanenti che non sono altro che tatuaggi che creano eyeliner, sopracciglia, tra gli altri. Nonostante il rischio, si verificano rare ustioni nell’area tatuata. Tuttavia, i ricercatori raccomandano che sia necessario comunicare con il medico e i tecnici che usano la macchina per risonanza magnetica quando si ha un tatuaggio sulla pelle.

Il problema è che al giorno d’oggi è quasi impossibile trovare pigmenti per tatuaggi che indicano quali elementi chimici sono stati utilizzati nella loro fabbricazione e quindi, è difficile anche per il tatuatore scegliere un marchio che non ha ossido di zinco nella formula.