Studi scientifici affermano: il mese di nascita di una persona, influenza la sua salute e la sua longevità


 

Ricercatori americani hanno scoperto che il mese della nascita di una persona, oltre al destino, influenza la longevità e la salute. Secondo le osservazioni degli scienziati, le persone nate in autunno hanno il 40 percento in più di probabilità di vivere fino alla vecchiaia estrema. I nati in primavera sono considerati meno fortunati.

I nati in inverno hanno maggiori probabilità di sviluppare la schizofrenia. Tuttavia, hanno meno probabilità di soffrire di miopia e allergie, a differenza delle persone che fanno il compleanno in estate.

Inoltre, gli esperti americani ritengono che i bambini nati all’inizio dell’anno scolastico abbiano successo nei loro studi. Gli esperti hanno aggiunto che la loro ricerca è volta a studiare i fattori che influenzano una persona in relazione alla nascita in determinati mesi e non a prevedere il destino, secondo la pubblicazione Evening Moscow.

Dimmi quando sei nato e ti dirò se sarai in salute

Come precedentemente scritto da Pravda.Ru, gli scienziati hanno scoperto che … la dimensione della testa influisce sull’aspettativa di vita. È vero, finora sono state tratte solo tali conclusioni sugli animali.

Si è scoperto che le femmine di cervo (Cervus elaphus) con le teste più grandi vivono più a lungo delle loro controparti mandrie. Inoltre, gli scienziati hanno scoperto che il volume del cranio è un tratto ereditario. Questo è importante, poiché questo parametro è direttamente correlato alle dimensioni del cervello e indirettamente all’intelligenza. Un articolo scientifico su questi temi è stato pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science.

Prima di questo, i ricercatori hanno riferito: il numero di anni vissuti da una persona sono influenzati dall’ umore. Vale la pena essere ottimisti e credere nel benessere, e quindi ci sarà un’alta probabilità che questo sia esattamente ciò che accadrà.

In effetti, se ti programmi per la malattia e la povertà, un tale risultato è inevitabile. Quelle persone che si immaginano chiaramente più anziane, sanno cosa vogliono fare e come continueranno a vivere, vivono vite più felici di quelle che temono la vecchiaia e allontanano tali pensieri da se stessi.

Nel frattempo, la durata della vita delle donne è determinata dalla lunghezza dei cosiddetti telomeri, “code” alle estremità dei cromosomi.

I ricercatori spiegano che i telomeri sono le estremità dei cromosomi situati nel nucleo di ogni cellula del corpo umano che proteggono il DNA dai danni. Con ogni divisione cellulare, diventano più brevi, quando la loro lunghezza non è sufficiente per una nuova divisione e la cellula muore.