domenica - 28 Febbraio - 2021

Ciclisti in gruppo o in fila indiana? Ecco cosa dice il codice della strada

Il decreto legislativo n.285 parla chiaro e coloro che si mettono su strada devono leggerlo attentamente

A tutti sarà capitato sicuramente di incontrare per strada gruppi di ciclisti che un po’ in fila indiana altri tipo gregge e altri ancora affiancati uno accanto all’altro, ostacolano la carreggiata e gli automobilisti devono necessariamente rallentare per evitare di fare “strike”!

Se tra i velocipedi e gli automobilisti si creano dissapori continui, forse è perché entrambe le categorie non conoscono perfettamente le leggi in materia di sicurezza stradale o le ignorano convinti di avere tutte le ragioni.

Ma cosa dice davvero il codice della strada? Forse è meglio riprendere il nostro vecchio manuale di scuola guida e dargli una rispolverata, aggiornandoci con le nuove normative in materia di sicurezza.

Il nuovo codice della strada, decreto legislativo 30 Aprile 1992 n.285 e successive modifiche dell’art.182 che riguarda la circolazione di tutti i velocipedi recita:

         “i ciclisti devono procedere su un’unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni 10 e proceda sulla destra dell’altro”

Come appreso, i ciclisti hanno regolare diritto di procedere nella marcia affiancati nei centri urbani in numero non maggiore di 2.

Diverso è il caso se si percorre una strada extraurbana, in quel caso è d’obbligo pedalare in fila indiana.

Muoversi in “gregge”, in gruppo, significa violare completamente il codice stradale e non c’è automobilista che in questo caso non pronunci qualche frase blasfema e dovrà necessariamente rallentare a passo d’uomo per non investire nessuno.

Nel 2009 nella provincia di Imperia, il giudice ha cancellato la multa per 2 ciclisti che procedevano tranquilli la marcia uno accanto all’altro; hanno ricevuto inizialmente una pena pecuniaria molto “salata”ma in realtà non stavano commettendo alcuna infrazione poiché si trovavano in un centro urbano e vi erano condizioni favorevoli di circolazione idonei per marciare in quel modo.

Pedalare all’aria aperta è sempre uno sport perfetto ed ecologico, che ci tiene in salute perciò per evitare di rincorrere in cattivi inconvenienti con automobilisti un po’ più furiosi di altri è sempre meglio attenersi alle leggi e muoversi con cautela e prudenza. Solo con il rispetto reciproco e con la calma necessaria quando si è su strada, si possono evitare sia disgrazie, sia contese e diverbi che “attecchiscono”la voglia di fare uno sport cosi bello.

© Riproduzione riservata

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

1 centesimo che vale migliaia di euro: per errore questa moneta è diventata preziosa

1 centesimo che vale migliaia di euro: per un errore durante la fase di coniatura, questa moneta è diventata preziosa Immagine: Youtube A causa di un...

Palermo, maltrattamenti agli anziani uno legato su una sedia: “Se ti muovi ti spezzo una gamba”. [VIDEO]

  La Guardia di Finanza di Palermo ha arrestato sei donne, accusate a vario titolo di maltrattamenti ai danni di anziani, bancarotta, riciclaggio e autoriciclaggio....

Uno studio afferma che ballare rallenta l’invecchiamento del cervello

Dicono che l'età non è altro che un numero. Ma non importa quanto ci possiamo sentire giovani o vecchi, non possiamo negare che il nostro...

Come smettere di russare: trucchi e consigli per dormire bene

Un disturbo che genera spesso gravi conseguenze ma che si può attenuare favorendo un dolce riposo notturno Russare è un fenomeno molto diffuso che riguarda...

9 storie che ti faranno credere nel destino

A volte ci sembra di finire nel posto giusto al momento giusto come se fosse in accordo con la volontà di qualcuno, portandoci a...

Una moglie mangia ogni giorno un boccone del pranzo al sacco del marito: la ragione ti scioglierà il cuore

Ciascuno di noi dimostra il proprio amore verso il partner in maniera diversa, talvolta in modo bizzarro. La storia che vi raccontiamo fa tanta...