lunedì - 2 Ottobre - 2023

Non vi piace pulire i fornelli? Con questo semplice trucco, li pulirete in un batter d’occhio

Pulire la cucina e i fornelli per molte donne rappresenta una tortura: lo sporco rimandato diventa sempre più difficile da rimuovere. Il problema principale è che le donne vogliono avere sempre la casa pulita ed in ordine, ma spesso è troppo complicato riuscirci. Pulire il piano cottura da oggi sarà semplice e veloce se seguirete i nostri consigli.

- Advertisement -
Pulire i fornelli

Forse il più grande inconveniente di una cucina a gas è pulirla. Diciamoci la verità: chi pulisce i propri fornelli subito dopo aver cucinato? Ovviamente questa sarebbe la soluzione migliore! È consigliato pulire accuratamente i fornelli ogni tanto.

Ecco quali sono i 3 passi da seguire per pulire i fornelli in maniera semplice e veloce.

Per farlo, vi serviranno:

– carbonato di sodio
– detersivo
– spugna
– acqua bollente
– vecchio strofinaccio
– guanti da cucina

Passo 1: pulizia dei supporti reggipentole in ghisa

Una cucina a gas è composta da diverse parti: supporti reggipentole in ghisa (le griglie), fornelli in alluminio e i piattelli spartifiamma dei fornelli. Spesso i supporti reggipentole sono molto unti, e la cosa migliore da fare per questi è immergerli in acqua bollente con abbondanti quantità di carbonato di sodio. Questo si può fare tranquillamente nel lavandino. I supporti si possono pulire facilmente dopo averli lasciati a mollo in acqua calda per 30 minuti. Assicuratevi di asciugarli per bene con un vecchio strofinaccio così da impedire alla ruggine di formarsi.

Suggerimento: rimuovete le manopole dalla cucina e immergetele in acqua bollente insieme alle griglie reggipentole. Spesso le manopole sono molto sporche e oleose. Asciugatele usando un vecchio strofinaccio dopo averle lasciate a mollo.

Passo 2: pulizia dei fornelli in alluminio

Potete immergere gli anelli di alluminio dei fornelli in un bagno di acqua bollente e detersivo. Mai lavare l’alluminio con il carbonato di sodio, altrimenti potrebbe scolorire! Gli anelli si possono pulire facilmente usando una spugnetta di metallo dopo averli lasciati a mollo per mezz’ora.

Passo 3: pulizia dei piattelli spartifiamma

Il modo migliore di lavare i piattelli (fatti di ottone o alluminio) è usare un detergente multiuso e sciacquarli con acqua subito dopo aver cucinato. Assicuratevi che i piattelli si siano raffreddati prima di farlo. Il metodo per lavare accuratamente i piattelli è lo stesso usato con i fornelli. Immergete i piattelli in acqua e detersivo e rimuovete lo sporco con una spugna di metallo o della paglietta. Finalmente i fornelli sono puliti! Ripuliamo il resto della cucina.

Pulire i fornelli con l’ammoniaca

L’ammoniaca è un altro buon modo per pulire i fornelli. Mettete i fornelli, piattelli e supporti in una busta della spazzatura insieme a piccola vaschetta d’ammoniaca. Chiudetela per bene e lasciatela fuori per una notte. Apritela all’aperto il mattino seguente facendo attenzione a non inalare i vapori perchè sono tossici. Il grasso si può ora rimuovere facilmente con uno strofinaccio.

Non metteteli in lavastoviglie!

Alcuni pensano che sia facile lavare i fornelli mettendoli in lavastoviglie. Non è una buona idea: gli anelli del gas diventeranno opachi e non riuscirete più a lucidarli. Anzi, peggio: potrebbero arrugginirsi!

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©