L’aglio è un vero alleato della nostra salute ma solo se mangiato in questo modo


L’aglio rappresenta un ingrediente fondamentale per la preparazione di molti piatti italiani pertanto è amato da molti. Gli esperti suggeriscono il loro consumo poichè è un ottimo alleato della nostra salute. Non serve consumarlo in qualsiasi modo per beneficiare delle sue proprietà. Scopriamo i benefici e come utilizzarlo.

L’aglio arricchisce ogni singolo piatto infatti, non può mancare in nessuna pietanza che lo richiede. Oltre al suo sapore pungente ed essenziale, si aggiungono ottimi benefici della salute. Regola la pressione sanguigna, è un antibiotico naturale contro le infezioni gastrointestinali che genera gonfiore addominale, è in grado di abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue e ha un’azione ripulente e detossinante sul fegato e l’apparato digestivo in genere.

L’aglio contiene una preziosa sinergia di vitamine, aminoacidi, enzimi, proteine, minerali e soprattutto sostanze anti tumorali: da recenti studi di settore sembrerebbe che l’assunzione regolare di aglio sia un ottimo riattivante metabolico e sia preventiva nei confronti dei tumori causati dalle nitrosamine, sostanze cancerogene contenute nei salumi e carni trasformate. Le sue proprietà disintossicanti sul tratto digerente e l’intestino, inoltre, aiutano ad attenuare putrefazioni e gonfiori.

E’ stata fatta una scoperta sensazionale: secondo gli esperti sembra rallentare la proliferazione di un batterio pericoloso dell’intestino, correlato al tumore allo stomaco, ma solo se sminuzzato e cucinato in un modo ben preciso.

Stop all ‘Helicobacter 

Numerosi gli studi scientifici che sono concordi sul largo utilizzo  costante dell’aglio a tavola, per bloccare patologie che possano interessare l’apparato gastrointestinale.  Sembra rallentare la proliferazione dell’Helicobacter Pylori.

Che cos’è Helicobacter Pylori? Come appreso dal sito AIRC, Helicobacter pylori è un batterio che si trova molto comunemente nello stomaco, che viene difficilmente raggiunto e attaccato dalle cellule del sistema immunitario. Per sopravvivere nell’ambiente gastrico, che è molto acido, produce un enzima, l’ureasi, che serve ad incrementare il pH circostante.

Sebbene nella maggior parte delle persone la presenza del batterio nello stomaco non provochi conseguenze, in alcuni può portare alla formazione dell’ulcera e aumentare il rischio che questa degeneri e si sviluppi un tumore. L’infezione è stata poi chiamata in causa anche per altre forme di cancro, come quello del pancreas e per il linfoma MALT, una rara forma di un tumore che colpisce le cellule del sistema immunitario e interessa la parete dello stomaco, ma anche per malattie di tutt’altra natura.

L’aglio abbassa la pressione, confermato!

Avete mai provato ad usare l’aglio per abbassare la pressione alta? L’aglio contiene allicina. Il suo potere ipotensivo è impressionante, anche se agisce solo se mangiato crudo. Con il calore, infatti, le proprietà di molti alimenti vengono meno. Questo avviene perché con il cambiamento della temperatura, la struttura molecolare si altera.





È opportuno, inoltre, unire l’aglio ad altri alimenti dal potere diuretico e ricchi di antiossidanti. In questo modo riusciremo a smaltire tutti gli elementi che inspessiscono il sangue mentre irrobustiamo le arterie.

Per godere delle proprietà, usa l’aglio in questo modo

Per godere delle proprietà dell’aglio è necessario consumarlo in un modo ben specifico: la funzione di antibiotico naturale viene attribuita a un composto solforato, l’allicina, la molecola che dona quell’odore poco piacevole. Non si trova nello spicchio intero, però deriva dall’incontro fra una sostanza, l’alliina, e un enzima, l’allinasi, confinato nei vacuoli, le piccole sacche delle cellule. Per godere della sua efficacia pertanto dovresti sminuzzare quanto più possibile l’aglio oppure tagliarlo quanto più finemente.

Aglio crudo

Consumare l’aglio crudo è davvero un toccasana. Triturato nel mortaio, spezzettato nei condimenti o sfregato sopra una bruschetta può essere un ottima alternativa per mangiarlo in questo modo. Mangiandolo crudo si ha la possibilità di non disperdere le sue proprietà con la cottura.

Anche mangiare un aglio intero crudo al mattino fa bene, ha la capacità di far abbassare la pressione. Provare per credere.

Taglia gli spicchi così

Una ricerca ha mostrato che tagliando l’aglio prima di versarlo in pentola si di dà il tempo all’enzima di trasformare l’alliina in allicina, che risulta più resistente al calore, purché la cottura non superi i dieci minuti. Tagliarlo molto prima della cottura diventa un beneficio. Inoltre, tagliarlo in questo modo, come in foto, significa non far disperdere la sostanza che contiene e che fa bene al cuore.