I pettegolezzi fanno bene alla salute!


 

Tutto parte da molto lontano, ovvero dalla pratica di “spulciamento” dei primati: è proprio spulciandosi reciprocamente che sono riusciti a mantenere unito il gruppo, facendo del grooming un collante sociale, un aggregatore. Con lo svilupparsi del linguaggio dallo spulciarsi si è passati allo spettegolare.

Non abbiate sensi di colpa, il pettegolezzo è stato riabilitato da una serissima ricerca americana. Un team di psicologi delle Università di Boston, della California e di Harvard ha stabilito infatti che prestarsi al gossip, all’arte dello spettegolare, produce un effetto positivo sul nostro cervello.

Sparlare delle altre persone per mettere in guardia dalla scorrettezza o negatività dei loro comportamenti, rilasserebbe il sistema nervoso e farebbe diminuire il battito cardiaco, combattendo lo stress. La chiacchiera frivola genera piacere, paragonabile a quello che proviamo mangiando qualcosa di buono, e in più senza calorie.

Secondo lo psicologo sociale Nicholas Emler il gossip rappresenta addirittura due terzi delle nostre conversazioni, anche se per gossip lui intende tutte le conversazioni che riguardano una terza persona non presente.

Questa è una bella notizia per tutte le amanti del pettegolezzo, ma ricordate che solo le “chiacchiere buonehanno un effetto terapeutico, perchè viene basato su un atteggiamento di altruismo e di fiducia.