Un neuroscienziato spiega perché lavorare a maglia è ottimo impiego per la salute mentale


Tutti noi abbiamo i nostri hobby, le cose che ci piace fare per rilassarci dopo una lunga giornata di lavoro. Se non hai mai provato a lavorare a maglia, i risultati di questo studio potrebbero essere sufficienti per convincerti di quanto sarebbe benefico farlo.

La terapista  Betsan Corkhill ha esaminato 3.545 donne che lavoravano a maglia e più della metà di loro ha dichiarato di provare sensazione di benessere dopo averlo fatto. Molti di loro hanno dichiarato di aver lavorato a maglia proprio per rilassarsi e per eliminare lo stress, e quelli che lavoravano più frequentemente, riferivano un maggiore sollievo mentale ed emotivo rispetto a quelli che lo facevano più raramente; hanno infatti riferito di sentirsi più calmi, più felici, meno tristi, meno ansiosi e più sicuri.

Lavorare in compagnia oltretutto può aiutare la mente e il benessere del cervello, migliorando la risoluzione dei problemi e aiuta la coordinazione occhio-mano. Può anche darti un senso di orgoglio e successo, insegnarti ad avere pazienza e perseveranza, incoraggiare la creatività attiva e facilitare la formazione e il recupero della memoria.

Lo studio di Corkhill ha concluso: “Il lavoro a maglia ha notevoli benefici psicologici e sociali, che possono contribuire al benessere e alla qualità della vita”. Lo studio mette in evidenza che le persone che lavoravano a maglia, come parte di un gruppo, erano persino più felici delle persone che lavoravano a maglia da soli.

Corkhill ha spiegato: “Lavorare a maglia, per raggiungere uno stato mentale meditativo, potrebbe consentire a una popolazione molto più ampia di sperimentare i benefici della meditazione, poiché non comporta la necessità di comprendere, accettare o impegnarsi in un periodo di apprendimento prolungato della pratica.

Alcuni hanno persino indicato il lavoro a maglia come il “proprio yoga”. La ricerca mostra che lavorare a maglia e fare altre forme di artigianato, tra cui cucito, tessitura e uncinetto hanno molto in comune con il relax e la meditazione. Si dice inoltre che abbiano un impatto positivo sulla salute e sul benessere della mente.

La buona notizia perciò è questa: se lavorare a maglia non fa per te, questi grandi effetti non si limitano solo a un filo e un ago. I neuroscienziati hanno studiato altre forme di creatività e hanno scoperto che attività come cucinare, disegnare, fotografia, arte, musica, decorare torte e persino fare cruciverba sono utili per la tua salute.

Quando siamo creativi, i nostri cervelli rilasciano dopamina, che è un antidepressivo naturale. La creatività di solito richiede una grande concentrazione  e può portare alla sensazione di benessere naturale. Molti scienziati ritengono che vi sia un legame tra le attività creative e la capacità di ridurre il deterioramento cognitivo associato all’invecchiamento. La partecipazione ad attività creative può anche aiutare ad alleviare la depressione.

Prova a fare qualcosa di creativo che ami, come leggere, ricamare a punto croce, scattare foto o creare un album di ritagli: non ti fa  sentire bene? Prendersi il tempo per attivare la tua creatività e fare qualcosa che ti piace ti consente di rilassarti. La ricerca mostra che le pratiche creative migliorano la depressione, l’ansia, rendendo migliore la qualità della vita e riducendo significativamente lo stress, mantenendo in buona salute il cervello.

Allora, cosa ne pensate? Vuoi provare a lavorare a maglia? Se sei interessata, guarda il video qui sotto:

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.