Ferrero premia i suoi dipendenti: 2.200 euro di bonus a testa nello stipendio di ottobre


Buone notizie per i dipendenti della Ferrero: il grande colosso dolciario  ha deciso di dare un bonus di 2200 euro in busta paga ai suoi 6000 dipendenti. Analizziamo più da vicino questa meravigliosa iniziativa della grande azienda di Alba.


Immagine: flickr.com

“Dolci ricompense” per i dipendenti dello stabilimento Ferrero che nella busta paga di Ottobre riceveranno un bonus a testa di 2200 euro (anche se l’importo varia a seconda degli stabilimenti sparsi per l’Italia)

Si tratta di un premio per gli obiettivi di produzione centrati dai lavoratori dell’azienda dolciaria di Alba. A beneficiarne, secondo l’accordo firmato con le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali di Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil e previsto dal contratto integrativo aziendale, circa 6mila dipendenti italiani.

Premi per i dipendenti che favoriscono la produzione dell’azienda

L’azienda ha voluto precisare che l’importo massimo erogabile di 2200 euro è stato stanziato per 2 diversi motivi: il risultato economico, unico per tutta l’azienda (che concorre a determinare il 30% del premio), e il risultato gestionale (70% del premio) legato all’andamento specifico di ogni stabilimento/area.

I premi varieranno pertanto da stabilimento a stabilimento: più grande è lo stabilimento, maggiore è la produzione e superiore sarà il bonus pro capite dell’operaio.

2.097,67 euro lordi andranno ai dipendenti di Alba (Cuneo); 2.016,04 euro lordi per i dipendenti di aree e depositi; 2.111,15 euro lordi per i dipendenti di Balvano (Potenza); 2.080,05 euro lordi per i dipendenti di Pozzuolo (Milano); 2.168,17 lordi per i dipendenti di Sant’Angelo (Avellino) e 2.093,38 euro lordi per i dipendenti in staff.

Ferrero: Fabbrica esemplare

Il premio per i dipendenti Ferrero si inscrive in un sistema di welfare considerato all’avanguardia. La Ferrero attualmente è considerata l’azienda che fa da modello a tutte le altre per l’accuratezza e la lealtà con cui si prende cura dei suoi dipendenti, assicurando loro tutti i diritti che spettano ai lavoratori, nessuno escluso.

Un’attenzione particolare è infatti rivolta alle famiglie e va dai soggiorni estivi per i figli dei lavoratori con età compresa tra i 6 e i 12 anni (colonie) all’esonero dal turno notturno per le lavoratrici madri per un periodo di sei mesi dal compimento dei tre anni di vita del figlio ed estensione della possibilità di richiedere il part time dalle madri e/o dai padri fino al termine del mese di compimento del 4° anno del figlio. E inoltre offrono permessi retribuiti, aiuti economici per avviare i figli dei dipendenti al percorso universitario. Menzione particolare per il servizio concierge ‘Ferrero Pass’: lavanderia, calzolaio, sartoria oltre a servizi postali e supporto per pratiche amministrative totalmente gratuiti.

Un azienda italiana che rappresenta l’eccellenza, sia per la qualità dei prodotti che producono, sia per la grande serietà amministrativa con cui è gestita l’azienda da molti decenni. Complimenti vivissimi!