Ecco la lista dei cibi che non dovete MAI consumare crudi. Attenzione a infezioni e intossicazioni alimentari

0
537

 

Molti medici consigliano di consumare cibi crudi perchè, in questo modo, i principi nutritivi possano rimanere intatti, cosa che non accade dopo una lunga cottura. Ma state attenti, non sempre sarà consigliato farlo poichè alcuni alimenti consumati crudi potranno creare seri problemi di salute.

Il mondo sanitario è preoccupato a causa della tendenza, sempre più diffusa, di consumare cibi crudi, anche se non se ne conosce la certa provenienza. Questo soprattutto perché alcuni alimenti possono contenere agenti patogeni che vengono distrutti solo attraverso il processo di cottura.

A tal proposito, il Washington Post ha pubblicato una tabella con gli otto alimenti che, se consumati crudi o poco cotti, possono costituire un rischio per la salute.

La tabella, fanno notare dal giornale, riporta, per ogni cibo, gli agenti patogeni riscontrati, i focolai di intossicazione, il numero di persone ammalate e  quelle ricoverate. Non solo: ogni alimento è accompagnato da una serie di consigli su cosa fare per prevenire eventuali problemi derivanti dal loro consumo.

Quali sono i cibi crudi da evitare o da cuocere

Vediamo insieme, con le dovute precauzioni, quali sono i  cibi crudi  che devi evitare di mangiare e perchè:

  1. Latte appena munto
  2. Formaggi freschi a base di latte crudo
  3. Uova crude o poco cotte
  4. Carne macinata cruda o poco cotta
  5. Ostriche
  6. Frutta con guscio (industriale)
  7. Spinaci
  8. Cavolo
  9. Bacche di Sambuco
  10. Cavoletti di Bruxelles
  11. Anacardi
  12. Tonno
  13. Fagioli di Lima
  14. Fagioli Rossi
  15. Funghi
  16. Pollo
  17. Patate
  18. Pomodori (suggerimento per il licopene)
  19. Miele
  20. Semi di Mela
  21. Germogli crudi
Latte

Nella classifica redatta, il latte crudo occupa il primo posto. Gli agenti patogeni riscontrati sono E.coli 0157: H7, campylobacter, salmonella e listeria.




Negli anni presi in considerazione, sembra che si siano verificati 102 focolai di intossicazione alimentare, con 1606 persone ammalate e 92 ricoveri. La soluzione proposta è quella di acquistare latte pastorizzato, o meglio di bere bevande vegetali.

Formaggi freschi a base di latte crudo

Seguono i formaggi derivati da latte non pastorizzato, nei quali è stata ritrovata listeria. In totale, sono risultati 15 focolai di intossicazione alimentare, 191 ammalati, 48 ricoverati e due morti. Il suggerimento dato è quello di consumare prodotti derivati solo da latte pastorizzato.

Uova crude o poco cotte

Nelle quali c’è il rischio di trovare la salmonella. Negli anni che vanno dal 1998 al 2011 sono stati registrati 110 focolai di intossicazione (4246 malattie, 190 ricoveri, 1 decesso). Il consiglio dato è quello di utilizzare uova pastorizzate negli alimenti che saranno consumati come cibi crudi.

Carne macinata cruda o poco cotta

Gli agenti patogeni che è possibile riscontrare nella carne poco cotta sono:  E. coli O157:H7 e Salmonella. Gli episodi di intossicazione alimentare sono stati 320, con almeno 3.585 malati, 457 ricoveri e otto morti. Il consiglio dato per evitare di incorrere in problemi del genere è quello di cuocere la carne, fino a quando la temperatura interna raggiunge i 71°.

Ostriche

Tra i cibi più pericolosi da mangiare crudi, troviamo anche le ostriche, dove è possibile riscontrare Vibrio vulnificus e Vibrio parahamolyticus. I focolai di intossicazione registrati nel 2014 sono stati in tutto 124, con 1401 persone malate e 40 ricoveri.




Il suggerimento dato è di effettuare una pastorizzazione ad alta pressione che mantiene le ostriche vive ma uccide i batteri, o cuocere fino a quando si aprono i gusci, scartando le ostriche che rimangono chiuse.

Cavoli

È risaputo che il cavolo è uno degli alimenti più salutari del mondo. Tuttavia, mangiare una  grande quantità di cavolo crudo potrebbe portare a  irregolarità ormonali che portano a fluttuazioni di zucchero nel sangue, peso e salute metabolica generale. Di conseguenza, potresti avere un gonfiore della tiroide o un gozzo .

Cavoletti di Bruxelles

Alle mamme piace dire “Mangia i tuoi cavoletti di Bruxelles!” Per buone ragioni: sono ricchi di sostanze nutritive e ricchi di antiossidanti. Mentre i cavoletti di Bruxelles possono essere consumati crudi e non devono essere scotti, non dovrebbero essere consumati crudi se si soffre di ipotiroidismo poiché sono una delle possibili sostanze tossiche nella disfunzione tiroidea.

Frutta con guscio 

Anche la frutta con guscio è inclusa nella lista redatta dal Washington Post. I casi di intossicazione verificatisi sono 14, con 1.700 persone malate e 314 ricoveri per salmonella ed E. Coli. Il suggerimento dato, per evitare problemi, è quello di consumare alimenti tostati, scottati o bolliti.

Tonno

Gli appassionati di sushi non vedono l’ora di mangiare il tonno crudo più fresco che ci sia. Ma mangiando il tonno crudo, si potrebbe affrontare il rischio di una  malattia alimentare se il tonno crudo non è tenuto lontano dalle carni crude o altri pesci crudi. Il tonno crudo ha anche un alto contenuto di mercurio, che può avere effetti tossici sui sistemi  cardiovascolari e sul sistema nervoso centrale . Uno  studio ha anche rilevato che la quantità di mercurio bioaccessibile era inferiore del 40-60% nel pesce cotto, rispetto a quello nel pesce crudo.