mercoledì - 6 Luglio - 2022

Come rafforzare le difese immunitarie prima dell’inverno

Agire in netto anticipo serve per affrontare meglio i malanni stagionali e sono molte le soluzioni per rinforzare il nostro organismo

Sembra ieri che eravamo distesi sul nostro sdraio da mare e felicemente in relax baciati dal sole. Eppure l’inverno è già alle porte e come di consueto iniziano le prime patologia da raffreddamento accompagnati dai più fastidiosi sintomi come tosse, raucedine, mal di gola, mal di testa, occhi arrossati, tracheiti, bronchiti e molto altro ancora.

- Advertisement -

Ogni anno si calcola che si ammalino 22 milioni di italiani  colpiti sia da ceppi virali che batterici.

Quando il raffreddore pertanto fa capolino con l’arrivo dei primi freddi non bisogna abbattersi, ma al contrario, bisogna giocare d’anticipo.

Prevenzione e sostegno del sistema immunitario

Il nostro corpo prima di arrivare debilitato all’inverno e privo di sostegno e forza per affrontare i malanni, ha bisogno di prepararsi. Uno stile di vita spesso scorretto e lo stress mandano in sovraccarico le tossine e pertanto le difese immunitarie tendono ad abbassarsi.

Con semplici accorgimenti da fare già in autunno si possono prevenire le recidive dei malanni stagionali. Ecco come!

Carico di vitamine A e C

Una delle forme di prevenzione più importanti è l’assunzione di vitamina A e C poiché funzionano anche come coadiuvanti nella cura dei raffreddori stessi. L’assunzione di vitamina C garantita da una dieta ricca di frutta come agrumi, peperoni e kiwi spesso non basta pertanto è consigliabile assumere un prodotto che possa integrare e garantire la dose sufficiente. Uno dei migliori integratori do vitamina C è la rosa canina.

L’Echinacea

Raccomandata per grandi e piccini, ha delle proprietà immuni stimolanti ed è la pianta più ricercata nel panorama fitoterapico.

Secondo studi farmacologici, infatti, è in grado di aumentare la resistenza alle infezioni ed è utile anche per alleviare gli stessi sintomi quando il raffreddore è già in atto.

Manganese, zinco e rame

Scientificamente riconosciuti come i migliori oligominerali che contribuiscono a sostenere il sistema immunitario e a proteggere dallo stress ossidativo delle cellule. E’ consigliato assumere integratori che contengano tutti e 3 i minerali e aumentare il consumo di cibi che li contengono come:

  • Salmone
  • Orzo
  • Avena
  • Lenticchie
  • Cacao
  • Arachidi
  • Nocciole
  • Avocado
  • Spinaci
  • Fagioli
  • Semi di papavero
  • Cannella
  • Zenzero
  • Cioccolato fondente
Fermenti lattici

Studi effettuati hanno dimostrato che assumere fermenti lattici come i Lactobacilli serve per aumentare le difese immunitarie in presenza di stati patologici come il raffreddore e sono in grado di incrementare la concentrazione di anticorpi che neutralizzano i virus. Sono sicuri per tutti, zero controindicazioni.

Cosa suggerisce l’organizzazione mondiale della sanità

L’Oms, prima che inizi il periodo più freddo e temuto dell’anno, emana regole per una corretta ed efficace prevenzione.

  • Lavare accuratamente le mani con acqua calda e sapone per almeno 20 secondi e in caso non si ha dell’acqua a portata di mano è necessario l’uso di gel alcolici.
  • L’igiene respiratoria è importantissima, infatti, è necessario coprire bocca e naso quando si sternutisce o si tossisce ed usare fazzoletti di carta.
  • Mantenere la distanza di sicurezza è fondamentale, infatti, se qualcuno mostra sintomi influenzali è opportuno stare almeno ad un metro dall’individuo o anche più, ricordando che le goccioline di saliva che contengono virus si muovono ad una velocità di 150 km l’ora.

Riducete gli sbalzi di temperatura impostando la temperatura interna in casa a 20 gradi.

© Riproduzione riservata

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©