Allarme scarafaggi: sono diventati immuni agli insetticidi e ogni femmina genera 300 figli


 

Gli scarafaggi sono i più fastidiosi protagonisti di tutti i mesi della calda estate e spesso, oltre a terrorizzarci, danno disgusto e sono pericolosi per la salute umana.
Quando parliamo di scarafaggi o blatte spesso, ci spaventiamo poiché tutti sanno che si potrebbe creare una vera e propria invasione di questi animali se si introducono nelle nostre case.
Vivono di solito in degli ambienti poco illuminati, molto sporchi e umidi, come ad esempio le fognature o discariche ma anche in cantine e tubature.
Quando in estate, per il forte caldo, lasciamo porte e finestre aperte, facilmente gli scarafaggi entrano nelle nostre case; è fondamentale e necessario allontanarli immediatamente: sono molto pericolosi per la nostra salute in quanto vettori di patogeni antibiotico-resistenti: un recente studio evidenza questo problema. Scopriamo insieme cosa sta accadendo, che tipo di mutazione sta portando questi animaletti a diventare forti e robusti.

Blatte resistenti agli insetticidi

Sono stati fatti numerosi studi sulla vita di questi orrendi insetti. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Report, le blatte stanno diventando immuni agli insetticidi e questo sta a significare che non riusciranno a morire facilmente con questi veleni.
Lo studio condotto da Michael Scharf, professore e presidente del dipartimento di Entomologia  della Purdue University, ha fatto emergere dei risultati sorprendenti.
Attraverso dei test in cui sono stati usati, acido borico, abamectina e thiamethoxan, potenti veleni in grado di annientarli, si è notato  che non riuscivano a morire attraverso questi insetticidi come in passato; si sono riprodotti generando resistenza.
Per tre mesi di cicli sono stati somministrati varie combinazioni di insetticidi su diverse popolazioni di scarafaggi. I risultati lasciano i ricercatori a bocca aperta: questi scarafaggi avevano sviluppato una resistenza agli insetticidi e che trasmettevano anche ai loro piccoli. Michael Scharf spiega in un’intervista: “Gli scarafaggi che sviluppano la resistenza a più classi di insetticidi in una sola volta rendono il controllo di questi parassiti quasi impossibile solo con le sostanze chimiche”.

Problema maggiore sta nel fatto che, oltre ad essere resistenti e a non morire con gli insetticidi, sono animali anche molto proliferi poiché generano 300 nuovi esemplari nel loro ciclo vitale.
Questo significa che è sempre più difficile controllare la popolazione di scarafaggi, incrementando il rischio per la nostra salute poiché portatori di virus e batteri, in quanto vivono nelle fognature.

Rimedi

La soluzione per distruggere questi animaletti potrebbe essere utilizzare trappole o macchinari aspiranti.
Per prevenire l’introduzione in casa si deve tenere puliti gli ambienti, tappare i buchi degli scarichi del bagno e cucina e sigillare, con del silicone, le crepe e le fessure delle pareti. È inoltre importante tenere chiusi i cibi nei contenitori poiché sono attratti dall’odore.
Utilizzate prodotti neutri per pulire poiché molto spesso, l’odore dei profumi floreali potrebbe avvicinarli.

© Riproduzione riservata