mercoledì - 21 Ottobre - 2020

Tumore alla vescica: causato dall’acqua del rubinetto che beviamo. 1 caso su 20 è la causa di questo tipo di cancro

Il tumore alla vescica sarebbe causato, 1 caso su 20, dall’acqua del rubinetto che beviamo.

 

Sono stati analizzati diversi casi di tumore alla vescica di persone affette dalla malattia e facenti parte dell’unione europea.
Il 5% dei casi di tumore alla vescica in Europa, uno su 20, sarebbe collegato a prodotti chimici presenti nell’acqua di rubinetto, per un totale di 6.561 casi l’anno in 26 paesi del continente.

A esplicitare questo dato tanto preoccupante è uno studio pubblicato su Environmental Health Perspectives, da cui emerge che concentrazioni massime dei contaminanti hanno superato il limite di 100 microgrammi per litro in 9 paesi, inclusa l’Italia.

Tutto ciò sarebbe causato da una sostanza, presente nell’acqua del rubinetto, chiamata trialometani (THM), come il cloroformio, altamente nociva e usata per ripulire l’acqua che arriverà nelle tubature delle nostre case.

Lo studio

Per capire quanto grave è il problema, i ricercatori del Barcelona Institute for Global Health, hanno controllato ed analizzato quali sostanze chimiche vi erano nell’acqua tra il 2015 e 2018.

 

I dati sono stati ottenuti per 26 paesi, mancano Bulgaria e Romania. La media annua stimata dei livelli di trialometani è stata di 11,7 microgrammi per litro.

Se invece delle medie si considerano i picchi massimi, in 9 Paesi sono stati rilevati dei livelli di trilometani superiori a 100 microgrammi per litro (valore limite UE): ovvero Gran Bretagna, Spagna, Cipro, Estonia, Ungheria, Irlanda, Italia, Polonia e Portogallo.

L’acqua di Cipro risultava maggiormente inquinata e infatti, si è potuto costatare che è stato il paese con maggiore incidenza di tumore alla vescica. La Spagna e il Regno Unito hanno però il maggior numero assoluto di casi potenzialmente collegati, rispettivamente 1.482 e 1.356.

La situazione in Italia

In Italia, 336 sono i casi accertati di tumore alla vescica causati da acqua del rubinetto. “Negli ultimi 20 anni, sono stati fatti grandi sforzi per ridurre i livelli di trialometani in diversi paesi Imposta immagine in evidenzadell’Unione europea”, afferma il coautore Manolis Kogevinas. “Tuttavia, i livelli attuali in alcuni paesi potrebbero ancora comportare un notevole onere per il cancro alla vescica, che potrebbe essere evitato ottimizzando il trattamento delle acque“.

Se l’acqua non contenesse queste sostanze o se la gente non bevesse acqua del rubinetto, si potrebbero evitare 2.868 casi annui di tumore alla vescica.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Mamma partorisce e nasconde la figlia nell’armadio: «Speravo morisse di fame, il padre è il mio amante». La bambina è in fin di vita

Continua l'orrore sui neonati, messi al mondo per errore, talvolta figli di relazioni extraconiugali, rifiutati e spesso uccisi dalle loro stesse madri. Con forte instabilità...

Ultim’ora: da domani scuole chiuse fino al 30 Ottobre. Ecco la regione che ha aderito al blocco totale

La condizione in diverse regioni sta peggiorando giorno dopo giorno e a fronte di un aumento della curva dei contagi, diverse regioni stanno affrontando...

Lockdown a Natale in Italia, Conte: possibili misure restrittive nelle Regioni

Il numero dei contagi continua a crescere di giorno in giorno e gli esperti pensano che nei prossimi mesi, la situazione potrà aggravarsi a...

Il Papa ha ricevuto un regalo speciale: una Toyota Mirai ad idrogeno per i suoi spostamenti. Valore: 78.000 mila euro

Papa Francesco ha ricevuto in dono dalla Conferenza Episcopale Giapponese una Toyota Mirai alimentata ad idrogeno realizzata per le sue esigenze di mobilità. La...

Papilloma Virus, è italiano il primo test di diagnosi del tumore della cervice uterina, disponibile già in tutte le farmacie italiane: come funziona

Buone notizie per tutte le donne che desiderano fare prevenzione per il tumore della cervice uterina senza dover fare lunghe attese presso USL o...

Scoperte proprietà antitumorali in 49 vecchi farmaci che usiamo quotidianamente

Scoperte proprietà antitumorali in 49 vecchi farmaci, analizzate 4.500 molecole. Ci sono medicinali che assumiamo quotidianamente per il mal di testa, mal di denti,...