giovedì - 8 Dicembre - 2022

Smalto semipermanente o gel, fa male oppure no? Ecco la verità!

Semipermanente o gel sono soluzioni per tenere mani e piedi sempre in ordine ma, ci sono rischi? Fanno male alla salute nel tempo? Ecco le risposte!

Le unghie rappresentano il biglietto da visita per evidenziare raffinatezza e femminilità e negli ultimi anni spopola la moda di renderle colorate, decorate e disegnate, variopinte, glamour, fashion, originali e specialmente perfette per più settimane.

- Advertisement -

Ma il trattamento semipermanente e gel fa davvero male? Utilizzare prodotti chimici così resistenti e lampade UVA è pericoloso? Ci sono rischi nel tempo? Tante domande per poche risposte: ecco per voi le verità di dermatologi ed esperti di nail-art.

Manicure con le giuste attenzioni

Tirate un sospiro di sollievo donne, lo smalto semi-permanente non fa male come vogliono far credere a patto che sia eseguita una sola applicazione al mese mentre il gel andrebbe fatto massimo ogni 2 mesi.

Non c’è elevata pericolosità se si seguono tempi e regole ben precisi-spiega Leonardo Celleno – dermatologo del centro ricerche cosmetologiche dell’Università cattolica di Roma.

La preoccupazione maggiore arrivava dal fatto che le lampade UVA sono pericolose per la pelle ma solo se usate per un periodo molto lungo o se le lampade non funzionano correttamente. Il consiglio è perciò affidarsi a estetiste e persone esperte, che possiedono strumenti idonei. Un uso scorretto di queste lampade, senza dovute precauzioni o se le lampade stesse risultano di scarsa qualità, aumentano il rischio di accelerare l’invecchiamento della pelle o modificare e danneggiare i Dna; il consiglio pertanto è non allarmarsi perché non c’è pericolosità se decidiamo di affidarci a gente competente.

Anche gli studi condotti presso l’Università della Georgia di Augusta, affermano che non bisogna creare inutile allarmismo o disinformazione. E’opportuno– spiega l’esperto-proteggere la pelle delle mani con una semplice crema solare per evitare che con il tempo si formino le macchie scure dovute all’invecchiamento della pelle; Oltretutto l’istituto nazionale di Tumori di Napoli ha voluto precisare l’infondatezza della notizia che le lampade usate sono cancerogene poiché hanno un fascio di luce non eccessivamente aggressivo e pari a quello usato per sbiancare i denti.

L’unico inconveniente che potrebbe accadere dopo prolungate applicazioni di smalti semipermanenti o colate in gel è quello di ritrovarsi le unghie leggermente fragili e che tendono a sfaldarsi. A causa dei solventi usati per rimuovere lo smalto, la lamina ungueale può indebolirsi ma basterà semplicemente sostituire questo tipo di solvente con quello agli oli vegetali disponibili presso i centri d’estetica adatti per evitare questi piccoli inconvenienti.

Alcuni medici sconsigliano l’uso di colate in gel durante la gravidanza specialmente nel primo trimestre tranne se si decide di eliminare la base molto acida, poiché le sostanze potrebbero penetrare nella pelle e portare danni al feto. Meglio non rischiare nonostante non ci siano studi che ne accertano la veridicità.

Care signore e ragazze, lo smalto non nuoce alla salute se applicato correttamente, su unghie sane, accertandosi della buona igiene del centro e dell’uso di prodotti di qualità. Tutto richiede cautela e serietà anche per le più banali mode di bellezza.

© Riproduzione riservata

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©