mercoledì - 21 Ottobre - 2020

Hai dolore alle orecchie? utilizza un calzino di sale e il fastidio scomparirà facilmente

I vecchi rimedi della nonna funzionano sempre e quando inizia ad arriva il freddo, immancabilmente compare il mal d’orecchie. Il rimedio del calzino è quello che funziona sempre!

Primavera e autunno sono stagioni pericolose per le nostre orecchie. Uno sbalzo di temperatura o il classico colpo d’aria possono provocare un raffreddamento e dolore. Un dolore all’orecchio potrebbe anche essere causato da un’infezione, dovuto a batteri o virus che penetrano nell’organismo attraverso il naso e la bocca. I posti affollati di bambini (ad esempio gli asili) favoriscono la diffusione dei germi, ma anche infezioni respiratorie, allergie e le sostanze inquinanti presenti nell’aria (tra cui il fumo di sigaretta passivo) possono causare un’infezione dell’orecchio.

I rimedi naturali

Quando l’infiammazione dell’orecchio non è grave, si può ricorrere al calzino di sale.

 

Il sale: il sale, oltre ad essere un ottimo insaporitore in cucina, è usato anche per alleviare diversi disturbi di salute: infezioni e infiammazione. Il sale è un ottimo rimedio terapeutico utilizzato nella medicina cinese e attualmente si sta diffondendo nel resto del mondo, compreso in Italia.

I vecchi rimedi della nonna funzionano sempre e il sale è particolarmente efficace per curare dolori, disturbi e alcune patologie. Forse non sapete ancora che inserendo un pò di sale dentro un calzino potrete alleviare molti dolori, infiammazioni e qualsiasi altra patologia che potrebbe colpire l’orecchio.

Il calzino con sale: il rimedio che funziona per il dolore

Quello che vi occorre è un calzino bianco. Non utilizzate i calzini colorati poichè con il calore potrebbero perdere sostanze colorate. Inoltre vi servirà del sale grosso.

Come procedere

Versate il sale all’interno del calzino e chiudetelo con un nodo. Riscaldate il calzino in una pentola, rigirandolo ogni tanto, per circa  minuti. Quando il calzino è abbastanza caldo, ma non bollente, tiralo fuori dalla pentola.

Fatelo raffreddare per qualche secondo e poggiatelo dietro l’orecchio facendo in modo che copra anche la mascella per almeno 20 minuti, potrete riutilizzarlo altre 2 o 3 volte, dopo un pò di tempo il dolore all’orecchio si dovrebbe affievolire lentamente.

Tale procedimento potrà alleviare i fastidi del vostro dolore all’orecchio. Se dopo 2 giorni di trattamento, il dolore non dovesse attenuarsi, rivolgersi immediatamente ad un medico per evitare che l’infiammazione o il dolore possa peggiorare.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Il Covid è cambiato, colpisce di più la fascia 30-60 anni: Diego, 31 anni è gravissimo

Dagli ultimi dati forniti, sembrerebbe che il Coronavirus ora colpisca maggiormente i giovani, di età compresa tra 30 e 60 anni. Una forma acuta e...

Perugia, dopo 20 anni scopre che i figli non sono suoi: l’ex moglie dovrà risarcirlo con 150 mila euro

Dramma per un imprenditore umbro che, dopo 20 anni ha scoperto di aver mantenuto, cresciuto ed amato dei figli che in realtà non erano...

Mamma partorisce e nasconde la figlia nell’armadio: «Speravo morisse di fame, il padre è il mio amante». La bambina è in fin di vita

Continua l'orrore sui neonati, messi al mondo per errore, talvolta figli di relazioni extraconiugali, rifiutati e spesso uccisi dalle loro stesse madri. Con forte instabilità...

Il Papa ha ricevuto un regalo speciale: una Toyota Mirai ad idrogeno per i suoi spostamenti. Valore: 78.000 mila euro

Papa Francesco ha ricevuto in dono dalla Conferenza Episcopale Giapponese una Toyota Mirai alimentata ad idrogeno realizzata per le sue esigenze di mobilità. La...

Curare artrite e infiammazioni con un rimedio vecchio millenni

Il dolore durante il movimento può essere causato da un numero enorme di malattie. La causa può essere trauma, malattie nervose, tumori, anomalie congenite...

Questi cibi combattono la depressione meglio delle medicine

La depressione, ovvero il tumore dell'anima, colpisce tutti, indistintamente. Stati d'ansia, attacchi di panico, apatia, pianto, sconforto, sono i sintomi che prevalgono.  Per uscirne...