Diventare madri dell’ultimo figlio dopo 35 anni apporta benefici in vecchiaia: zero demenza e migliore capacità cerebrale


Un nuovo studio ha scoperto che le donne che avranno una migliore capacità cerebrale e non soffriranno di demenza dopo la menopausa sono quelle che hanno avuto il loro ultimo bambino dopo i 35 anni, che hanno usato contraccettivi ormonali per più di 10 anni o hanno iniziato il loro ciclo mestruale prima di compiere 13 anni.

Un nuovo studio che piacerà molto alle donne, specialmente quelle italiane che attualmente diventano mamme sempre in più tarda età. Ricerche scientifiche hanno riscontato che le donne che hanno portato avanti l’ultima gravidanza oltre i 35 anni potranno beneficiare di una migliore capacità cerebrale e di non essere soggette a demenza dopo la menopausa; ad esse si aggiungono le donne che hanno usato contraccettivi ormonali per più di 10 anni o hanno avuto il loro ciclo mestruale prima di compiere 13 anni.

Ma non solo: la gravidanza in tarda età apporta anche molti altri numerosi benefici psicofisici:

diminuisce l’ansia e la depressione

-il 5-10% del sangue proveniente dalla placenta, straordinariamente ricca di cellule staminali, ringiovanisce e protegge l’organismo

Questo è il primo studio che incrocia l’età della gravidanza con i rischi di deterioramento cerebrale successivo alla menopausa: tutto potrebbe dipendere da un relativo aumento ormonale che accompagna per più tempo la donna che partorisce in età avanzata, ha affermato Roksana Karim, autrice principale dello studio e assistente professore di medicina preventiva clinica presso la Keck School of Medicine dell’USC.

“In base ai risultati, non non stiamo di certo incitando le donne ad aspettare fino a  35 anni per mettere su famiglia, ma lo studio fornisce prove evidenti che esiste un’associazione positiva tra età avanzata della fine della gravidanza e cognizione tardiva.

Le donne in postmenopausa che avevano avuto l’ultima gravidanza dopo 35 anni avevano una migliore memoria verbale, non presentavano demenza, non soffrivano di Alzheimer e i casi erano davvero molto isolati.

I principali ormoni in gioco sono estrogeni e progesterone. Negli studi sugli animali, l’estrogeno ha un impatto benefico sulla chimica, sulla funzione e sulla struttura del cervello; il progesterone è collegato con la crescita e lo sviluppo del tessuto cerebrale“, precisa la dottoressa Karim.

Lo studio che rende felici le madri over 35

 

Lo studio, pubblicato sul Journal of American Geriatrics Society , ha coinvolto 830 donne che, in media, avevano 60 anni. I dati sono stati adeguati per età, razza ed etnia, reddito e istruzione.

I partecipanti hanno eseguito una serie di test che includevano valutazioni della memoria verbale (ricordare un elenco di parole o raccontare una storia dopo qualche distrazione), velocità psicomotoria, attenzione e concentrazione, pianificazione, percezione visiva e memoria.

Precedenti ricerche avevano già dimostrato che molte donne avvertivano un calo delle capacità cerebrali e della memoria nei loro anni post- menopausa. Ciò significa che un’esplosione di estrogeni e progesterone, specialmente in età avanzata, sembra essere benefica“, afferma la dott.Karim

Gravidanza, pillola e più ormoni

Lo studio ha scoperto inoltre, che non è solo la gravidanza over 35 a regalare alle donne una migliorata salute mentale in vecchiaia: anche aver avuto il menarca (prima mestruazione) prima dei 13 anni oppure aver assunto la pillola già dall’inizio della menopausa, sono fattori positivi per il rallentamento della degenerazione cerebrale femminile.

Avere le mestruazioni prima dei 13 anni significa avere livelli più alti dell’ormone sessuale femminile prodotto dalle ovaie“, ha detto Karim. “Le ragazze ricevono livelli ottimali di estrogeni in anticipo, quindi è possibile che le loro strutture cerebrali si sviluppino meglio rispetto a quelle che diventano donne verso i 15 o 16 anni.”

L’uso della pillola o di altri contraccettivi ormonali per almeno 10 anni si dimostra utile per la memoria verbale e la capacità di pensiero critico.

I contraccettivi orali mantengono e mantengono un livello stabile di ormoni sessuali nel nostro flusso sanguigno“, ribadisce Karim. “La stalla è buona.”

Insomma donne, la gravidanza oltre i 35 anni apporta numerosi benefici al fisico e alla mente. Probabilmente sarà più difficile trovare la grinta di affrontare la gravidanza in tarda età, di essere più spigliate a crescere un figlio a 40 anni rispetto a quando si ha 25 anni.
Diventare madri è comunque una gioia a qualsiasi età perciò, non fate prendervi dai rimorsi: viva le mamme 40enni!