sabato - 16 Gennaio - 2021

Coronavirus: “I sintomi digestivi del Covid-19 sono molto più comuni di quanto si pensi”. Ecco quali

Covid-19: una nuova ricerca sui dati di oltre 200 persone che hanno ricevuto cure mediche per il Coronavirus rivela che quasi la metà di questo gruppo ha manifestato sintomi digestivi, come perdita di appetito e diarrea.

Recenti scoperte suggeriscono che un numero significativo di persone con COVID-19 può manifestare sintomi digestivi.
Mentre il mondo si affretta per trovare soluzioni per far fronte al nuovo coronavirus, i ricercatori continuano ad analizzare i segnali di questa questa malattia, facendo attenzione ad eventuali cambiamenti.

I sintomi esatti sono un punto di interesse principale. Come con molte altre infezioni virali, le infezioni da SARS-CoV-2, causano sintomi diversi in persone diverse.

Ma quali sintomi sono i più comuni e quali altri possono ancora colpire un numero significativo di persone?

Le parole dell’OMS

Secondo le informazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), tre dei sintomi più comuni sono febbre, tosse e difficoltà respiratorie.

Tuttavia, le persone con COVID-19 hanno riportato molti altri sintomi , compresi quelli digestivi.

Mentre l’OMS considera ancora rari i sintomi digestivi, un nuovo studio del gruppo di esperti di trattamento medico di Wuhan per COVID-19 suggerisce che tali sintomi potrebbero essere più diffusi di quanto pensassero gli specialisti.

Sintomi digestivi nel 48,5% dei pazienti

Il gruppo di esperti alla base di questo nuovo studio – i cui risultati compaiono sull’American Journal of Gastroenterology – hanno analizzato i dati di 204 persone che hanno ricevuto assistenza medica per COVID-19 tra il 18 gennaio e il 28 febbraio 2020.

I pazienti avevano un’età media di 54  anni e, in totale, 107 erano maschi e 97 femmine.

Quando si presentarono in ospedale, 99 delle 204 persone – circa il 48,5% – presentavano sintomi digestivi.

I principali sintomi digestivi nella coorte di studio sono stati la mancanza di appetito, in 83 individui e la diarrea, in 29.

Altri sintomi includevano vomito, dolore addominale.

Gli autori dello studio hanno anche notato che sette dei pazienti con COVID-19 non presentavano sintomi respiratori ma presentavano sintomi digestivi.

Inoltre, i ricercatori hanno riferito che i sintomi digestivi, in un gruppo più ampio di analisi, sono diventati più gravi con l’aumentare della gravità di COVID-19.

Complessivamente, si è inoltre scoperto che le persone senza sintomi digestivi sembrano avere maggiori probabilità di riprendersi da COVID-19 ed essere dimesse dall’ospedale rispetto a quelle con sintomi digestivi, con un rapporto del 60% nel primo gruppo e del 34,3% nel secondo.

Alla luce di questi risultati, gli autori suggeriscono che “potrebbe essere necessario aumentare in anticipo l’indice di sospetto nei pazienti a rischio che presentano sintomi digestivi, piuttosto che aspettare che emergano i sintomi respiratori”.

Nel documento di studio – il cui primo autore è la Dott.ssa Lei Pan, dell’ospedale universitario medico di Binzhou, in Cina – gli studiosi sottolineano che:

Con l’evoluzione della pandemia e l’accumulo di dati del caso, siamo ora in grado di descrivere le presentazioni cliniche iniziali e il principale reclamo dei pazienti con COVID-19; la nostra esperienza è rivelatrice, in quanto i sintomi digestivi sono molto comuni. “

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

7 caratteristiche femminili che poche persone conoscono

Quante volte abbiamo sentito dire che il corpo femminile è maggiormente resistente al dolore più di quello degli uomini? La donna, in realtà, ha...

Cornetti del bar: “Ecco cosa c’è dentro“. Il loro consumo genera gravi danni alla salute- VIDEO

La prima colazione per gli italiani è il pasto più gradito: caffè, latte e un cornetto al bar prima di andare a lavoro rappresenta...

Liste d’attesa lunghe in ospedale? scatta il diritto alla visita privata pagando solo il ticket. Ecco cosa devi fare

La prestazione sanitaria che avete richiesto non può essere erogata entro determinati termini, fissati a 30 giorni dalla data della ricetta, si ha diritto...

Vuoi smettere di preoccuparti? Allena il tuo cervello con queste tre semplici abitudini

La preoccupazione è qualcosa di cui molti di noi sono colpevoli. Mentre un po 'di preoccupazione può essere costruttiva, il più delle volte diventa...

Vaccino Covid: la sua efficacia è la stessa in tutte le fasce d’età?

La fase della somministrazione del vaccino è iniziata da giorni ormai e dopo il personale sanitario, sono stati vaccinati coloro che risiedono nelle RSA....

Come ridurre il dolore alle gambe

Il dolore alle articolazioni e ai muscoli è qualcosa che tutti sperimentano nella loro vita. Tuttavia, con questa lozione al magnesio puoi lenire il...