Coronavirus, da oggi 23 marzo c’è un nuovo modulo di autocertificazione da scaricare e compilare


Cambia ancora il modulo per l’autocertificazione dei cittadini che intendono fare spostamenti. In una circolare inviata ai prefetti il giorno 23 marzo dal capo della Polizia, Franco Gabrielli, si annuncia un nuovo modello di autocertificazione da scaricare e compilare durante l’emergenza Coronavirus rigorosamente in forma cartacea alla luce del nuovo decreto del presidente del Consiglio. E viene meno la possibilità, contemplata nelle versioni precedenti, di rientrare nel luogo di domicilio, abitazione o residenza: lo spostamento ora è concesso solo per esigenze di lavoro, salute o di comprovata urgenza. Tra queste rientrando anche “i casi, che si stanno ripetendo con una certa frequenza in questi giorni, in cui l’interessato si rechi presso grandi infrastrutture del sistema di trasporti (aeroporti, porti e stazioni ferroviarie) per trasferire propri congiunti alla propria abitazione”.

La nuova autocertificazione è necessaria per giustificare i motivi per cui le persone, in tutta Italia, lasciano la propria abitazione nonostante i divieti previsti dal decreto del governo. Nel nuovo modello di autocertificazione Covid 19 si deve indicare se lo spostamento è dettato da esigenze lavorative, da una situazione di necessità, da motivi di salute. Rimane l’inserimento di una voce con la quale si deve dichiarare di non essere stati sottoposti alla quarantena o all’isolamento, quindi attestare la non positività al Coronavirus. Il dichiarante deve infatti certificare di non essere nelle condizioni previste dal Dpcm dell’8 marzo 2020, il quale prevede un divieto assoluto di mobilità per chi è positivo al Covid 19 ed è dunque obbligato alla quarantena.

Dopo alcune notizie in relazione alla possibilità di usare delle app per l’autocertificazione in formato digitale, la Polizia di Stato ha ribadito che il modulo di autodichiarazione deve essere presentato e compilato in forma cartacea.

Il nuovo modulo di autocertificazione in pdf da scaricare

Il modulo di autocertificazione del 23 marzo è scaricabile dal sito della Polizia di Stato. Il modello si può trovare anche qui in basso:

Ecco il modulo di autocertificazione da scaricare e stampare. Clicca sull’immagine per scaricare il modello

Nuovo modello di autocertificazione: cosa cambia

Il nuovo modello di autodichiarazione pubblicato dal sito della Polizia di Stato, necessario per giustificare gli spostamenti, non contempla più la possibilità di fare rientro al proprio domicilio, residenza, o abitazione. Nell’ultima versione del modulo, quella risalente al 17 marzo, invece questa era prevista.

Inoltre chi esce dalla propria abitazione dovrà anche dichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. 8 marzo 2020. Non deve, cioè, essere sottoposto alla misura della quarantena e non deve essere risultato positivo al Coronavirus. In questi casi, infatti, la mobilità dalla propria abitazione è vietata. Inoltre il nuovo modello prevede anche che l’operatore di polizia controfirmi l’autodichiarazione, attestando che viene resa alla sua presenza e dopo aver identificato chi effettua la dichiarazione. Così il cittadino non ha la necessità di allegare alla dichiarazione anche la fotocopia del proprio documento d’identità.

Come e quando compilare il nuovo modello di autodichiarazione

Il modulo di autocertificazione per gli spostamenti può essere stampato e compilato prima di uscire di casa. In alternativa è possibile compilarlo anche al momento del controllo, riempendo in tutte le sue parti il modulo che vi verrà dato dalle forze dell’ordine.

Ecco come compilare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti:

  • Innanzitutto bisogna inserire le proprie generalità (nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza, numero del documento identificativo)
  • Bisogna poi barrare una delle ragioni per cui si è effettuato lo spostamento, a scelta tra: comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
  • Infine, bisogna dare una breve spiegazione del motivo già barrato in precedenza
  • Il documento va firmato; in seguito verrà firmato dagli Agenti di Polizia che compileranno anche la sezione relativa alla data e all’ora del controllo.
L’autocertificazione è necessaria anche se si esce a piedi

Nella conferenza stampa di mercoledì 11 marzo, il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha puntualizzato che è necessario portare con sè il modulo di autocertificazione anche quando si esce di casa a piedi. Sarà quindi necessario compilare ed esibire l’autocertificazione completa in tutte le sue parti anche se si cammina a piedi, e non solo se si utilizzano l’automobile o i mezzi pubblici.

Come funziona la nuova autocertificazione Covid 19

Ci sono delle regole da rispettare e delle indicazioni di massima da tenere in considerazione prima di spostarsi all’interno e all’esterno dei territori interessati dalla nuova normativa. Infatti, “gli spostamenti potranno avvenire solo se motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute”, che appunto dovranno essere inseriti nell’autocertificazione. È importante specificare che la giustificazione potrà essere compilata anche “al momento”, ovvero compilando i moduli forniti dalle forze di polizia.

L’autocertificazione dovrà essere mostrata anche nelle stazioni (dove i passeggeri saranno sottoposti a termoscanner per la rilevazione della temperatura corporea) e negli aeroporti delle aree a contenimento rafforzato.

Va ribadito che in nessun caso le persone sottoposte a quarantena o positive al virus sono autorizzate a spostarsi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.