venerdì - 12 Luglio - 2024

Attenzione: ecco l’ultima truffa con marchio Unieuro, un SMS promette premi e pacchi in consegna

Attenzione alle truffe che vedono come protagonista Unieuro. Una serie di messaggi che promettono dei premi inesistenti che l’azienda avrebbe promesso di inviare; in cambio il cliente è costretto a fornire i propri dati per farsi consegnare un regalo che non sa essere fittizio. L’obiettivo di tutto ciò è impossessarsi dei dati sensibili.

Il messaggio che “truffa”

Molti lettori hanno segnalato la truffa via SMS Unieuro: un messaggio di testo diceva loro di essere stati selezionati per ricevere un regalo dall’azienda pertanto richiedevano i dati personali per inviare il presunto e inesistente regalo.

- Advertisement -

Molti i  marchi famosi della grande distribuzione che finiscono protagonisti inconsapevoli di truffe telematiche perpetrate a loro nome. Dopo Decathlon, Conad e Carrefour, l’ultimo nome che in questi giorni viene utilizzato come veicolo per potenziali raggiri è quello di Unieuro, in una truffa via SMS e web nella quale il mittente si finge proprio la catena di negozi di elettronica promettendo premi che in realtà non esistono allo scopo di collezionare dati sensibili dalle vittime.

Ad informare il pubblico è stata anche la stessa Unieuro, che in un messaggio diramato in queste ore ha spiegato le modalità con la quale viene perpetrata la truffa.



La truffa è abbastanza semplice: questi hacker informatici mettono in circolazione una serie di messaggi SMS, inviati spesso a random, a possibili e potenziali clienti che crederanno di essere stati contattati direttamente da questi grandi produttori.

Per accaparrarsi la fiducia, pertanto, avvisano gli interessati truffati che presto riceveranno un omaggio e  dovranno compilare un modulo con tutti i dati personali cliccando sul link proposto nell’SMS.

I truffatori, se il cliente ci casca, avranno ottenuto tutti i dati necessari  che utilizzeranno per compiere tranelli, come svuotare conti o attivare abbonamenti a pagamento a loro insaputa.

Come sempre per difendersi da questo tipo di truffe basta una sana dose di scetticismo e diffidare dell’effettiva esistenza di fantomatici premi o pacchi inattesi. Per chi volesse concedere a questi messaggi il beneficio del dubbio, vale il solito: informarsi online o, ancora meglio, telefonare o scrivere direttamente ai soggetti chiamati in causa dalle comunicazioni ricevute. Unieuro ad esempio dispone di un servizio di assistenza clienti raggiungibile via chat, email o telefono, ma il discorso vale per tutte le società che potrebbero in futuro trovarsi al centro di raggiri simili.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©