Annullamento bolli auto e multe non pagati: lo dice la Cassazione


Grosse novità per gli automobilisti debitori: arriva l’ultima sentenza della Cassazione (Ordinanza 14 novembre 2019, n. 29653), che ha stabilito l’annullamento di multe non pagate, bolli auto e fermi amministrativi. Nello specifico sono stati dichiarati illegittimi i fermi amministrativi per le cartelle esattoriali che provengono dal mancato pagamento della tassa automobilistica o dalle sanzioni.

Questo provvedimento darebbe perciò la possibilità di annullare tutti i debiti di importo non elevato.

Addio bollo auto e multe non pagate

Tutte le cartelle esattoriali di importo non superiore a 1000 euro, che comprendono multe stradali e bolli auto non pagati potranno essere annullati e il debitore non avrà più alcun obbligo di pagamento come previsto per legge: questo quanto affermato dalla Cassazione.

Il Decreto sopra-citato cancella quindi tutte le cartelle e i fermi amministrativi qualora abbiano un importo inferiore ai Mille Euro.
Attenzione però: il requisito fondamentale che permette la cancellazione è l’iscrizione a ruolo tra il 2000 e il 2010.


Immagine: flickr/Automobile Italia

Un altro aspetto importante da sottolineare è che il condono, previsto per i debiti entro i Mille Euro. Questo riguarderà il singolo importo iscritto a ruolo. Le singole voci, pertanto, verranno stracciate dall’Agente della Riscossione indipendentemente dall’importo totale richiesto al cittadino. E’ quindi importante controllare attentamente le cartelle esattoriali  con l’Agenzia poiché, se queste fossero state iscritte a ruolo nel periodo compreso tra il 2000 ed il 2010 e fossero di importo inferiore a 1.000 Euro per singolo ruolo, avremmo diritto all’annullamento. Riassumendo, se l’importo della cartella esattoriale è maggiore di Mille Euro bisogna sempre verificare se è possibile usufruire della sanatoria. Quindi, armandoci di pazienza, dovremo controllare le diverse voci, individuando di ciascuna la data d’iscrizione a ruolo e verificando l’importo esatto. Facendo così potrà risultare, ad esempio, che il bollo non pagato sarà sotto la soglia dei Mille Euro e quindi potremo beneficiare della sanatoria

Cosa comprende la sanatoria?

Questa sanatoria oltre a riguardare multe e bolli auto, comprenderà fermi amministrativi, Imu, TasiTari e sanzioni amministrative. Purchè entro i Mille Euro, e iscritti a ruolo dal 1°gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

L’annullamento andrà ad operare dal 31 dicembre 2018. Da tale data l’Agente della Riscossione trasmetterà l’elenco in via telematica delle quote annullate all’interessato. Arrivando così alla beneamata “Pace Fiscale”.