Vuoi comprare dei nuovi mobili? Approfitta del Bonus per rinnovare l’arredo!


 

Sei stancata di vedere sempre gli stessi mobili e ti piacerebbe rinnovare l’arredamento? Approfitta dell’IrpefBonus, un bonus che ti farà risparmiare molti soldi!

Se hai deciso di rinnovare l’arredamento della tua casa o sei in procinto di sposarti o convivere e stai per arredare il tuo appartamento, approfitta del Bonus mobili, disponibile fino alla fine del 2020. Per ottenere il bonus devi ricordarti di pagare con strumenti tracciabili e conservare la fattura. Non perde la detrazione chi non invia la comunicazione all’Enea per gli elettrodomestici.

Bonus, come funziona

Per ottenere il Bonus, non bisogna superare una spesa pari a 10.000 euro. La detrazione sarà riconosciuta in 10 rate. A far parte del bonus c’è anche l’agevolazione per chi compie ristrutturazioni nella propria abitazione che comprendono:

-lavori edilizi veri e propri

-istallazione caldaie

-istallazioni condizionatori

Mobili ed elettrodomestici

L’agevolazione per i mobili di casa, comprende tutti gli arredi presenti in un abitazione. Letti, armadi, sedie, tavoli, scarpiere, divani, poltrone, ecc

Tra gli elettrodomestici frigoriferi e congelatori, stufe elettriche, forni a microonde, lavatrici, asciugatrici e lavasciuga. A questo proposito la Guida ricorda che anche se le norme prevedono la comunicazione all’Enea in caso di acquisto di elettrodomestici, il mancato invio dei dati non fa perdere il diritto alle detrazioni.

Pagamenti

Per ottenere la detrazione è importante pagare tramite  bonifico bancario o postale, carta di credito o carta di debito. Oltre la fattura occorre conservare la ricevuta del pagamento. Poiché non è richiesto il bonifico dedicato alle ristrutturazioni, anche chi ha fatto lavori lo scorso anno e comprato dei mobili senza sapere dell’agevolazione può averla quest’anno.

Se si decide di vendere la casa, ristrutturata e ammobiliata, si potrà ugualmente usufruire del bonus e ricevere le rate della detrazione.