sabato - 31 Ottobre - 2020

Usa cotton fioc tutti i giorni e sviluppa un’infezione batterica. «Parte del cervello divorata»

Fate attenzione all’uso di cotton fioc: una donna molto giovane ha contratto una gravissima infezione che le stava divorando il cervello causati dall’uso scorretto di questi bastoncini per la pulizia di cerume

Quanti di voi puliscono le orecchie con cotton fioc? Alcuni negheranno, ma, il cotton fioc rappresenta l’alternativa più rapida ed economica per liberarsi dell’eccesso di cerume senza sapere quali gravissimi danni può causare.

Rischiare la vita per l’uso del cotton fioc

Siamo in Australia, una donna di 37 anni, utilizzava quotidianamente dei semplicissimi cotton fioc per pulirsi le orecchie, pensando che in questo modo avrebbe risolto il problema dell’igiene dell’orecchio. Da diverso tempo però, aveva cominciato ad avere dei problemi d’udito e qualche leggero dolore. Pensando si trattare di un tappo di cerume o di una pulizia poco accurata, aveva sottovalutato il problema e aveva continuato, un pò più assiduamente, a pulire le orecchie con questi semplici bastoncini di ovatta.

Come racconta Live Science, Jasmine, questo il nome della donna, residente in Australia, si era rivolta ad un medico che le aveva diagnosticato una otite e prescritto una cura a base di antibiotici. Tutto questo, però, non era bastato per risolvere il problema e la donna, un giorno, dopo aver utilizzato l’ennesimo cotton-fioc aveva notato che questo era impregnato di sangue.

Corsa subito in ospedale, una prima consulenza ha rivelato cosa stava accadendo a Jasmine: la donna aveva contratto un’infezione batterica che le stava divorando parte del cervello, dell’orecchio e del cranio. Il medico le disse che non c’era più tempo da perdere e che doveva essere operata d’urgenza: «Potrebbe essere già tardi, avresti dovuto fare questo esame già cinque anni fa».

La corsa in ospedale, l’intervento che le salva la vita

L’intervento chirurgico, durato oltre cinque ore, ha consentito ai medici di salvare la donna, con l’estrazione del tessuto infetto e la ricostruzione del canale uditivo. Durante l’operazione, i medici avevano anche scoperto diverse fibre di cotone all’interno dell’orecchio, che avevano accumulato per anni diversi batteri, che avevano divorato e assottigliato l’osso del cranio della paziente.

Facciamo attenzione! Ecco i danni del cotton fioc

Nessun medico specialista, otorino, vi consiglierà di utilizzare cotton fioc per pulire l’orecchio. Oltre ad essere dannosi sia per l’uomo che per l’ambiente, l’Unione Europea ha deciso di renderli illegali a partire dal 2021. Le infezioni e i danni dei cotton fioc, inoltre, sono molto più comuni di quanto si possa pensare e se da un lato aiutano nella pulizia e nell’igiene, dall’altro favoriscono l’accumulo di cerume all’interno, con conseguenze abbastanza negative.

Chiunque in campo medico può dirti di aver visto orecchie danneggiate derivanti dall’uso di cotton fioc. Dai timpani perforati al cerume reso compatto, queste le molte conseguenze negative associate alla pulizia dell’orecchio effettuata attraverso questo metodo. Il rischio di questa metodica è che potrebbe causare paralisi facciale o vertigini.

Metodi alternativi per pulire il cerume

Se il cerume ti dà fastidio e vuoi evitare la sua rapida formazione nell’orecchio medio, dovresti asciugare molto bene le orecchie quando fai il bagno poiché l’acqua tende a gonfiare il cerume. Quando si è in presenza di una grande quantità di polvere, è possibile utilizzare i tappi per le orecchie.

In realtà, i cotton fioc non sono l’unico modo per l’igiene delle orecchie. Ci sono altre alternative.

  • Utilizzare solo soluzioni botaniche o naturali delicate per l’orecchio. In caso di eccessiva produzione di cerume, l’applicazione quotidiana di un buon rimedio naturale può diluire e far fuoriuscire delicatamente il cerume dall’orecchio. Ad esempio, uno dei modi migliori per rimuovere il cerume è l’olio d’oliva , in quanto ammorbidisce il cerume, rendendo meno difficoltosa la fuoriuscita dall’orecchio. Metti due o tre gocce di olio d’oliva nell’orecchio affetto da un eccessivo blocco, durante il sonno. Ripeti continuamente per 3-4 giorni. La rimozione del cerume attraverso l’olio d’oliva è un modo efficace poiché ammorbidisce il cerume, facilitando la rimozione.
  • Mescola 1 cucchiaino di sale in ½ tazza di acqua calda fino a completa dissoluzione. Ora, immergi un batuffolo di cotone nella soluzione e spremine alcune gocce nell’orecchio inclinando leggermente la testa verso l’alto. Resta in questa posizione per qualche minuto in modo che l’acqua salata possa penetrare correttamente all’interno dell’orecchio. Ora inclina la testa nella direzione opposta per drenare la soluzione auricolare. Questa è la soluzione migliore per rimuovere il cerume attraverso metodi casalinghi.

Ti potrebbe anche interessare

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Regole e consigli utili per pulire la casa in 10 minuti al giorno

  Mantenere la casa in ordine potrebbe sembrare un compito impossibile, ma non deve essere così. Abbiamo messo insieme alcuni dei migliori consigli, in modo...

Come preparare l’infuso alla salvia che sgonfia l’addome in soli 20 minuti!

Occorre quotidianamente seguire sane abitudini, una dieta equilibrata e fare tanto sport per avere un fisico al pieno delle proprie energie e, soprattutto, una vita piatta,...

Alcuni studiosi hanno scoperto che questa preghiera è in grado di curare molte malattie

Se pregare è il modo migliore per sentirci protetti da una presenza divina in grado di darci forza in momenti difficili, anche crederci che...

Depressione femminile, a crearla sono gli uomini

Gli atteggiamenti maschilisti opprimono le donne In generale, si può affermare che 6 donne su 10 hanno sofferto nella vita di depressione o ne soffriranno. Nel...

Gli offrono un drink con la candeggina e lo lasciano a morire: 12enne autistico in fin di vita

Inghilterra- Sussex: una vicenda che ci lascia perplessi e che non può essere ignorata. Un 12enne autistico, vittima di gioco assurdo da parte dei...

Potenza, ristoratore dona tutto il cibo invenduto dopo le 18: “Si sono presentate decine di famiglie”

Molte le famiglie in crisi, che talvolta non hanno neppure i soldi per comprare il cibo per sfamarsi. La povertà, negli ultimi mesi è...