Rossetti pericolosi per la salute. Un’indagine di Altroconsumo rivela i marchi sotto accusa perchè ritenuti dannosi


 

Il rossetto è un cosmetico che le donne usano quotidianamente e non possono farne a meno. Ma non ci sono buone notizie. Altroconsumo, in collaborazione con altre associazioni di consumatori, hanno analizzato 14 marchi di rossetti per verificare se le sostanze in esse contenute potessero essere nocive. I risultati hanno rivelato i marchi dannosi, potenzialmente pericolosi per la salute della donna.

Rossetti dannosi per la salute: quali i marchi incriminati?

Da oggi vi conviene fare molta attenzione ai rossetti che avete in borsa o che deciderete di acquistare prossimamente.

Altroconsumo ha analizzato in laboratorio 14 marche di rossetto per comprendere se gli ingredienti in essi contenuti siano sicuri per la salute. Dall’indagine è emerso che quasi un terzo dei rossetti analizzati – cinque su quattordici – contiene ingredienti (Mosh e Moah) potenzialmente rischiosi per la salute. Si tratta di quelli dei negozi monomarca Kiko, Mac e Nyx, Too Faced venduto nella catena di profumerie Sephora e Avril, un brand di cosmetici ecologici.

Perchè i rossetti potrebbero essere dannosi?

Il rossetto è un prodotto cosmetico che viene messo sulle labbra pertanto, piccole particelle possono essere ingerite senza volerlo, mentre muoviamo la bocca o mangiamo del cibo. Se il rossetto contiene sostanze dannose, e noi lo indossiamo tutti i giorni, finiremo per ingerire quotidianamente particelle potenzialmente cancerogene.

Analisi accurata di Altroconsumo: ecco gli ingredienti pericolosi

I ricercatori scientifici hanno esaminato se i rossetti contenessero metalli pesanti (piombo, cadmio, arsenico e mercurio) e di oli minerali derivati dalla raffinazione del petrolio.




Se queste sostanze vengono ingerite o entrano a contatto con la pelle quotidianamente, possono, nel tempo, generare danni alla salute, in particolare sugli organi. Questi metalli potrebbero accumularsi nei tessuti di milza, fegato e nei linfonodi, mentre i secondi sono considerati cancerogeni. Entrambi gli elementi, considerati cancerogeni, sono ritenuti fuorilegge.

Cosa controllare quando si acquista un prodotto per le labbra?

Prima di acquistare un rossetto (o un burrocacao) Altroconsumo consiglia di verificare che in etichetta siano presenti alcuni ingredienti che potrebbero contenere residui a rischio per la salute se ingeriti: Cera Microcristallina o Microcrystalline Wax, Ceresin, Hydrogenated Microcrystalline Wax, Hydrogenated Polyisobutene, Ozokerite, Paraffin, Paraffinum Liquidum, Petrolatum, Polybutene, Polyethylene, Polyisobutene, Synthetic Wax.


Fonte foto: Altroconsumo

Ecco le 14 marche analizzate e quali quelle bocciate

Le analisi di laboratorio hanno considerato 14 marchi, testando un singolo rossetto della loro gamma di prodotti labbra. Ecco l’elenco dei marchi analizzati, in ordine alfabetico:




Avril
Boho green
Bourjois
Chanel
Dior
Dr Hauschka
Kiko
L’Oreal
Mac
Nyx
Purobio
Santé
So’ bio etic
Too Faced (Sephora).

Ecco i prodotti che sono stati considerati dannosi e non sicuri

KIKO
MAC
NYX
Too Faced (Sephora)
Avril.

Ecco i marchi promossi con giudizio migliore 

Chanel
Dior
Dr. Hauschka
PuroBio
Santé
So’Bio Etic.