martedì - 27 Ottobre - 2020

Medico di famiglia, orari e regole che è obbligato a seguire: “Possibile reato se non viene a casa”

Il medico di famiglia è tanto amato quanto odiato dalle famiglie italiane. Alcuni lo ritengono molto superficiale, pronto a indirizzarti al medico specialista per ogni minimo e semplice problema di salute, altri invece, lo amano poco perchè spesso non effettua visite domiciliari ma solo presso il suo studio medico.

Com’è possibile che, un paziente malato, supponiamo con febbre oltre i 39°, debba andare in ambulatorio per farsi visitare? Non sarebbe più giusto che fosse il medico ad andare a casa del paziente? Nessuno pensa al rischio degli altri pazienti, in attesa presso l’ambulatorio, di contrarre virus stando a contatto con pazienti malati che vanno a farsi visitare?

Cerchiamo di capire cosa è giusto e cosa è sbagliato!

Il medico di famiglia ha l’obbligo di andare a casa per visitare il paziente!

Secondo i nuovi regolamenti, è illegale che il medico di famiglia si rifiuti di venire nel nostro domicilio a visitarci, almeno in alcune circostanze.

Se il paziente richiede la visita domiciliare del medico entro le 10 di mattina, tale dottore è tenuto a presentarsi entro il giorno stesso della richiesta. Al contrario se sono già trascorse le 10, il medico dovrà presentarsi presso il domicilio del paziente entro le 12 del giorno successivo.

La visita a domicilio è obbligatoria per tutti i medici di famiglia quindi non fatevi “ingannare” dai medici che si rifiutano di venire a casa. Non possono rifiutarsi. Tuttavia, è possibile affermare che la visita richiesta tra le 8 e le 10 va effettuata entro le 14. Se la richiesta è fatta fuori questa fascia oraria i tempi di intervento sono lasciati al dottore, salvo i casi urgenti.

Nel caso in cui il medico svolga il suo lavoro di pomeriggio, la visita domiciliare va prenotata entro le prime 2 ore di studio.

Reperibilità telefonica

 

Tutti i medici hanno l’obbligo di rispondere telefonicamente TUTTI I GIORNI ai loro pazienti ma molti di noi non lo sanno. Il medico di base dovrebbe garantire 2 ore di reperibilità telefonica al giorno, dalle 8 alle 10, per le richieste non differibili, da soddisfare entro le 14. Al di là di questo obbligo, se vengono espresse esigenze non differibili, come una visita urgente, il medico deve intervenire prontamente. Anche la diagnosi, in caso di urgenza o di casi clinici molto semplici, può essere fatta al telefono, quando il medico abbia la piena conoscenza della patologia e delle caratteristiche del paziente. Stesso discorso per la prescrizione di farmaci per cui non è richiesta ricetta, che si può fare al telefono.

Visite mediche domiciliari gratuite solo se il paziente sta male

Proprio secondo queste nuove regole, le visite domiciliari devono essere completamente gratuite, se il paziente  non bè in grado, per via del suo stato di salute, di recarsi presso lo studio medico. Oppure se si tratta di un qualcosa di esageratamente urgente. Al contrario, è doveroso precisare che se la visita domiciliare è legata unicamente al desiderio del paziente, che magari non vuole uscire di casa, pur avendone tutte le possibilità, il medico di famiglia può chiedere un compenso.

Sanzioni disciplinari per il medico che non va a casa

Visto che è il medico stesso a  decidere se la sintomatologia è abbastanza grave da impedire al paziente di andare direttamente nello studio, bisogna ricordare che il paziente ha i suoi diritti e i medici hanno i loro doveri! Non facciamoci ingannare! Se la nostra età o il nostro stato di salute ci impedisce di andare dal medico, lui ha l’obbligo di venire da noi. Insomma: se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto

Concludendo, se il medico valutasse in modo errato le nostre condizioni di salute, rischierebbe una sanzione disciplinare e commetterebbe reato. Facciamo valere i nostri diritti.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Separati dal Coronavirus dopo 53 anni di matrimonio, marito e moglie muoiono mano nella mano

Storia davvero molto commovente quella raccontata su diverse riviste internazionali che hanno come protagonista Betty e Curtis, marito e moglie, separati per sempre dal...

Neonato dichiarato morto: sopravvive 6 ore nella cella frigorifera dell’obitorio

Neonato viene dichiarato morto ma in realtà non lo era. A poche ore di distanza dal decesso dichiarato, i medici si sono accorti che...

Cosa si prova fisicamente quando si è infetti da coronavirus? Testimonianza

Come capire se abbiamo contratto il Coronavirus? Quali sono i sintomi che ci avvertono e che dovrebbero allarmarci? A raccontare la sua esperienza è Mauro...

Bollo auto, dal 1 Gennaio cambia tutto e arriva anche l’ aumento

Il bollo auto, spesso definito anche come il "calcolo della tassa regionale automobilistica" è un tributo regionale il cui versamento spetta a tutti i...

Da maggio arriva il Reddito d’emergenza: da 400 a 800 euro, chi potrà averlo e come richiederlo compresi i lavoratori in nero

Il governo è intenzionato a inserire nel decreto economico che verrà approvato a breve il reddito di emergenza, un’indennità per coprire le categorie rimaste...

Ministero della Salute: ecco cosa è importante che ogni cittadino italiano sappia sulla polmonite da Coronavirus

  Hai sentito parlare di Coronavirus in tv, in radio, sui giornali, sui social network ma non sai precisamente di cosa si tratta? Si sente...