La pasta frolla


 

Presentazione

A tutti credo sia capitato almeno una volta di dover preparare delle torte che hanno come base la pasta frolla e, scoraggiate, siamo corse a comprare la frolla confezionata per accorciare i tempi di preparazione del nostro dessert.

Vi posso assicurare che fare la pasta frolla è facile quanto economico e il suo sapore è mille volte migliore di quella surgelata. Non bisogna essere delle pasticcere per ottenere una frolla perfetta ma semplicemente bisogna imparare dei segreti e seguire perfettamente le regole di base.

La pasta frolla, come dice la parola stessa, è una pasta friabile, fragile ma non dura, da cui si preparano crostate e biscotti. E’ una ricetta che ha subito molti cambiamenti nel corso della storia e che in origine era di sapore salato, usata come base per i timballi.

I suoi ingredienti principali sono solo 3: burro, uova e farina.. e vanno mescolati in un ordine ben preciso altrimenti si otterrà un impasto molto diverso dalla pasta frolla originale.

Primo consiglio importante da ricordare sempre è di usare del burro a temperatura ambiente e mai freddo!

Secondo consiglio è fare attenzione quando scegliamo lo zucchero semolato da utilizzare: se è poco raffinato l’impasto sarà eccessivamente friabile con il rischio di sbriciolarsi del tutto.

Ultimo consiglio è quello di lavorare per breve tempo la frolla con le mani perché cosi si riscalderebbe troppo e diventerebbe elastica.

La nostra pasta frolla poi può essere personalizzata come si vuole perché in realtà, ognuno ha gusti e preferenze personali e tutte siamo piccole pasticcere: si posso aggiungere essenze, erbe, fiori, frutta secca, cacao..

Passo dopo passo vi proponiamo la ricetta che ha conquistato tutti coloro che l’hanno preparata ed è facile quanto veloce, un impasto universale anche nel gusto!

Ingredienti
  • 200 grammi di burro
  • 400 grammi di farina 00
  • 200 grammi di zucchero
  • 1 tuorlo
  • 1 uovo intero
  • La scorza di un limone grattugiato biologico
  • 1 bustina di vanillina
  • sale
Procedimento

Prendete il burro dal frigo e fatelo ammorbidire a temperatura ambiente per circa un’ora.

Sopra una spianatoia mettete della farina a fontana, creando al centro una sorta di conca in cui metteremo i nostri ingredienti principali: il burro tagliato in pezzettini, il tuorlo, l’uovo intero, la scorza di limone, la vanillina e un pizzico di sale.

Lavatevi accuratamente le mani in acqua fredda e una volta asciugate bene, incominciate ad impastare tutti gli ingredienti rapidamente ricordando di essere veloci perché l’impasto non deve riscaldarsi troppo.

Create una palla con la frolla ottenuta e avvolgetela in un foglio di pellicola per alimenti spolverizzata di farina e mettetela a riposare in frigorifero per 45 minuti.

Nel frattempo che la frolla si rassetti, prendete uno stampo per crostata da 24 cm di diametro e ritagliate un cerchio di carta da forno da disporre alla base della teglia.

Trascorso il tempo prestabilito, stendete la frolla con un mattarello infarinato creando uno spessore di 1.5 cm circa.

Cuocete in forno leggermente preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti.

Potrebbe capitare che durante la preparazione e la lavorazione la pasta incominci a sgretolarsi: niente paura..in gergo si dice che l’impasto sia impazzito. Per rimediare aggiungiamo 10 ml di acqua fredda.

Alla nostra pasta frolla classica ne derivano molte varianti:

la pasta frolla salata ottenuta con l’aggiunta di sale e poco zucchero e che assomiglia molto alla pasta briseè.

Poi c’è la pasta frolla al cacao magro, la frolla sablè, la frolla napoletana con farina di mandorle, la frolla montana con più burro.

La nostra frolla può essere utilizzata per tutti i dolci che volete: crostate, torta bianca e fragole, sbriciolata alla nutella, biscotti, lemon meringue pie, i nascondini, rustici, pastiera napoletana…. Tutte da provare.

© Riproduzione riservata