mercoledì - 20 Gennaio - 2021

La morte di un animale domestico fa male come un membro della famiglia? Guarda cosa dice la scienza

La morte di un animale domestico fa male come un membro della famiglia? Ecco cosa dice la scienza

Se hai un animale domestico a casa, sicuramente lo ami e lo consideri un membro della famiglia.

Ed è per questo che anche solo pensare che il tuo gattino o cucciolo possa morire prima di te è già una sofferenza enorme.

La cosa peggiore è che il ciclo di vita di questi animali domestici è molto più breve del nostro.

Secondo gli psicologi, questo ha un grande impatto emotivo sulle persone, proprio come quando muore un membro della nostra famiglia.

Perchè succede? Lo spiega la scienza

La scienza spiega: anche il cane o il gatto fanno parte di questo nucleo intimo della famiglia.

Inoltre, secondo uno studio dell’Università delle Hawaii, il dolore causato dalla morte dell’animale non è solo intenso e profondo, ma dura anche a lungo.

Durante il sondaggio, una persona su tre consultata ha dichiarato di aver subito sofferenza almeno sei mesi dopo la perdita.

Inoltre, sappiamo che gli animali domestici ci danno il meglio che hanno: amore, lealtà e compagnia, indipendentemente da qualsiasi cosa.

Quindi quando scompaiono ( muoiono, si perdono o vengano rubati), sperimentiamo quella che gli scienziati chiamano “la fine di una relazione speciale”.

 

Per molti studiosi, avere un animale domestico è un modo per affrontare la solitudine nelle grandi città.

Inoltre, aiutano molto a curare le malattie del corpo e dell’anima.

Lo studio

La prova di ciò sono i dati raccolti da IBGE nel 2017: in Europa ci sono oltre 132,4 milioni di animali domestici e costituiscono la seconda più grande popolazione di cani, gatti e uccelli e il quarto nella popolazione di animali domestici il mondo.

In Europa, abbiamo:

– 52,2 milioni di cani

– 22,1 milioni di gatti

– 37,9 milioni di uccelli

– 18 milioni di pesci

– 2,2 milioni di altri animali domestici

Come superare la morte di un animale domestico?

Non importa se i tuoi amici o la tua famiglia non ti capiscono o dicono che sei esagerato perché sei triste per la morte di un animale domestico.

Se il tuo cane o gatto è morto, devi esprimere la tua tristezza e affrontare la perdita.

Prenditi il ​​tempo necessario per superare questo momento orribile.

Un’altra cosa importante: non incolpare te stesso.

La morte del tuo amico peloso non è una tua responsabilità.

Ricorda, tutti i momenti felici che hai trascorso insieme e cerca di far tesoro dei ricordi.

Puoi anche pensare di adottare un nuovo animale domestico quando pensi che sia pronto.

Questo ti aiuterà a rivivere una relazione speciale.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Cestini di frutta con crema pasticcera

Presentazione I cestini di frutta sono dei dolci buonissimi costituiti da canestrini di pasta frolla, ripieni di crema pasticcera e guarniti con frutta fresca a...

Teresa Bellanova è il nuovo Ministro per le politiche agricole, ha la 3°media ed è un ex-bracciante

Commenti durissimi arrivano su tutti i social nei confronti di Teresa Bellanova, neo Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del Governo Conte...

Cancro, ecco cosa vi rende speciali

La tenerezza Il Cancro è uno tra i segni dominati dalla Luna, madre feconda dei cieli e dell’umanità ed è proprio a lei che il...

Al Policlinico Gemelli di Roma il primo farmaco per il tumore più aggressivo e silente che esiste: il tumore al pancreas

Novità in campo della medicina. Arriva al policlinico di Roma il primo farmaco per il tumore al pancreas, uno dei tumori più silenti e...

Una cagnolina incinta salva la vita di quattro pazienti da un incendio in ospedale: storia commovente che ha fatto il giro del web

Una cagna incinta viene salutata come un eroe dopo aver salvato la vita a quattro pazienti da un incendio in un ospizio in Russia....

I gatti sono in grado di distinguere le persone buone da quelle cattive

I gatti percepiscono l'energia dall'ambiente che li circonda. Ancora i gatti sono in grado di distinguere le persone buone da quelle cattive. Hai mai notato...