martedì - 18 Gennaio - 2022

Iva Zanicchi contro Conte: “Io ero in ospedale, mio fratello è morto di Covid e lui parla della fidanzata, si faccia un esame di coscienza Conte”

Iva Zanicchi, dopo essere guarita dal Covid è ritornata come ospite a Fuori dal Coro, il programma condotto da Mario Giordano, in onda su rete 4 il Martedi alle 21.00.

Iva Zanicchi, con il volto smagrito, ha sferrato un duro colpo contro Conte, davvero molto contraria alle decisioni e restringimenti imposti nel dpcm di Natale che non daranno possibilità ai familiari di ricongiungersi per il santo natale.

Iva Zanicchi è apparsa subito commossa, dopo aver assistito all’intervista di un uomo che rivendicava il diritto di poter riabbracciare suo fratello per le festività, rimasto solo dopo la morte della madre.

La cantante emiliana ha perso, a causa del Covid, suo fratello di minore età, affetto anche da patologie cardiache che hanno aggravato la situazione. Tra le lacrime Iva Zanicchi ha raccontato di non aver potuto più vedere suo fratello per l’ultima volta, se non in una bara, a causa delle rigide regole anti covd. “Un ingiustizia – ha dichiarato- avrei voluto rivederlo per l’ultima volta, indossando tutti i dispositivi di protezione”.

Covid e la dura legge dell’isolamento che toglie dignità

Dov’è finita l’umanità? Non si può morire da soli, in questo modo così brutale; non si può isolare nel dolore i pazienti, senza che nessun familiare possa sapere delle condizioni reali vissute in una stanza d’ospedale, vederli con occhi, senza che nessuno possa stringere la mano per l’ultima volta ad un uomo che sta morire.

Il Covid probabilmente ha distrutto le nostre vite, nessuno mai potrà guarire il dolore e le ferite di coloro che hanno perso i propri cari senza mai più riabbracciarli.

Una disperata Iva Zanicchi attacca nuovamente Giuseppe Conte, dichiarando ingiuste e insensate le sue imposizioni. “Io sto morendo e lui fa la conferenza stampa con tutti i giornalisti per dire che la fidanzata, poverina, era disturbata e lui gli ha dovuto dare la scorta?“. Il riferimento è alla conferenza stampa a Palazzo Chigi in cui ha difeso Olivia Paladino per il caso sollevato dalle Iene.

Io stavo in ospedale e l’ho sentito – spiega a Mario Giordano la Zanicchi, ricoverata per coronavirus, lo stesso virus che pochi giorni dopo ha ucciso il fratello -. Ma si faccia un esame di coscienza, lei sarà pure una persona per bene, ma davvero, per favore, certe cretinate, certe stupidate…”.

“C’è un comune in Emilia che da una riva all’altra non si possono vedere perché cambia comune, dai suvvia…”, conclude la Zanicchi, mani sul volto e testa china pronta a piangere.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti