venerdì - 23 Aprile - 2021

Cosa si prova fisicamente quando si è infetti da coronavirus? Testimonianza

Come capire se abbiamo contratto il Coronavirus? Quali sono i sintomi che ci avvertono e che dovrebbero allarmarci?

A raccontare la sua esperienza è Mauro che ha raccontato la sua spiacevole avventura in un video.

Sintomi: il calvario Covid

La febbre a 39 e la tosse senza tregua, il respiro corto e la stanchezza, ma soprattutto la sensazione di non riuscire a riempire i polmoni: il calvario del Covid-19 vissuto da Mauro Vigentini, consulente finanziario di 38 anni in provincia di Bergamo, è iniziato a metà marzo e si è concluso dopo un mese di ospedale. Per Vigentini bastava “un attimo senza maschera d’ossigeno per avere la sensazione di non respirare“. Il suo è il racconto di come il coronavirus ti aggredisce nelle varie fasi della malattia, fino al momento in cui “si torna a respirare”.

La sua testimonianza

Mauro ha raccontato come si è accorto di aver contratto il virus e il mondo gli è crollato addosso:

Mi sentivo spossato, avevo inappetenza, non sentivo mai sensazione di fame e non percepivo odori e sapori. Avevo solo una sensazione di mancanza di respiro. Anche andare in bagno era difficile. Ci mettevo mezz’ora per arrivare e quando ero lì, mi sentivo distrutto. Tra i sintomi avvertiti c’è la tosse, intensa, molto profonda e non superficiale, specialmente quando ero già in ospedale con la mascherina dell’ossigeno, che toglievo e mi mancava il respiro. Avere il contributo dell’ossigeno era come rigenerarsi. C’è stato un momento in cui ho pensato di morire. Vedi la tua vita che ti sta scappando di mano. Pian piano riprendi le forze. Ho capito che stavo meglio quando l’aria senza la maschera dell’ossigeno sentivo che entrava nei miei polmoni”.

Per chi volesse vedere l’intervista integrale al signor Mauro, basterà collegarsi tramite il seguente link: QUI

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti