venerdì - 3 Dicembre - 2021

Come piantare i mandarini a casa per averne una scorta infinita

Goditi il ​​sapore e le proprietà dei mandarini, che coltivi tu stesso!
Se non hai un giardino, puoi riempire la tua casa di vita e colore coltivando alberi da frutto in vaso. Farlo è semplice, ti farà risparmiare un sacco di soldi e sarà molto più economico visto che non spenderai neppure un euro per acquistarli.

I mandarini sono frutti originari dell’Asia meridionale, ma il suo consumo si è diffuso in tutto il mondo. L’albero da cui nascono misura solitamente intorno ai due metri, tuttavia, anche se non avete un giardino, potete coltivarli in vaso. Inoltre, insieme ai frutti, crescono bellissimi fiori bianchi, simili ai fiori d’arancio degli alberi di arancio e limone, che decoreranno e riempiranno di vita la tua casa.

Il mandarino è indicato nei posti climi mediterranei o tropicali, ma se vivi in ​​un luogo freddo o gelido, i vasi sono un’opzione perfetta, poiché puoi spostarlo facilmente all’interno; in tal caso si ha anche il vantaggio che i mandarini sono più resistenti al freddo delle arance.

Proprietà del mandarino

Oltre al suo gusto dolce e rinfrescante, questo frutto contiene vitamina C , vitamina B, acido citrico e carotene nella sua polpa. La vitamina C partecipa alla formazione di collagene, ossa, globuli rossi e favorisce l’ assorbimento del ferro e la resistenza alle infezioni. L’ acido citrico , da parte sua, ha una funzione disinfettante e potenzia l’azione della vitamina C.

Questo frutto ha proprietà antinfiammatorie che aiutano nella cura di ulcere, problemi intestinali e digestivi; stimola la formazione di anticorpi, avendo una funzione antinfettiva; contiene antiossidanti naturali; ed è tra i frutti più benefici per i polmoni .

Il mandarino ha anche un alto contenuto di acqua, potassio e acido citrico. Pertanto, è ideale anche per reintegrare i minerali dopo aver praticato sport. Inoltre, è una fonte naturale di fibra, che aiuta a combattere la stitichezza, ed è consigliata alle persone in sovrappeso per l’effetto saziante che genera e per la minor quantità di zuccheri che contiene rispetto ad altri frutti.

Coltivare i mandarini passo dopo passo

1. Scegli un contenitore adatto per la specie di mandarino che hai scelto. Cerca sempre di avere dei fori sul fondo per facilitare il drenaggio.

2. Utilizzare terreno ricco di sostanza organica e piccole rocce sul fondo per un corretto drenaggio. Puoi anche mescolare il terreno con un po ‘di sabbia lavata per migliorare l’aerazione.

3. Piantare i semi germinati o trapiantare l’albero. Coprite le radici e premete il terreno ai lati, facendo attenzione a non danneggiare la pianta.

4. Posiziona il vaso vicino alla finestra in modo che la luce del sole possa raggiungerlo.

5. Innaffia la pentola quando senti il ​​primo pollice di profondità asciutta quando colpisce il suolo. Irrigazione moderata in estate e diminuzione in inverno.

6. Potare i polloni che crescono lungo il tronco e tagliare i rami spezzati o morti in qualsiasi momento.

7. Cerca di mantenere il tuo compost ricco di magnesio, zinco e ferro.

8. La raccolta generale avverrà tra settembre e gennaio nell’emisfero settentrionale e tra marzo e giugno nell’emisfero meridionale, ma può variare a seconda della varietà scelta. I mandarini devono essere raccolti con cura per evitare urti o altri danni.

Impara a conservarli o sbucciarli facilmente e goditi il ​​loro succo!

Cosa fare con i mandarini

Con i mandarini, come con qualsiasi altra frutta, potrete realizzare tante sfiziose preparazioni che le daranno quel caratteristico sapore agrumato. Ad esempio, puoi creare le tue barrette energetiche ai cereali o persino preparare il tuo liquore al mandarino fatto in casa . Ma puoi anche, con la sua buccia, realizzare oggetti per la casa, come una candela che puoi fare anche con un’arancia.

Puoi anche trasformare il ramo del tuo albero da frutto in un nuovo albero e avere mandarini per tutto il tempo che vuoi!

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti