giovedì - 8 Dicembre - 2022

Acque minerali: come scegliere quale bere

Bere molto è fondamentale ma altrettanto importante è scegliere l’acqua che abbia opportune caratteristiche per il bene della salute

L’acqua rappresenta un bene fondamentale per il nostro benessere, infatti, è necessario berne almeno 2 litri per garantire la giusta idratazione.

- Advertisement -

Non tutte le acque sono adatte per tutte le età, infatti, ad esempio i lattanti dovrebbero consumare acque leggerissime per non appesantire il loro fegato e i loro reni.

Ma come sceglierla?

E’opportuno innanzitutto verificare che sia oligominerale naturale.

Molti preferiscono bere l’acqua gassata o naturalmente gassata per dissetarsi ma, non è la scelta migliore e non è adatta ad essere consumata tutti i giorni.

Caratteristiche opportune dell’acqua oligominerale

Prima di comprare l’acqua da bere, vi consigliamo di leggere attentamente le caratteristiche impresse sull’etichetta per essere certi di acquistare un prodotto adatto a voi.

  • Residuo fisso: non deve superare i 500 mg/l
  • Il sodio: non deve superare i 20 mg/l
  • I cloruri: non devono essere superiori a 25 mg/l
  • I nitrati: non più di 25 mg/l, (per i lattanti questo valore deve essere inferiore a 10 mg/l).
L’acqua del rubinetto si può bere?

Bere acqua dal rubinetto non è sbagliato poiché, analizzandola, potrete comprendere che rientra perfettamente in queste caratteristiche. L’unica nota dolente dell’acqua del rubinetto è l’eccessiva quantità di calcare che genera e che non fa proprio bene ai nostri reni.

Per capire con precisione e con dettaglio se l’acqua del rubinetto che bevete rientra nei parametri stabiliti nell’attuale decreto, è sufficiente recarsi presso il comune della vostra residenza e fare richiesta dei dati di analisi direttamente all’ufficio acqua potabile oppure presso Usl di appartenenza.

Quale acqua scegliere per i nostri bambini?

Come già accennato ai nostri bambini, in particolare se sono molto piccoli, va garantita loro una giusta idratazione ma con dell’acqua molto “leggera” per non appesantire i loro reni o addirittura per non aumentare il rischio di ipertensione.

E’opportuno un bassissimo contenuto di sodio, basso contenuto di nitrati che non deve superare i 10 mg/l e il residuo fisso compreso tra 50 e 150 mg/l.

Per quanto riguarda i nitrati non devono essere maggiori di 10/mg per litro e l’arsenico non deve essere superiore a 10 mg.

Di notevole importanza è controllare sempre i fluoruri poiché, se in eccesso, può creare complicazioni nei bimbi.

I fluoruri non devono mai essere superiori a 1.5 mg per litro per evitare fluorosi dentale e indurimento anormale delle ossa.

Per non complicare o appesantire gli stati digestivi del bambino, il calcio contenuto non deve essere maggiore di 20 mg/l.

I consigli degli esperti raccomandano di idratare ogni giorno il nostro corpo poiché l’acqua svolge importantissime funzioni fondamentali e ci rende sane e belle.

© Riproduzione riservata

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©