4 punti di digitopressione per alleviare il dolore: stop ai medicinali con questa tecnica


La digitopressione è una tecnica medicinale che appartiene a uno dei rami della medicina tradizionale cinese, dove si trovano anche l’agopuntura. Questa tecnica cerca di alleviare il dolore o stimolare il funzionamento degli organi interni premendo i punti sulle mani, la pianta dei piedi, la punta dell’orecchio e alcune parti specifiche del viso. Per la medicina tradizionale cinese questi punti sono energeticamente collegati all’interno del nostro corpo attraverso canali vitali, nervi, vene o arterie. Ecco perché quando fai pressione su di loro, puoi percepire ripercussioni in altri punti del tuo corpo, anche al loro interno e negli organi vitali.

In questo articolo scoprirai i punti di digitopressione associati ai dolori più frequenti. Se ti capiterà di avere mal di testa o allo stomaco, prova questa alternativa naturale prima di riempire il tuo corpo di farmaci.

La stimolazione dei punti di digitopressione si ottiene attraverso un massaggio profondo nel punto preciso. È ideale per esercitare una pressione profonda e per questo è più opportuno usare la punta delle dita o le nocche.

La durata dei massaggi varia da due a cinque minuti (a seconda della resistenza del tuo corpo) e puoi ripeterli fino a tre volte al giorno. È importante non esagerare perché potresti stimolare eccessivamente un condotto o organo di energia e ferire i tuoi nervi premendo troppo forte.

Questi sono i punti più utilizzati nella digitopressione e i sintomi o i disturbi che la stimolazione di ciascuno di essi allevia:

4 punti di digitopressione per alleviare il dolore più frequente

La stimolazione spot GB20, nota anche come Feng Chi, aiuta ad alleviare mal di testa, emicrania, visione offuscata a causa di stanchezza, affaticamento e sintomi iniziali dell’influenza.

Si trova alla base del cranio sul lato e sul lato della colonna vertebrale. Si consiglia di massaggiare questo punto con due pollici. Premendo su di loro, la persona che riceve il massaggio dovrebbe sentire una specie di attrazione.

La stimolazione del punto (L14), nota anche come Hoku, aiuta ad alleviare i sintomi di stress, dolori facciali, mal di testa, dolore alla mascella (o ai denti) e tensione al collo.

Questo punto si trova nell’arco tra l’indice e il pollice e deve essere esercitata una forte pressione  su di esso per sentire sollievo. Se premuto per alleviare il mal di testa, il massaggio può durare oltre cinque minuti e continuare fino a quando il dolore sarà cessato.

Point Stimulation (LV3), o Tai Chong, aiuta ad alleviare i sintomi di stress, lombalgia, lombalgia, ipertensione, crampi mestruali, insonnia e ansia.

Si trova tra il tarsi dell’alluce e il secondo dito. Si raccomanda che il massaggio esercitato su questo punto sia liscio e circolare, poiché in quest’area sono presenti ossa fragili.

Infine, si consiglia di stimolare il punto (ST36), o Zu San Li, per alleviare i problemi gastrointestinali, nausea, vomito, cattiva digestione o mal di stomaco. Questo punto attiva anche le funzioni del sistema immunitario e può essere premuto per prevenire la diffusione del virus e mantenere le difese sempre alte.

Ora che sai cos’è la digitopressione e quali sono i punti che possono aiutarti ad alleviare il dolore e prevenire le malattie, puoi usarlo come strumento per rimanere sempre in salute e non dover ricorrere a medici allopatici o medicinali carichi di tossine e dai mille effetti collaterali.