venerdì - 23 Aprile - 2021

Stessa acqua, stessa fonte, stesso contenuto ma marche diverse e quindi…Ecco che una costa l’80% in più.

Avrete sicuramente acquistato, almeno una volta e senza saperlo,  acque di marchio diverso, ma di contenuto identico ovvero è acqua della stessa fonte! E’il caso dell’acqua Sant’Anna, e l’acqua Blues dell’Eurospin.

Stessa acqua, stessa sorgente, ma ovviamente il prezzo dell’acqua Sant’Anna è più alto dell’80% rispetto alla Blues. Molti lettori si chiedono perchè…e noi facciamo chiarezza con questo articolo.

Acque di uguale fonte, a prezzo diverso

L’Italia è il primo paese al mondo per quanto riguarda il consumo di acqua minerale in bottiglia. Stiamo parlando di 13,5 miliardi di litri, pari a 224 litri a testa (a cui si sommano 1,5 miliardi di litri esportati). Questi dati ci fanno capire che gran parte dei consumatori, si disseta con acqua imbottigliata, di varie marche, senza essere a conoscenza che alcune di esse provengono dalla stessa fonte.
Questa volta abbiamo deciso di analizzare due acque: Sant’Anna e Acqua Blues dell’Eurospin.

Quello che possiamo dirvi con certezza è che le due acque sono perfettamente identiche ma non nel prezzo!
Ebbene, come si può leggere sul sito ilfattoalimentare.it un lettore ha segnalato che le etichette dell’acqua Sant’Anna  e dell’acqua Blues minimamente mineralizzata di Eurospin, sono proprio identiche.

L’acqua minerale Sant’Anna e l’acqua Blues di Eurospin, sono entrambe minimamente mineralizzate, hanno cioè un residuo fisso inferiore ai 50 mg/l. In questo caso le etichette delle due bottiglie indicano esattamente  lo stesso residuo fisso pari a “22 mg/l” , anche il grado di durezza come pure la quantità di anidride carbonica disciolta (2 mg/l).

Come mai quindi tutte queste uguaglianze?

Semplice! Entrambe imbottigliate a Vinadio, stesse caratteristiche chimiche, stesse proprietà, è la stessa acqua insomma!

L’unica cosa che cambia è il prezzo. Se una bottiglia da 1,5 litri di acqua Sant’Anna costa 0,44 €, lo stesso formato di acqua Eurospin Blues minimamente mineralizzata costa 0,25 euro . La prima costa circa l’80% in più. Siamo pertanto di fronte a due acque praticamente uguali, che sgorgano dalla stessa sorgente e sono imbottigliate dalla medesima azienda. In questo caso possiamo proprio dire che la differenza di prezzo che si paga alla cassa, è dovuta ad un unico fattore: il marchio.

L’unico motivo che fa crescere il prezzo di una piuttosto che dell’altra è nella pubblicità: l’acqua Sant’Anna è molto pubblicizzata, l’acqua del discount no.

Questa potrebbe essere l’unica spiegazione che fa decollare il prezzo dell’80%.

Questo pertanto, è un motivo in più per acquistare in totale sicurezza presso i discount dove troverete prezzi competitivi e potrete risparmiare, garantendovi ottima qualità dei prodotti.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti