mercoledì - 28 Ottobre - 2020

San Gennaro: ufficialmente proclamato patrono e protettore dei pazienti malati di cuore, che li salverà da infarti ed ictus

Chi ha subito un attacco di cuore o un ictus sa bene quanto, in quei momenti, si ha bisogno di sentirsi protetti da Dio o dai Santi perchè, molto spesso, con queste malattie del cuore non se ne esce vivi. Dopo diverso tempo, San Gennaro è stato proclamato patrono e protettore dei pazienti con problemi cardiaci, il santo che ti protegge e scioglio il sangue.

Il santo che “scioglie” il sangue proteggerà i pazienti che assumono anticoagulanti per infarto, ictus, trombosi o embolia
Chi prende anticoagulanti o sa di avere problemi cardiaci, passa gran parte della vita vivendo con paura, terrore di avere un embolia, una trombosi, un’ictus o infarto in qualsiasi momento. Per trovare il giusto equilibrio, a volte, servirebbe proprio un miracolo, ma da oggi c’è un santo a cui votarsi: è San Gennaro, il santo che “scioglie” il sangue.

San Gennaro, colui che protegge il cuore

È il patrono principale di Napoli, nel cui duomo sono custodite le sue ossa e due antichissime ampolle contenenti il sangue del santo raccolto dalla sua nutrice, una donna pia di nome Eusebia subito dopo il martirio. Queste ampolle vengono esposte alla venerazione dei fedeli tre volte l’anno; in essi si può assistere al fenomeno della liquefazione, attestata per la prima volta nel 1389 come fatto già noto e considerato dalla pietà popolare un miracolo. (fonte Wikipedia)




Con un’ordinanza firmata dal cardinale di Napoli Crescenzio Sepe, San Gennaro è stato dichiarato ufficialmente patrono della Federazione Italiana Pazienti Anticoagulati (Feder-Aipa), che nella nostra penisola raggruppa quasi un milione di pazienti con problemi cardiaci  e che prendono  farmaci anticoagulanti perché colpiti da trombosi venosa, embolia polmonare, ictus cerebrale e infarto del miocardio.

San Gennaro, il Santo più amato dagli italiani

 

Il Cardinale Sepe ha annunciato:«Sono certo che la testimonianza di San Gennaro, la sua intercessione e il suo patrocinio, saranno di sprone per un impegno sempre maggiore a favore di quanti sono provati dalla malattia e dalla sofferenza».

Questa nuova lode, attribuita oggi a San Gennaro, lo arricchisce ancor di più di onore e stima, un santo che già è molto conosciuto ed amato in tutta italia e nella sua Napoli: lui è pertanto protettore dei donatori di sangue e degli orafi. E’ divenuto il santo che protegge da più mali, come dicono i fedeli. Diverse tradizioni popolari vedono diversi fedeli rivolgersi al Santo per ottenere, in sogno, numeri del Lotto vincente.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Buone notizie per i pensionati a Novembre: ecco per chi scatta l’aumento Inps

I pensionati a Novembre saranno decisamente contenti di ricevere questa bella notizia: l'assegno del mese successivo infatti, sarà molto più alto. Ma attenzione, non...

Con 2300 ricoverati in terapia intensiva scatterà il lockdown: ad oggi sono 1000

La situazione sembra peggiorare giorno per giorno e oggi si sono registrati ancora una volta 16.000 nuovi positivi. Il dato che fa più timore...

Ritorna l’autocertificazione per spostarsi: scarica qui il modello

Il Coronavirus sta piombando nuovamente nelle nostre vite, dopo un estate apparentemente tranquilla e la situazione in Italia sembra peggiorare giorno dopo giorno. Le...

Proteggersi dal Coronavirus assumendo più vitamina D: ecco gli alimenti che si possono mangiare per ottenerla

La mancanza di vitamina D è spesso correlata alla mancanza di sole. In questo articolo vi diciamo come aumentarla in tempi di pandemia, visto...

Reddito di cittadinanza: è ufficiale il taglio del 20% da agosto

Sta per diventare operativa una delle disposizioni previste dal decreto 4/2019. Ma per l’operatività era atteso il decreto attuativo da parte del Ministero del...

Come ottenere la pensione senza aver mai versato contributi: quello che vi dicono e quello che non vi dicono

Ottenere una pensione senza contributi versati non è un regalo o un favore che vi può fare lo stato, ma un diritto che vi...