sabato - 21 Maggio - 2022

Milano, ragazza foggiana cerca casa in affitto. La proprietaria: “Sono razzista, non affitto ai meridionali”

Una storia che sa di incredulità: una ragazza foggiana, con tanti sogni da realizzare, trasferitasi a Milano in cerca di lavoro, vorrebbe prendere in affitto una casa ma le viene negato perchè meridionale. Le parole della proprietaria dell’appartamento: “Sono leghista e razzista, non affitto a meridionali, neri e rom”.

Accade ancora nel 2019, che si trovino persone che hanno “un certo astio”, una sorta di razzismo,  nei confronti delle persone del Sud. Nonostante siamo tutti figli della stessa Italia, non è tanto raro trovare cartelli nel Nord Italia con su scritto: “si affitta appartamento, no ai meridionali”.

E’ ciò che è capitato ud una giovane ragazza foggiana che, trasferitasi a Milano, era in cerca di una casa da affittare. Era rimasta molto affascinata da un appartamento e già progettava di rifarsi una vita, ma…la proprietaria, l’ha liquidata immediatamente dopo aver visto i documenti e constatato che era foggiana, quindi pugliese, Meridionale insomma!

La storia, l’incredulità

A raccontare la vicenda, c’è l’amica della giovane ragazza che riferisce: “La mia compagna si mette d’accordo con la proprietaria di casa, una ragazza, di far partire il contratto ad ottobre. Quindici giorni prima dell’inizio del contratto la ragazza le manda un messaggio dicendole che sarebbe slittato, trovando scuse poco credibili. Successivamente riceve un altro messaggio da parte della ragazza che le dice che la casa in affitto non può più dargliela perché preferisce venderla”. Ma quando la ragazza, incredula e delusa, ha chiesto chiarimenti, è intervenuta la madre della sua interlocutrice: “In casa mia non devono entrare meridionali”.

Sono razzista: la risposta della proprietaria che spiazza tutti

La risposta molto animata della proprietaria è arrivata molto velocemente e ha affermato: “Sono una leghista sfegatata, per me i meridionali sono meridionali sia 2000 che nel 4000, ragione per la quale ho frenato un po’, perché per me le persone del Sud, i neri e i rom sono tutti uguali. Sono una razzista al cento per cento e quello che dice o che pensa lei non mi interessa. Ciò che conta invece è quello che c’è scritto sulla carta d’identità e io da Lombarda, sostenitrice di Salvini, ci tengo. E non è un segreto di Stato, lei non è una svizzera: è meridionale, è diverso. Se lo avessi saputo, mia figlia l’avrei fermata prima”. La figlia della proprietaria infatti, si era interessata per aiutare la ragazza a trovare casa in affitto pertanto, aveva proposto quella di loro proprietà, non sapendo che “ai meridionali non si affitta”.

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così anche i tuoi amici possano leggere questa storia.

Condividi se ti è piaciuto