martedì - 29 Novembre - 2022

“Essere medico significa anche curare gratuitamente”, le parole di un pediatra di 92 anni che si prende cura dei bambini a basso reddito

Medici dal cuore grande ce ne sono ancora, che con tanta dedizione e passione aiutano gli altri senza voler in cambio neanche un centesimo: la vera ricompensa è vedere felici e sani i bambini
Immagine: semprefamilia.com.br

Con una laurea in medicina nel 1951, un master negli Stati Uniti, un dottorato in Francia e numerosi pazienti in carriera, il pediatra Ivan Fontoura, 92 anni, poteva godersi il meritato pensionamento per rilassarsi. Tuttavia, ha deciso di continuare a curare i bambini a Pontal do Paraná, le cui famiglie hanno un reddito molto basso e non possono permettersi un pediatra a pagamento. Lui non vuole nulla in cambio, svolge con passione questo mestiere senza chiedere un solo centesimo di ricompensa.

Tre anni fa, il medico volontario ha dedicato due giorni alla settimana – lunedì e giovedì – percorrendo per 12 chilometri per raggiungere un piccolo ufficio nel quartiere di Jardim Jacarandá, dove curava e visitava i bambini fino a sei anni.

- Advertisement -

Molti i genitori soddisfatti del loro operato, della sua bravura,  dicono che il medico offre anche servizio in caso di emergenza. “L’importante per lui è occuparsi dei bambini. Solo dopo la fine, pensa al pranzo”, afferma Raquel, che lavora in un ristorante locale e spiega che lui di solito riceve anche gli anziani nei giorni in cui non fa il pediatra.

Il pediatra spiega che è un lavoro molto stressante ma soddisfacente poiché riempie il cuore di gioia curare i piccoli: “Visito i bambini senza sosta. Poi bevo una tazza di caffè tra un paziente e l’altro e dimentico persino di pranzare “, afferma il Paraná, che esegue fino a 40 consultazioni gratuite al giorno.

In un’intervista a Sempre Familia, Fontoura ha dichiarato di essere in pensione dal 2005, quando ha terminato le sue attività come direttore dell’ospedale Pequeno Príncipe, a Curitiba, e aveva bisogno di recuperare le sue energie. Gli sono bastati sono 6 mesi di pensione e poi è ritornato più forte di prima a svolgere la sua attività.

La medicina è un’ottima dipendenza. Siamo felici di aiutare queste persone in una situazione difficile e ancora di più quando le cose vanno bene. “

Pertanto, lui e sua moglie Eva Fontoura, che è un’infermiera, hanno deciso di tornare a svolgere attività di volontariato. “Dapprima ci siamo rilassati un po’ a casa, poi abbiamo aiutato i pazienti che vivevano in baracche di Paranaguá per sei anni e ora stiamo assistendo qui a Pontal“, afferma il pediatra, che ha problemi di udito e soffre di dolori muscolari. “Ho 92 anni e otto mesi. Ci alziamo indolenziti, ma veniamo al lavoro e finiamo per divertirci e ci sentiamo meglio durante il giorno”.

Questa forza dimostrata dagli anziani è elogiata da molti residenti del luogo e anche da un grande uomo d’affari Wolnei Moroz. Secondo lui, il coraggio del medico di rinunciare al lusso che potrebbe avere per dedicare il suo tempo a beneficio degli altri è emozionante. “Il dottor Ivan dedica la sua vita al suo prossimo, cosa che poche persone fanno oggi.”

L’anziano ha anche un figlio e quattro nipoti laureati in medicina e tutti ammirano il suo operato.

Complimenti a questo grande medico!

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©