martedì - 20 Ottobre - 2020

Ecco le agevolazioni per i genitori in quarantena obbligatoria per casi di Covid a scuola

Figli, scuola, lavoro e Covid: questa la situazione tanto grave che le famiglie stanno affrontando durante questo periodo di pandemia. Molte volte il genitore si ritrova a dover restare a casa perchè il proprio figlio è in quarantena obbligatoria, a causa di un alunno positivo in classe. Ma come faranno le famiglie a fronteggiare una situazione così di grande difficoltà?

Agevolazioni per i genitori che hanno i figli in quarantena obbligatoria

Smart working e congedo straordinario retribuito al 50%, la quarantena dei figli di età inferiore ai 14 anni si affronta così. Questa la grossa agevolazione concessa ai genitori degli studenti italiani.

L’articolo 5 del decreto-legge 8 settembre 2020, n.111, recante “Disposizioni urgenti per far fronte a indifferibili esigenze finanziarie e di sostegno per l’avvio dell’anno scolastico, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, ha introdotto, a favore dei genitori lavoratori dipendenti, un congedo indennizzato da utilizzare per astenersi dal lavoro, in tutto o in parte, in corrispondenza del periodo di quarantena del figlio convivente e minore di anni quattordici, disposta dal Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente a seguito di contatto verificatosi all’interno del plesso scolastico.

Il congedo di cui trattasi può essere fruito nei casi in cui i genitori non possano svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile e comunque in alternativa a tale tipologia di svolgimento dell’attività lavorativa. Il menzionato congedo può essere fruito da uno solo dei genitori conviventi con il figlio oppure da entrambi, ma non negli stessi giorni, per periodi di quarantena scolastica dei figli ricompresi tra il 9 settembre 2020 (data di entrata in vigore del citato decreto-legge) e il 31 dicembre 2020.

Per poter fruire del congedo di cui trattasi, il genitore richiedente deve essere in possesso di tutti i seguenti requisiti:

a) deve avere un rapporto di lavoro dipendente in essere. In mancanza di una prestazione lavorativa da cui astenersi il diritto al congedo non sussiste. Ne consegue che in caso di intervenuta cessazione o sospensione del rapporto di lavoro durante la fruizione di un periodo di congedo COVID-19 per quarantena scolastica dei figli, viene meno il diritto al congedo medesimo e le giornate successive alla cessazione o sospensione non possono essere indennizzate. Per tali motivi il genitore deve tempestivamente informare l’Istituto dell’avvenuta modifica del rapporto lavorativo;

b) non deve svolgere lavoro in modalità agile ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del citato D.L. n. 111/2020 durante i giorni di fruizione del congedo COVID-19 per quarantena scolastica dei figli. A tal proposito si ricorda che la fruizione di un congedo giornaliero si sostanzia sempre in un’astensione lavorativa dal rapporto per la quale è fruita e pertanto presuppone necessariamente il mancato svolgimento di attività lavorativa, anche in modalità agile;

c) il figlio, per il quale si fruisce il congedo, deve essere minore di anni 14; pertanto, al compimento del 14° anno di età, il congedo non potrà essere più fruito;

d) deve essere convivente durante tutto il periodo di fruizione del congedo con il figlio per cui è richiesto il congedo stesso. Ai fini del diritto al congedo di cui trattasi, la convivenza sussiste quando il figlio ha la residenza anagrafica nella stessa abitazione del genitore richiedente. Pertanto, qualora il genitore ed il figlio risultino all’anagrafe residenti in due abitazioni diverse, il congedo non può essere fruito, non rilevando le situazioni di fatto. Nel caso di affidamento o di collocamento del minore, la convivenza è desunta dal provvedimento di affidamento o di collocamento al genitore richiedente il congedo;

e) il figlio per il quale si fruisce il congedo deve essere stato messo in quarantena, ai sensi dell’articolo 5 del D.L. n. 111/2020, con provvedimento del Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente a seguito di contatto verificatosi all’interno del plesso scolastico.

Come fare domanda

La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso uno dei seguenti canali: tramite il portale web, se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto (oppure di SPID, CIE, CNS), utilizzando gli appositi servizi raggiungibili direttamente dalla home page del sito www.inps.it.

Si ricorda, che a decorrere dal 1° ottobre 2020 l’Istituto non rilascia più nuovi PIN; tramite il Contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori); tramite i Patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Giornata internazionale contro l’omofobia e le belle parole di Conte. Intanto piovono insulti ad Erica e Martina: “Dio ha mandato il coronavirus per voi...

Circa 4 ore fa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha speso un pò del suo tempo in questioni diverse dal Coronavirus, celebrando la...

Canone Rai, chi ha più di 75 anni non deve pagarlo: ecco chi ne ha diritto e come richiedere l’esenzione

  Non sempre il canone Rai va pagato: una vecchia riforma avviata dal Ministro Gentiloni, dà la possibilità agli anziani over 75 di non pagarlo...

Novità codice della strada: doppia multa, una al conducente e una al passeggero se quest’ultimo non mette la cintura o il casco

Introduzione di un importante novità sul codice della strada, introdotta all’esame dal parlamento: ci sarà una doppia multa da pagare se a non indossare...

Concorso Inps: atteso il bando a Novembre, per un totale di 5376 assunzioni. Requisiti e modalità di partecipazione

Finalmente il tanto sospirato concorso INPS è alle porte e l'attesa è finita. L'istituto Nazionale di Previdenza Sociale è pronto ad assumere 5376 nuove...

Il consiglio dei pizzaioli: in assenza di lievito, usate l’acqua madre fermentata. Per realizzarla basta acqua e frutta [VIDEO]

Immagine: Youtube I pizzaioli napoletani sono corsi in aiuto a tutte quante le casalinghe disperate che non trovano più lievito negli scaffali del supermercato. Niente...

15 rimedi casalinghi per rimuovere le smagliature naturalmente

  Le smagliature sono le linee o le strisce scolorite formate sulla pelle a seguito di un rapido rilassamento della pelle o cambiamenti di peso....