lunedì - 15 Agosto - 2022

Donne: essere madri e anche lavoratrici le porta a sviluppare depressione grave nel tempo

Recenti studi mettono in luce che, le donne che lavorano e sono anche madri e casalinghe, sono maggiormente predisposte a depressione maggiore nel tempo. A confermarlo anche recenti sondaggi e cartelle cliniche

Le madri lavoratrici che fanno più di un lavoro come essere madri, casalinghe e lavoratrici  hanno un rischio maggiore di depressione rispetto a quelle che non lo fanno, affermano i ricercatori dell’Università del Michigan. Secondo lo studio sulla messaggistica unificata, eseguire più lavori è collegato ad un aumento di percentuale della probabilità di depressione considerando un campione di madri che lavorano a basso reddito.

- Advertisement -

I ricercatori affermano che sono stati riscontrati gravi episodi di depressione tra le donne che oltre a fare le madri di uno o più bambini, effettuavano lavori per circa 45 ore settimanali e con una retribuzione molto bassa.

Comprendere quali sono i fattori che legano il lavoro e la salute mentale tra le madri è particolarmente importante se vogliamo migliorare il benessere sia delle madri che dei loro figli“, ha affermato Angela Bruns, autrice principale dello studio e post-dottorato presso l’Istituto UM di Ricerca sociale, che ha aggiunto che la depressione materna è stata collegata a risultati più poveri per i bambini.

Recenti scientifiche hanno scoperto che circa il 16% delle madri con bambini piccoli ha svolto diversi lavori nell’anno precedente e oltre 16 milioni di persone hanno riportato un grave disturbo depressivo nell’ultimo anno.

Per esaminare la relazione tra lavoro multiplo e peggioramento della salute mentale, Bruns e Natasha Pilkauskas della Ford School of Public Policy della U-M , hanno esaminato i dati su quasi 3.000 donne che avevano una famiglia e un piccolo impiego.

Lo studio ha visto candidati per lo più madri a basso reddito provenienti da 20 aree urbane e le ha esaminate valutando le esperienze degli anni passati, tra cui le caratteristiche del lavoro e i sintomi depressivi.

È importante notare che non si tratta solo di reddito. L’occupazione multipla può avere un impatto sulla depressione attraverso altre strade come lo stress della vita lavorativa o l’organizzazione della cura dei figli. ” afferma Angela Bruns.

Ci sono due ragioni principali per svolgere più lavori“, ha dichiarato Pilkauskas, assistente professore alla Ford School. “Il primo è per fare carriera e creare obiettivi futuri. Il secondo e più comune motivo è dovuto alla tensione economica, come la difficoltà a far quadrare i conti o ad arrivare a fine mese “.

Depressione: quando alle donne tocca far tutto

Nello studio, alle madri è stato chiesto se hanno avuto un episodio depressivo maggiore. A tutte coloro che hanno riferito di sentirsi depresse o incapaci di godere di cose di solito piacevoli, sono state poste una serie di domande sui sintomi più specifici che hanno sperimentato.

È importante notare che non si tratta solo di reddito, motivo principale che le spinge a fare più cose e lavori e quindi sono quasi costrette a vivere una realtà che non vorrebbero. Molteplici attività lavorative possono influire sulla depressione attraverso altre strade come lo stress della vita lavorativa o l’organizzazione dell’assistenza all’infanzia “, ha affermato Bruns.

Lo studio, pubblicato su Women’s Health Issues, sottolinea che è necessario stabilire regole più rigide che creino alternative a più posizioni lavorative e forniscano comunque risorse sufficienti affinché le famiglie possano arrivare a fine mese.

“Sono necessarie ulteriori ricerche per capire se e in che modo si possano aiutare queste donne che risentono del troppo carico di responsabilità fisico, mentale e anche economico. Bisognerebbe creare delle leggi che tutelino maggiormente le donne affinchè essere possano ricevere assistenza alle difficoltà e avere orari ridotti o agevolazioni lavorative.

La depressione non fa altro che peggiorare la situazione poichè induce la donna stessa a non poter lavorare. Un giusto equilibrio permetterebbe a tutte di vivere più serenamente senza doversi ammalare.

Oltretutto molte donne provano molto rancore poichè, lavorando, vedono a parità d’impiego, un salario minore rispetto a quello degli uomini e a causa dell’incapacità di ribellarsi, cadono nella depressione.

Ti potrebbe anche interessare: 

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

error: Contenuto protetto da Copyright©