giovedì - 25 Febbraio - 2021

Che rischi si corrono se si reprimono le proprie emozioni?

” Chi ingoia troppo annega ” , dice un vecchio proverbio spagnolo. Freud ci ha anche avvertito dei pericoli connessi con i sentimenti soffocanti e reprimendo le emozioni dicendo: “Le emozioni represse non muoiono mai, sono sepolte vive e prima o poi usciranno nel modo peggiore “.

In effetti, a volte la saggezza popolare trova supporto nella scienza. In alcuni casi, reprimere i nostri sentimenti e pensieri , per paura di offendere gli altri o mostrarci vulnerabili, può finire per causare danni a noi stessi . Le emozioni che si accumulano ci fanno male in silenzio, diventano fantasmi che danneggiano il nostro corpo e la nostra mente.

Se non esprimi ciò che senti, non sarai in grado di difenderti

Se non esprimi il tuo disagio, è probabile che la persona che ti sta facendo del male non sia completamente consapevole delle conseguenze che le sue parole o le sue attitudini hanno su di te. Molte volte speriamo che altri si rendano conto che stanno superando il limite, che possono immaginare i nostri sentimenti e pensieri.

Chi ci circonda non è chiromante e, anche se è vero che possono provare alcune cose, a volte possono essere troppo assorbiti in se stessi per rendersi conto dell’impatto negativo delle loro parole o comportamenti. Pertanto, sta a noi far notare che ci stanno danneggiando. Dobbiamo trovare un equilibrio tra i tempi in cui è saggio rimanere in silenzio e quelli in cui dobbiamo parlare per difendere i nostri bisogni e proteggere il nostro equilibrio emotivo.



Le emozioni represse diventano problemi psicosomatici

La mente e il corpo formano un’unità, quindi non è strano che emozioni e sentimenti repressi finiscano per esprimersi attraverso problemi psicosomatici . Uno studio molto interessante condotto presso l’Università di Aalto ha rivelato come diverse emozioni influenzano il nostro corpo , generando reazioni diverse. La rabbia repressa, ad esempio, è stata associata al doppio del rischio di avere un infarto, il che non è strano perché la rabbia è concentrata nella parte superiore del corpo.

È anche noto che lo stress innesca la produzione di cortisolo, un ormone che genera processi infiammatori che sono molto dannosi per le cellule del nostro corpo e che sono alla base di gravi malattie come il cancro.

In effetti, uno studio classico condotto presso la Stanford University ha rivelato che le persone che tendono a reprimere le proprie emozioni, classificate come ” personalità repressive “, reagiscono con maggiore eccitazione fisiologica a situazioni difficili rispetto alle persone che soffrono di ansia.

In generale, le persone che tendono a sopprimere i propri sentimenti hanno un rischio maggiore di venire alla luce sotto forma di sintomi psicosomatici, che vanno dalla tensione muscolare e dal mal di testa ai problemi gastrointestinali, problemi dermatologici o malattie più gravi e complesse. La calma data dalla repressione termina a un prezzo elevato da pagare in termini di salute.

Scoppio emotivo: esprimere i tuoi sentimenti è la chiave del tuo benessere

Esprimere le emozioni apertamente è stato considerato negativamente per molto tempo. In effetti, da bambini ci è stato insegnato che non dovremmo piangere o arrabbiarci. Di conseguenza, molti adulti non hanno mai imparato a gestire i loro stati emotivi in ​​modo assertivo, li hanno semplicemente repressi.

I neuroscienziati dell’Università del Wisconsin hanno visto che il cervello di coloro che hanno sviluppato una “personalità repressiva” funziona in modo relativamente diverso. In pratica, i messaggi fastidiosi impiegano più tempo prima di passare da un emisfero all’altro. Ma lo stesso non accade con messaggi neutri o positivi, il che indica che si tratta di una reazione appresa nel tempo.




Tuttavia, l’esplosione emotiva è la chiave del nostro benessere psicologico e fisico. Parlare di come ci sentiamo o di come ci fanno sentire gli altri, senza paura, ci permetterà di sviluppare relazioni interpersonali più mature e autentiche, aiutandoci a stabilire confini sani.

Come smettere di reprimere le emozioni?

 1. Sii consapevole delle tue emozioni e della loro causa

Se una persona ha sempre represso le proprie emozioni, è probabilmente difficile approfondirle. Ma è essenziale che impari a identificare ciò che provi, a differenziare la rabbia dal risentimento, per esempio, e ad essere in grado di identificare ciò che ti fa sentire in quel modo. È un profondo esercizio di conoscenza di sé per il quale è necessario espandere il vocabolario emotivo attraverso questo elenco di emozioni e sentimenti.

 2. Supponi che tutto abbia un limite

I limiti non sono negativi, al contrario, consentono ad altre persone di sapere fino a che punto possono andare. Se non poni limiti alle tue relazioni, è probabile che, nel tempo, gli altri trarranno vantaggio dalla tua bontà o capacità di resistere a tutto senza dire nulla, quindi la corda sarà più tesa. È importante che questi limiti garantiscano la soddisfazione delle tue esigenze.

 3. Dire ciò che pensi non deve necessariamente ferire gli altri

Difendere i tuoi diritti non implica danneggiare gli altri. Non devi diventare un kamikaze della verità, ma le critiche durature stoiche e gli attacchi malsani da parte di persone tossiche ti faranno solo del male. Idealmente, impari a dire ciò che pensi e senti con rispetto per l’altra persona, ma assumendo una posizione ferma.

 4. Cerca un modo deciso per esprimere le tue emozioni

Non puoi sempre dire agli altri cosa provi. Tuttavia, questo non significa che dovresti reprimere le tue emozioni. Puoi farli emergere usando tecniche come “la sedia vuota”, in cui immagini che la persona con cui vuoi parlare sia proprio di fronte a te.

Ma devi stare attento perché gli psicologi della Iowa State University hanno visto che alcuni modi per sfogare le emozioni possono avere l’effetto opposto e farti sentire peggio. La chiave è trovare un modo per sfogare le emozioni che ti permettono di ritrovare l’equilibrio perduto, che ti permette di sfuggire al controllo che queste emozioni esercitano dal tuo inconscio.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

Acqua alcalina, la bevanda che previene il cancro: Ecco come prepararla.

L’acqua alcalina è una vera e propria manna dal cielo poiché, da studi effettuati, si è dimostrato che può prevenire e curare il cancro...

CEA: l’esame del sangue che identifica il cancro e che molti medici dovrebbero prescrivere SUBITO per salvarci la vita

Antigene Carcino-Embrionario (CEA), la proteina che rileva nel sangue le forme tumorali al colon, polmone, tiroide, seno, fegato, stomaco, ovaie, pancreas. Ogni medico dovrebbe...

La mancanza di questa abitudine fa ammalare il tuo corpo tanto quanto il fumo, il diabete o alle malattie cardiache

Fumare o bere alcol ammala il corpo ogni giorno. Ma c'è anche un'altra abitudine che lo fa...ma noi la ignoriamo Si parla molto di cattive...

Questi sono i sintomi che ti avvertono due anni prima che la menopausa sta per arrivare

È molto importante riconoscere i sintomi della menopausa in tempo in modo da non sentire che tutta la tua vita si stravolge. Puoi capirlo...

Stop ai piedi sudati: risolvi questo fastidioso problema con questi rimedi

In misure diverse, tutte le persone affrontano lo stesso problema: eliminare il sudore dei piedi. Fondamentalmente, il problema sorge nei periodi in cui la...

10 alimenti che stimolano il metabolismo pur stando a casa: potrai bruciare fino a 1.000 calorie in più

È importante tenere presente che ognuno ha un tasso metabolico diverso. Fare esercizio fisico regolare, dormire a sufficienza e bere molta acqua sono tre...